LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I tesori di Roma restano senza custode
ALBERTO DI MAJO
Il Tempo, 13/01/2005

NEMMENO Kafka è arrivato a immaginare una storia così visionaria. Eppure si tratta semplicemente della realtà. Per un cavillo Roma rimane senza soprintendente archeologico. La questione è semplice: la legge che avrebbe consentito all'attuale soprintendente Adriano La Regina di rimanere in servizio fino a 70 anni non ha copertura finanziaria. E così La Regina, e tutti gli altri dirigenti statali nelle stesse condizioni, tra cui Umberto Vattani, segretario generale del ministero degli Esteri, non avranno possibilità di rimanere in servizio.
Alla fine di dicembre sembrava solo questione di minuti: Adriano La Regina era stato riconfermato dal ministro dei Beni culturali Urbani alla guida della Soprintendenza più prestigiosa del Belpaese. Ma è arrivata la sorpresa: la Corte dei conti ha informato gli uffici che la legge per la proroga del pensionamento dei dirigenti statali non aveva finanziamenti. Così il posto più rilevante per ogni città d'arte (e altri di eguale importanza in altri settori della macchina amministrativa) è rimasto vacante. E la città eterna, di fatto, è senza un responsabile che possa tutelare l'immenso patrimonio artistico.
Dal canto suo, La Regina non ha voluto ancora commentare. Lui che da 28 anni guida la Soprintendenza archeologica senza guardare in faccia nessuno. Ha detto no a tantissimi progetti urbanistici. Dai grattacieli di Renzo Piano che il sindaco Franco Carraro voleva costruire in un popolare quartiere della capitale al sottopasso di Castel Sant'Angelo, che nel piano dell'allora primo cittadino Francesco Rutelli doveva essere più grande. Il suo rigore gli è valso, in quasi tre decenni di attività, epiteti vari: da «Signor No» a «Il sindaco», soprannome affibbiato gli sotto le giunte Rutelli. Tra i nomignoli c'è stato anche l'«Uomo chiamato cavillo». E ora, proprio per un cavillo, il soprintendente potrebbe andare in pensione. In un momento, tra l'altro, in cui non c'è un sostituto appetibile. Lasciando orfana di soprintendente archeologico Roma, «la città più bella del mondo», «il museo all'aperto», «la caput mundi». Sembra una barzelletta ma non lo è.
Sulla vicenda non mancano le reazioni. Il ministero della Funzione Pubblica precisa l'estraneità ai fatti: «Le notizie circolate sulla presunta circolare Baccini (in realtà una direttiva applicativa del ministero della Funzione Pubblica, già in vigore e connessa alla finanziaria) sono del tutto prive di fondamento». La mancata proroga del pensionamento di La Regina è, secondo il ministero della Funzione Pubblica, conseguenza della legge finanziaria del 2005. Il sindaco di Roma, Walter Veltroni, si augura «che si risolva presto la questione del soprintendente Adriano La Regina» e Italia Nostra, l'associazione per la tutela del patrimonio artistico e ambientale, segue la vicenda «con preoccupazione». «Nel corso degli anni La Regina ha dimostrato competenza e capacità di dire no tutte le volte che il patrimonio archeologico di Roma veniva messo in pericolo da disastrosi progetti edilizi - dicono dall'associazione - Se la questione del "vuoto" al vertice della Soprintendenza è soltanto un disguido tecnico-legislativo dovuto a problemi di bilancio, Italia Nostra si augura che la faccenda sia risolta in fretta e che Adriano La Regina possa tornare al suo posto». Il direttore della Soprintendenza per i Beni Culturali, Luciano Marchetti, commenta: «Mi dispiace. Il ministero per i Beni Culturali perde un funzionario di grande valore scientifico e amministrativo: è davvero una grave perdita. Mi auguro che, ammesso che non si trovi una soluzione perché possa rimanere, ci sia almeno la possibilità che il ministro Urbani gli dia un incarico come consulente, perché il bagaglio della sua esperienza non vada perduto e, se non può operare nei ruoli, possa almeno collaborare dall'esterno».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news