LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Comune mette all'asta il palazzo di via Correnti. Protestano gli inquilini
Rossella Verga
Corriere della Sera, 13/01/2005

Il Comune mette in vendita il palazzo di via Cesare Correnti al 7, più precisamente la quota del 50 per cento di cui è diventato proprietario una cinquantina di anni fa in seguito a un lascito. Dopo una lunga trafila burocratica, per lo storico stabile di via Correnti, inserito da tempo nel piano di vendita di Palazzo Marino, è arrivato il momento della verità. E' stato infatti pubblicato ieri l'avviso di asta pubblica, che si terrà il 3 marzo. Cinque piani, cantine, svariati spazi commerciali, l'immobile tutelato dai beni culturali ha una superficie catastale di circa 1770 metri quadrati e sono circa una quarantina gli inquilini con regolari contratti di locazione. Per questo la giunta ha deciso di riconoscere un diritto di prelazione all'acquisto, al miglior prezzo risultante dalla gara, alla cooperativa che si sta costituendo e che dovrebbe raggruppare gli affittuari. La base d'asta della quota comunale dell'immobile è di tre milioni e 600 mila euro e i proventi serviranno all'amministrazione per finanziare opere pubbliche.
Ma sulla vendita non mancano le ombre. La proprietà è indivisa: il rimanente 50 per cento appartiene a due sorelle e questo crea alcune difficoltà e perplessità tra gli inquilini, che sono chiamati ad acquistare delle quote e non i singoli appartamenti o negozi. Inoltre, nello stabile abitano da decenni parecchi anziani che non sono nelle condizioni economiche di comprare. Ecco perché non tutti hanno aderito alla cooperativa degli inquilini e alcuni nuclei sono intenzionati ad aspettare la scadenza del contratto. «E' una cosa troppo pasticciata — spiega un'abitante dello stabile —, Non si acquista una casa, ma una quota. Noi non siamo interessati». C'è poi chi vive in via Correnti 7 da oltre mezzo secolo e non Intende andarsene. «Ho conosciuto tutti i padroni — dice un'altra inquilina — e da qui non mi muovo di sicuro».
A Palazzo Marino, però, tutto è pronto per l'operazione perfezionata dal direttore del settore Demanio, Stefano Marranini, con il proposito di portare un bel gruzzolo nelle casse pubbliche, soldi da reinvestire secondo le promesse della giunta in opere utili per la città. L'asta è indetta per le 10.30 del 3 marzo. E le offerte dovranno pervenire al Comune entro le 12 del giorno prima.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news