LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siracusa. Italia Nostra: «La Soprintendenza sbaglia»
salvatore maiorca
la Sicilia 7/12/2011

Lucia Acerra: «Il muro di piazza Cappuccini non ha alcunché di storico da tutelare»

«La guerra del muro» di piazza Cappuccini vede ora in campo anche la sezione siracusana di Italia nostra. È personalmente la presidente Lucia Acerra che illustra le fasi storiche di questo muro di cinta del convento. Per questo muro la Soprintendenza dei beni culturali blocca i lavori di ammodernamento e ampliamento della piazza e della confluente via Puglia. Ma la professoressa Acerra, documenti alla mano, dimostra che questo muro è tutt'altro che storico. «Anzi - afferma - nelle varie fasi della nostra storia ha subito varie modifiche, passando, di modifica in modifica, dal primo disegno a quello di oggi».
Il primo disegno del quale si ha testimonianza mostra il profilo del muro di cinta del convento molto indietro rispetto alla piazza, mentre l'attuale struttura è molto avanzata insinuandosi come un cuneo nel cuore della piazza. Dov'è dunque la storicità di questo muro di oggi?
Una successiva pianta del Cavallari mostra addirittura la struttura del convento che prospetta direttamente sulla piazza. Addirittura senza muro di cinta.
Un disegno degli uffici comunali, datato 1901, mostra poi il profilo di questo benedetto muro sulla piazza sempre molto indietro rispetto a quello di oggi. E, per di più, con due muretti, che potevano fungere anche da sedili, ai lati del varco d'ingresso, con andamento a forma di U allargata in testa.
Un ulteriore disegno, sempre riferito ai primi del Novecento, mostra addirittura la recinzione realizzata con un muretto basso e, sul muretto, pilastri e ringhiera. Anzi in questo disegno si vede anche un'aiuola, al centro della piazza, con bassi cespugli, come una rotatoria ante litteram.
«A questo punto, con questa documentazione in mano, - sottolinea Lucia Acerra - dov'è dunque la storicità di questo muro per la difesa del quale tutto è stato bloccato? Con gravi danni per l'economia locale: per il Comune, per l'impresa appaltatrice dei lavori sulla piazza, per i lavoratori. E con gravi disagi per la circolazione veicolare, per i residenti, per la sicurezza anche.
«Italia nostra - conclude la presidente della sezione siracusana - è nata ed è sempre impegnata per la difesa, strenua difesa, del nostro patrimonio monumentale e paesaggistico, storico e culturale in genere. Ma tutto questo con la vicenda del muro di piazza Cappuccini non c'entra nulla. Non si può bloccare un'opera pubblica di rilevanza essenziale per difendere un muro che non ha alcuna rilevanza nè storica nè monumentale nè di alcun altro genere. Non si può difendere così pervicacemente un puro e semplice muro, il quale non è altro che un ostacolo per tutti e per tutto».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news