LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Alemanno: stop ai nuovi cartelloni
Francesco Di Frischia
Corriere della Sera - Roma 24/11/2011

L'intervento dei comitati dei cittadini che chiedono un'ordinanza di pubblica sicurezza
Il sindaco firma l'ordinanza. Rimossi due impianti in piazza Barberini

Prosegue la campagna di eliminazione degli impianti pubblicitari abusivi da strade e piazze della città. Dopo le operazioni di lunedì in zona Marconi ieri mattina, la task force, affiancata dal sindaco Gianni Alemanno e coordinata dall'assessore al Commercio, Davide Bordoni, ha rimosso due cartelloni fuorilegge in piazza Barberini. In totale saranno circa 100 gli impianti eliminati in tutto il centro storico. Chiaro il messaggio del primo cittadino alle imprese: «Chi ha un lato oscuro, sappia che smetterà completamente la sua attività». E ieri pomeriggio Alemanno ha firmato una ordinanza per «sospendere ogni tipo di nuovo impianto pubblicitario frutto di autorizzazioni, ricollocazioni e spostamenti fino all'approvazione del Piano regolatore degli impianti pubblicitari». «La campagna continua, ed insieme ad essa lavoriamo sull'inchiesta per capire chi ordina le affissioni — ha spiegato Alemanno dopo aver assistito alla rimozione di un cartello davanti al cinema Barberini —. Lunedì abbiamo fatto uno sradicamento di cartelli in piazza Meucci (zona Marconi), ma purtroppo abbiamo già rilevato che nella notte hanno iniziato di nuovo a rimettere i pali. Ora è importante approvare il Piano regolatore degli impianti e portare avanti la grande inchiesta affidata a Di Maggio. Il problema, infatti, è l'abusivismo e chi lo pratica in maniera sistematica. Queste imprese devono essere chiuse, sono una mafia». «Quando ci siamo insediati non esisteva neanche l'anagrafe dei cartelloni abusivi o autorizzati — ha fatto notare Alemanno —. Finalmente ora c'è un Piano regolatore a cui manca solo il voto del Consiglio: dall'anno prossimo avremo una regolamentazione che prevede l'eliminazione di qualsiasi impianto abusivo dal centro storico, salvo quelli di pubblica utilità. Il nostro obiettivo, infine, è chiudere tutte le imprese che operano illegalmente». Alcuni comitati di cittadini, riuniti in piazza Barberini, hanno chiesto al sindaco di promuovere un'ordinanza comunale di pubblica sicurezza e una moratoria che fermi le ricollocazioni dei cartelloni pubblicitari autorizzati, ma piazzati in posizioni inadeguate. Un'operazione inserita in quella più vasta che sta interessando tutto il centro storico della Capitale dove sono un centinaio i cartelloni non autorizzati. «Se è possibile farla legalmente, la faremo», ha assicurato. A proposito dei cartelloni abusivi, Alemanno ha aggiunto che «non c'è nessuna inadempienza, ma soltanto una cattiva eredità dal passato».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news