LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

POMPEI - Cos ho convinto la cordata francese a investire sul salvataggio di Pompei
GATY SEPE
IL MATTINO 9 novembre 2011

Dal Vesuvio alla Tour Eiffel. a Parigi, rue de Grenelle, che si gioca una delle partite decisive per il futuro di Pompei. Nella sede del Muse Maillol il 29 novembre verr ufficialmente annunciato l'impegno ad investire per Pompei degli imprenditori italiani e stranieri. Una scelta non casuale: perch Patrizia Nitti, la direttrice del Museo - dove fino al 12 febbraio in esposizione la mostra Pompei, un'arte di vivere - la vera artefice del progetto, che coinvolge Unesco e ministero per i Beni culturali, che potrebbe portare agli Scavi, nei prossimi 10 anni, almeno 200 milioni di investimenti privati. Nata e vissuta in Francia, ma figlia e nipote di napoletani - il nonno era lo statista Francesco Saverio - la Nitti ha lavorato a Pompei dall'86 al '90. Portare i soldi dei privati a Pompei era una sua vecchia idea? A Pompei ho lavorato con gioia e sofferenza, e ho imparato a conoscere pregi e difetti della zona. una memoria imprescindibile per la storia dell'umanit. Ho scoperto la magia di questo luogo nel mondo e la sua potenzialit economica, ma mi sono scontrata con impedimenti locali e ho immaginato in un connubio da sogno, la facilit di lavorare con un portafogli estero. Poi, quando ho lasciato l'Italia per tornare in Francia, Pompei rimasta sempre in un angolo del mio cuore. Cosa ha provato con il crollo della Schola Armaturarum? Ho visto l'intollerabile orrore del mondo e ho sentito il dovere di reagire. nata l'idea della mostra: avevo voglia di parlar bene di Pompei e ricostruire l'interno di una Domus dell'epoca bastato a dimostrare quanto fosse moderna ed avanzata quella societ. Ma ogni volta che sentivo i violenti attacchi all'Italia, quella vecchia idea - portare finanziamenti dalla Francia, dove gli investimenti sono defiscalizzati fino al 60%, a Pompei, ha cominciato a scoppiarmi nella testa. Come ha coinvolto il Consorzio Epadesa? Ho parlato con la presidente prospettandole i vantaggi che possono derivare dal legare l'attivit di un consorzio che riunisce le 2500 pi grandi imprese tecnologiche del mondo con l'immagine della pi avanzata citt antica. Il passo successivo stato quello con l'Unesco: da l' Epadesa e dall'Unione industriali di Napoli partita una lettera d'intenti con la disponibilit ad investire a Pompei per il direttore generale dell'Agenzia. Il 28 novembre, a Parigi, Unesco e ministero firmeranno la convenzione che permetter di aprire la gara su Pompei agli investitori privati, italiani e stranieri. Quanto e su che cosa investiranno gli stranieri? ,(Si parlato finora di 200 milioni in dieci anni, in base alle emergenze rilevate dal ministero, ma potrebbero anche essere di pi. Adesso si tratta di mettere a punto tutti i meccanismi tecnico-giuridici necessari. Il ruolo dell'Epadesa sar solo quello di finanziare interventi di restauro all'interno del sito archeologico, progetti e lavori, infatti, resteranno interamente in carico a Soprin tendenza e ministero. Che cosa si aspetta da questo progetto? Quando sar realizzato anche il piano di investimenti nelle infrastrutture dell'area messo a punto dagli industriali, che Pompei possa finalmente esprimere tutto il suo enorme potenziale per migliorare l'intero territorio. Allora sar soddisfatta: ho imparato tanto a Pompei, avr ripagato la lezione ricevuta.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news