LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il dramma di Genova fra polemiche e provocazioni
07 novembre 2011, 12:13



Giuliano Giuliani



Politica La mutazione del clima determinato dall'inquinamento, la natura tropicale delle precipitazioni, la cementificazione, i recentissimi tagli agli enti locali... Ecco, questo delitto a Genova non certo degli ultimi tempi. Pochi ricordano che la copertura del torrente Bisagno per dar luogo a piazza della Vittoria fu opera fascista negli anni trenta. Ma indubbio che anche in seguito l'edificazione non ha certo seguito criteri di difesa del territorio


Neanche il tempo di asciugare le lacrime per le innocenti vittime dell'alluvione e via con la politica, quella pi indegna ovviamente. All'inizio la parte del leone la fa una rete televisiva locale, per altro la stessa che aveva diffuso la sera prima la trasmissione di Santoro: il conduttore ripete fino alla noia, mentre scorrono immagini terrificanti, che "quelli" della giunta (guarda caso di centrosinistra) non fanno nulla, chiacchierano chiusi in una stanza. Poi si scatena la polemica sulle scuole rimaste aperte, decisione assunta dall'assessore giudicato da molti il meno credibile della giunta genovese, e forse l'unica sulla quale sia il caso davvero di polemizzare: ma tenendo presente che polemica stata rinvigorita dalla triste notizia della morte di una ragazza che col motorino aveva cercato di andare a prendere a scuola il fratellino.
Non ha ottenuto il dovuto rilievo la considerazione che quel maledetto torrente, il Fereggiano, in diciassette minuti cresciuto da uno a quattro metri, evento davvero non prevedibile; e che tutti, dico tutti, i disastri si sono originati da l: una bomba d'acqua che scendendo a valle lungo la strada omonima ha causato morti, feriti, devastazioni.

Quando la sindaca Marta Vincenzi nel primo pomeriggio arriva sui luoghi inondati c' stato tutto il tempo per associare a cittadini esasperati un po' di provocatori. E via con gli insulti e le minacce, mentre un esponente del predellino, incurante del ridicolo, invoca le dimissioni della terna: governatore della regione, presidente della provincia e sindaco, che sono tutti, ovviamente, di centrosinistra. Purtroppo, anche dalla sinistra oggi extraparlamentare si leva qualche voce stonata, mentre si possono comprendere le ragioni sottese di quelle, rivolte contro la sindaca, che si levano dal principale partito della coalizione: aria di primarie, tutto serve.

Per sentire qualche voce che riabiliti la politica, quella che vorremmo tutti poter riscrivere con l'iniziale maiuscola, occorre attendere il giorno dopo. E allora si ripassano in rassegna le vere cause. La mutazione del clima determinato dall'inquinamento, la natura tropicale delle precipitazioni, la cementificazione. Ecco, questo delitto a Genova non certo degli ultimi tempi. Pochi ricordano che la copertura del torrente Bisagno per dar luogo a piazza della Vittoria (dove celebrare non solo la fine della prima guerra mondiale ma soprattutto i fasti del regime) fu opera fascista negli anni trenta. Ma indubbio che anche in seguito l'edificazione non ha certo seguito criteri di difesa del territorio. Il cialtrone si anche permesso di ricordarlo, dimenticando le decisioni dei suoi governi sui condoni e lo scempio di Villa Certosa in Sardegna.

Solo qualche voce ha messo l'accento sui tagli agli enti locali, decisi dalla destra al governo. Proprio la bonifica sul Fereggiano ha rallentato a causa di queste drammatiche riduzioni dei fondi destinati, e meno male che alcuni edifici irresponsabilmente costruiti a ridosso del greto del torrente erano stati recentemente abbattuti nel corso della bonifica, altrimenti il bilancio delle vittime avrebbe assunto dimensioni catastrofiche.
Insomma, come sempre pi spesso ci capita, non si pu che invocare un ritorno della ragione, della cultura, della saggezza. Della buona politica, appunto.

http://www.paneacqua.eu/print_article.php?id=18980


news

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

26-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

Archivio news