LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LEuropa salva Pompei ma serve laiuto dei privati. Il commissario Hahn: lavori al via dal 2012
STELLA CERVASIO
MARTED, 08 NOVEMBRE 2011 LA REPUBBLICA - Napoli




Niente catastrofismi, ma lattenzione non deve calare, soprattutto contro il peggior nemico di questo sito: le infiltrazioni
LUe eserciter tutti i controlli necessari sulla spesa dei fondi, come per tutti i programmi operativi


DAL NOSTRO INVIATO
POMPEI - Via ai lavori nel primo trimestre 2012 e fino al 2015. Il commissario europeo ha detto s e i 105 milioni di euro sono tutti di Pompei. Ma non baster, e allora a cercare donazioni di privati bisogner mettersi dimpegno come ha fatto lUnesco, che ha gi siglato un primo accordo. Altra cosa importante: a decidere sulla spesa e sul metodo conoscitivo per la messa in sicurezza dei 1500 edifici della citt distrutta nel 79 d. C. e di nuovo a rischio in questo terzo piovoso millennio, saranno gli esperti. Ha detto proprio cos, il commissario per gli Affari regionali Johannes Hahn, stanco per la lunga camminata attraverso cardi e decumani e poi alle due porte che guardano Nola ed Ercolano, stanco ma incantato e sorpreso della grandezza di Pompei. LUe - aggiunge il commissario - eserciter tutti i controlli necessari sulla spesa dei fondi, come per tutti i programmi operativi. Una pratica cui lEuropa ricorre dabitudine, ma che per qualcuno suonata come lopportunit di arginare linvadenza della politica, o comunque di forze di segno diverso da quello della soprintendenza e dei tecnici. Un piano quadriennale concordato con il governo, che avr inizio proprio per scagionare danni da precipitazioni.
Giornata con un po meno attenzione alla passerella politica del solito. Forse per il governo in dirittura darrivo, forse per il clima di chiarimento che si creato sin dallinizio, la giornata a Pompei si rivelata costruttiva. Alla visita del commissario si accompagnata quella dei ministri Giancarlo Galan e Raffaele Fitto, con il sottosegretario con delega agli Scavi Riccardo Villari e il governatore Stefano Caldoro. Dopo un rapido incontro con rinfresco allauditorium ornato di orchidee e melograni, i protagonisti della giornata, accompagnati dalla soprintendente Teresa Elena Cinquantaquattro e dal direttore di Pompei Antonio Varone, insieme con il direttore generale del Mibac per le Antichit, Luigi Malnati, e il segretario generale del Mibac Roberto Cecchi, hanno percorso un primo itinerario solo apparentemente fuori tema. DallAnfiteatro, infatti, il commissario stato condotto fino alla Casa della Nave Europa (forse per tornare alletimologia del continente e dellorganismo per il quale lavora). Ma soprattutto, lungo il percorso ha appreso la notizia del giorno: parte delle acque pi ribelli di Pompei stata irregimentata, quella del canale del Conte di Sarno. Si tratta di uno dei flussi pi responsabili degli allagamenti allinterno degli Scavi, capace di rendere inagibili interi tratti e molti accessi alle domus: un canale artificiale che attraversa Pompei, risale al XVI secolo e che origina dalla sorgente Foce, la stessa da dove nasce il fiume Sarno. Responsabile dei lavori, terminati proprio ieri, larcheologa Luciana Jacobelli. Strano che a Pompei si parli sempre di irreggimentazione delle acque e che nessuno abbia prestato attenzione a questa importante novit.
Dopo la visita alla domus di via dellAbbondanza, il ministro Galan ha fatto una deviazione a Porta Nola, dove il 22 ottobre parte del manto lapideo della cinta muraria caduta, riaprendo la questione apertasi un anno fa, con il crollo della Schola Armaturarum. Le auto blu ministeriali hanno poi raggiunto Porta Ercolano, dove, nei pressi della Casa di Diomede che ha ispirato madame De Stal e Theophile Gautier, Galan si fermato ai muretti moderni: Sulle nostre carte del 1824 - ha spiegato la soprintendente Cinquantaquattro - quel pezzo di muro non esisteva. Risalgono al 1943 - ha aggiunto Galan - e pensare che per questi qualcuno ha chiesto le mie dimissioni. E si messo a scattare foto con il cellulare e a ricostruire simbolicamente un pezzo di muro caduto a Porta Ercolano, unico posto scampato ai sigilli della Procura. Niente catastrofismi, ma lattenzione non deve calare, soprattutto contro il peggior nemico di questo sito: le infiltrazioni. Occorre prima conoscere - ha continuato Galan - e poi intervenire costantemente con una manutenzione programmata. Entro la fine di novembre sar attivata la procedura perch le gare potranno essere bandite solo quando i fondi europei non saranno pi solo virtuali: Parte il monitoraggio - spiega la soprintendente - e la messa in sicurezza con la realizzazione di progetti di cui la soprintendenza gi dispone e le nuove progettazioni che nasceranno in seguito al monitoraggio. Per Caldoro i 105 milioni rappresentano il pi grande intervento degli ultimi decenni. importante intervenire con rilevamenti nelle aree a rischio anche attraverso la telesorveglianza a fibre ottiche. Nel pomeriggio il Consiglio superiore dei Beni culturali istituisce una cabina di regia per la sorveglianza ai lavori: con il direttore Malnati, ne fanno parte Andrea Carandini, Giuseppe Sassatelli, Giovanni Carbonara e Francesca Ghedini. A fine giornata restano le perplessit dellUgl dellOsservatorio patrimonio culturale, per i quali le cifre ballano ancora. Ci sono 60 milioni in cassa in soprintendenza ma i lavori di somma urgenza non sono stati fatti scrive il segretario Ugl Francesco Falco. Il responsabile dellOsservatorio, Antonio Irlando, invece parla di 50 milioni di lavori previsti prima dellestate ancora non cantierabili. Ma sulla manutenzione quotidiana come soluzione al logorio del tempo crono e meteorologico sono tutti daccordo.



news

19-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news