LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Cartelloni abusivi, il caso finisce in procura
LAURA SERLONI
DOMENICA, 06 NOVEMBRE 2011 LA REPUBBLICA - Roma




Esposto dei comitati dopo l´incidente con due morti. Bordoni: subito il piano regolatore



Anche il pdl Torre alla manifestazione in piazza Ara Coeli "Non ho mai ricevuto risposte"


Pubblicità negli spartitraffico. Cartelloni lungo le ringhiere dei percorsi pedonali. Maxi strutture a poche centinaia di metri l´una dall´altra. E impianti in zone off-limits che oscurano le paline degli autobus, quando non addirittura la visuale dei monumenti. Armati di un ricco reportage fotografico, i comitati si sono dati appuntamento ieri in piazza dell´Ara Coeli per dire basta alla "cartellopoli" romana.
"Ave Roma cartelloni te salutant": slogan e striscioni hanno aperto il sit-in. «Continuiamo a essere convinti che l´approvazione della delibera d´iniziativa popolare, sostenuta da oltre diecimila cittadini - spiegano dal comitato Basta Cartelloni - debba essere il primo passo per un´inversione di tendenza rispetto all´attuale disastro della cartellonistica pubblicitaria». E dopo la notizia che anche la ragazza a bordo della moto che si è schiantata contro un impianto abusivo sulla Tuscolana è morta, come il suo fidanzato, le associazioni presenteranno un esposto in procura «perché vengano chiarite tutte le responsabilità, sia della ditta proprietaria dell´impianto che dell´amministrazione comunale».
Anche Italia Nostra è intervenuta in difesa del patrimonio deturpato dalle réclame. E in piazza ieri c´erano sia maggioranza sia opposizione. «Da giugno ho presentato ben quattro interrogazioni su questo tema - spiega Antonino Torre, che è tra le file della maggioranza - Ma ad oggi non ho ancora ricevuto neanche una risposta». In prima fila Athos De Luca, consigliere comunale del Pd: «Dopo la morte della ragazza, chiediamo al sindaco le dimissioni dell´assessore Bordoni e comunque il ritiro della delega sulle affissioni. In quattro anni è riuscito a riempire Roma di impianti al punto da mettere a rischio la pubblica incolumità oltre a causare il degrado e lo scempio della città patrimonio dell´Unesco».
Il fenomeno ha raggiunto dimensioni devastanti, come ha denunciato anche il presidente della Telecom, Franco Bernabè, annunciando che non farà più pubblicità sugli impianti stradali. E a giorni dovrebbe aprirsi in assemblea capitolina la discussione sul nuovo Piano regolatore dei cartelloni (Prip). «Il mio appello si rivolge a tutte le forze politiche - sottolinea Bordoni - l´approvazione del piano, richiesta per legge dagli anni Novanta, è una condizione necessaria per debellare il fenomeno dell´abusivismo e tutelare il centro cittadino e le piazze storiche. Dopo vent´anni la città avrà regole certe e chiare che potrà far rispettare, principi condivisi con le Soprintendenze».
Intanto dall´assessorato fanno sapere che è stato chiesto ai vari gruppi della polizia municipale di proseguire con i controlli, in modo da avere una mappatura sempre aggiornata degli impianti irregolari. Ed è attivo l´indirizzo di posta elettronica segnalazioniaffissionicomune. roma. it, cui i cittadini possono inviare foto e segnalazioni di nuovi maxi-cartelloni.
I comitati, però, sono pronti a dare battaglia in aula: chiedono la riduzione dei metri quadrati di affissioni previsti nel Piano e che il Comune si doti di strumenti di controllo e repressione del fenomeno più efficienti rispetto a quelli finora inseriti nel Prip.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news