LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Porto Gurna a Stazzo obbrobrio da eliminare
LA SICILIA 03 Novembre 2011


Opportuno difendere la splendida visione del litorale, ma anche il molo va protetto adeguatamente



Il porto Gurna di Stazzo dove spesso si presenta il problema delle mareggiate Foto Consoli
Fa discutere ad Acireale l'intervento della Soprintendenza di Catania che ha sollecitato una rimodulazione dei lavori in corso relativi alla posa, a salvaguardia del porto Gurna di Stazzo, di cassoni in cemento armato volti a garantire una maggiore sicurezza nell'approdo utilizzato dai pescatori locali.
Infatti la presenza delle citate barriere, poste su due differenti livelli in corrispondenza della lunghezza del molo, fanno a pugni dalla terraferma con la visione di un buon tratto del litorale della Timpa.
Sulla questione ha preso posizione l'on. Nicola D'Agostino che, nel corso di una conferenza stampa, ha dichiarato: Agli occhi di tutti evidente lo sfregio che si consumato in questo luogo, e di conseguenza alla costa. Il porto ubicato in una zona centrale della frazione, per cui ci troviamo dinanzi a elementi che hanno finito con il deturpare l'area. Certamente dapprima nella fase progettuale e poi durante la stessa posa di questi cassoni, mancata la vigilanza da parte del Genio civile opere marittime e anche dello stesso Comune. La Soprintendenza, rimasta a suo tempo estranea dalle riunioni, giustamente adesso ha ritenuto opportuno fare emergere il problema, a quanto mi risulta anche nel corso di un recente incontro con gli organi interessati. Dinanzi a questo obbrobrio, ora necessario correre ai ripari utilizzando le somme in economia dell'appalto, cos da collocare in mare almeno i cassoni posizionati in atto posti al secondo livello. Non sarebbe certo una barriera perfetta come quella prospettata dai tecnici, ma comunque in grado di attenuare pur sempre il moto ondoso, restituendo la piena visione dei luoghi e permettendo infine la fruizione della scogliera.
Sull'argomento intervenuto anche il sindaco Nino Garozzo che ha dichiarato: E' bene sottolineare che i lavori non sono di pertinenza comunale, per cui non vi stata alcuna partecipazione alla redazione del progetto cos come non vi alcuna competenza. Ci siamo ovviamente interessati per la parte relativa alla condivisione sul territorio dei lavori, riscontrando i favori del comparto marittimo, con l'attivit lavorativa spesso a rischio per le mareggiate. Abbiamo pure formulato suggerimenti per ci che concerne opere interne quali la pavimentazione e l'illuminazione. Eventuali differenze di vedute tra uffici regionali non ci appartengono. Naturalmente, se possibile, non ci troveremo contrari a eventuali modifiche condivise. Ma alla base di tutto ci vi davvero la protezione del porto o vi dell'altro? Siamo proprio certi che la soluzione sia collocare in mare una fila ingombrante di cassettoni, cos deturpando pure i fondali assai pregiati, con la conseguenza di ave danneggiato anche la costa, senza perci avere protetto adeguatamente il porto che a sentire qualcuno in tal modo finir con l'essere ancora pi esposto di prima? Per quanto ci riguarda l'idea di mortificare i fondali non ci piace proprio!.
Nello Pietropaolo


03/11/2011



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news