LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Unit d'Italia, la beffa delle opere fantasma
FABIO TONACCI
La Repubblica 09-10-11







DOVEVANO essere i gioielli che l'Italia si regalava per i suoi primi 150 anni. Strutture tirate su per suscitare l'orgoglio degli italiani. E invece la storia ha preso un'altra piega, che racconta di ritardi e costi triplicati, denaro pubblico sprecato, accuse di corruzione, grandi opere gi ribattezzate grandi incompiute. L'auditorium di Isernia, ad esempio. Doveva essere pronto il 29 marzo scorso e costare 23 milioni, se ne spenderanno almeno 55 e per l'apertura toccher aspettare il prossimo anno. O il museo della Magna Grecia a Reggio Calabria. L'inaugurazione era fissata per il 31 dicembre, con il gran ritorno dei Bronzi di Riace.

Ma il restauro si bloccato, la ditta sta smobilitando. E ancora, il Palacinema sul Lido di Venezia.

Buttati via 37 milioni di euro per scavare le fondamenta prima di accorgersi che il terreno era pieno di amianto. rimasto un buco coperto da un pietoso telo bianco. Una metafora di come sono stati gestiti i lavori dei 150 anni dell'Unit d'Italia.

Poi ci sono i conti, che non tornano. Le nove grandi opere dovevano costare 374 milioni di euro ed essere realizzate, si legge nelle ordinanze del 2007, in tempo utile per i festeggiamenti. Siamo gi a 500 milioni e su nove solo due hanno rispettato la consegna. Alcune non apriranno nemmeno entro l'anno, altre faranno inaugurazioni fittizie. Mancano ancora 138 milioni e i soldi - questo il punto - sono finiti.

Alla Ferratella il coordinatore della Struttura di Missione Giancarlo Bravi, seduto sulla poltrona che stata di Mauro Della Giovampaola (arrestato nel febbraio del 2010 con l'accusa di corruzione), scorre con gli occhi le relazioni sullo stato di avanzamento.

I fondi non bastano - sillaba - ce ne servono altri dieci per Isernia e sei per Reggio Calabria.

Pausa. E poi, certo, c' il grande problema di Firenze... . Per risolverlo, quel problema servono altri 109 milioni di euro.

Il mega cantiere di Porta al Prato (54 mila mq, costo complessivo 265 milioni) un formicaio. Si lavora anche di notte per permettere al maestro Zubin Metha di tenere il primo concerto il 21 dicembre. Sar per un'inaugurazione monca. Per quella data sar s completato il teatro lirico da 1800 posti, previsto nel primo stralcio da 157 milioni (quando la gara stata vinta dalla Sac-Igit l'appalto era di appena 69 milioni). All'esterno per non ci saranno i parcheggi, i servizi, l'altro auditorium pi piccolo da mille posti. Lavori previsti nel secondo stralcio, da 109 milioni, privo di finanziamento. Bisogna rileggere la tabella dei costi per capire cosa successo.

La ristrutturazione del Teatro San Carlo di Napoli, affidata dalla Regione Campania alla Cobar per 54,7 milioni, costata 72,8 milioni. La gara finita sotto inchiesta. L'ampliamento dell'aeroporto di Perugia, con la nuova aerostazione di Gae Aulenti, i lavori da 25,8 milioni sono arrivati a 44. Il restauro del museo di Reggio Calabria, da 19,4 milioni a 22,8. L'auditorium di Isernia, aggiudicato a 23 milioni, coster pi del doppio. Colpa di un uso distorto dell'appalto "integrato" - spiega l'avvocato Andrea Mascolini dell'Oice, l'associazione che rappresenta le societ di ingegneria e architettura aderente a Confindustria - si fa una gara in base al solo progetto preliminare, con il criterio dell'offerta economicamente pi vantaggiosa. La ditta che vince in fase esecutiva fa sempre riserve al capitolato iniziale, non previste nel bando di gara. cos chei costi sono stati gonfiati.

Costi lievitati e ritardi. A Perugia i lavori finiranno a novembre ma la struttura sar operativa - spiega Bravi - solo a giugno 2012.A Reggio Calabria il sovrintendente ai Beni archeologici Simonetta Bonomi disperata: Non sono arrivati i 6 milioni promessi dal Cipe, mancano tutti gli allestimenti. A Ospedaletti, in provincia di Imperia, si chiedono perch i 24 chilometri della ciclopista del Parco del Ponente ligure, gi inaugurato, si interrompano all'improvviso proprio l.

Mancano un chilometro e mezzo di pista e una galleria di 400 metri.

Anche l'auditorium di Isernia in "odore" di incompiuta. Questo bestione da 30 mila metri quadrati aprir per il tempo di un concerto il 15 dicembre, per la chiusura del primo lotto. Poi, dopo gli applausi del pubblico, richiuder. Per il secondo lotto - negozi, cinema, l'anfiteatro, la galleria - mancano secondo la Struttura di missione dieci milioni. Almeno 23, sostiene invece Franco Valente, architetto molisano, che ha creato un blog- osservatorio sull'auditorium. Una cifra mai smentita dalla Struttura di Missione. Qui ha gestito tutto Fabio De Santis prima di essere arrestato - racconta Valente - si voleva addirittura finanziare la ricostruzione di una chiesa con i soldi dei 150 anni.

Paradosso nel paradosso, Isernia (23 mila abitanti) ha gi un altro auditorium e varie sale multiuso. Quei soldi - polemizza Michele Petraroia, consigliere regionale del Pd - si potevano utilizzare per dare una casa a quel 70 per cento di famiglie che, dopo il terremoto del 2002, vive ancora nelle baracche. Roba da diventare rossi come le camicie di Garibaldi.



news

23-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 giugno 2019

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

Archivio news