LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PAESAGGIO A RISCHIO - Agriturismo Ermo Colle
di Marco Benedettelli
09 settembre 2011, L'ESPRESSO



Allarme per il nuovo piano regolatore del sindaco Pd, che permetterebbe di costruire strutture turistiche nei luoghi cantati da Leopardi e finora sottoposti a vincolo. È bufera a Recanati. Dove si litiga anche per un parcheggio

Sempre caro mi fu quel bel parcheggio. Altro che vallate solitarie e poetiche colline, nella Recanati di Giacomo Leopardi pare ci sia una gran voglia di ruspe e mattoni. Nel 2005 ci provò un privato, che a suon di ricorsi e carte bollate voleva allargare un rustico scavando e costruendo sull'ermo colle, quello della celebre siepe dell'Infinito. Ora ritenta l'amministrazione comunale di centrosinistra, salita al governo della cittadina: lavora a una riforma dei vincoli urbanistici che rischia di avere maglie troppo larghe. E di mettere in pericolo i paesaggi leopardiani.
L'ultimo allarme paesaggistico viene infatti dalle indiscrezioni sul nuovo piano regolatore generale da 130 mila metri cubi voluto dal sindaco Francesco Fiordomo del Pd. Un piano che rimette mano al vincolo del 1952, posto allora dalla Soprintendenza sul versante ovest della città, proprio a tutela del paesaggio leopardiano per antonomasia. Il vincolo, rafforzato nel 2003, decadde appunto dopo il ricorso del privato che voleva costruire sulla collina dell'Infinito, e ora quel precedente potrebbe generare un effetto a catena a cui il nuovo piano non pare porre rimedio. Anzi: i proprietari potranno ottenere il cambio di destinazione d'uso in caso di ristrutturazione a fini ricettivi. Una deregulation degli agriturismi che prevede un "cono" protetto corrispondente al paesaggio leopardiano, questo sì, ma suddiviso in quattro fasce. Con possibilità, cioè, di aumenti di cubatura crescenti dallo zero fino al 35 per cento a seconda della zona. Solo su sei caseggiati storici è prevista la tutela integrale, garantendo però ai proprietari una compensazione in altre zone. Per il resto, insomma, il Prg che sarà votato a inizio autunno concede accorpamenti di cubature, costruzioni aggiuntive, parcheggi, piccole strade, ingredienti che rimettono in pericolo i panorami della celebre campagna della "donzelletta".
A gettare acqua sulle polemiche che montano nella valle del poeta ci pensa l'assessore all'Urbanistica di Recanati, Giacomo Galassi, che spiega a "l'Espresso" come all'interno del cono "nessuno potrà edificare ex novo fino a quattro o cinque chilometri dalle mura storiche, ma solo ristrutturare, seguendo criteri estetici e di colore; con l'obiettivo, dove possibile, di eliminare le brutture degli anni Sessanta e conservare l'antico. Con un'attenzione particolare per le piante: ad esempio niente palme".
La terra di Leopardi però sembra non trovar pace. Alla faccia dei "sovrumani silenzi" e della "profondissima quiete", a riscaldare ulteriormente il clima ci si mette la guerra fra sindaco ed ex sindaco per un parcheggio sotto le mura. Ancora sul delicato versante occidentale, sotto l'ospedale, in un terreno di proprietà del Centro nazionale studi leopardiani (Cnsl), il Comune ha deciso di realizzare un parcheggio pubblico di circa 50 posti. Per farlo ha avviato un esproprio nel dicembre scorso, scatenando le ire dell'ex sindaco e presidente del Cnsl Fabio Corvatta, che ha presentato richiesta di sospensiva al Tar delle Marche. Una sospensiva non tanto per salvaguardare il terreno da speculazioni, come sottolineano i maliziosi in Comune, quanto perché l'esproprio causerebbe un danno economico al Centro, che non potrebbe gestire i ricavi dei futuri posti auto a pagamento. La richiesta di sospensiva è stata rigettata per questioni formali, il Comune andrà dunque avanti. Con le rassicurazioni dell'assessore Galassi: "Si rispetteranno severi criteri: niente asfalto, solo erba". Come ai tempi di Leopardi. n



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news