LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Agrigento. Valle dei Templi, marchio da affidare a privati
LA SICILIA Mercoled 31 Agosto 2011



Proposta del sindaco Zambuto sulla scia dell'affidamento del Colosseo alle cure dell'imprenditore Diego Della Valle


Il piano. Il nostro patrimonio rappresenta un brand da utilizzare e da esportare



dario broccio

Agrigento.Il marchio della Valle dei Templi potrebbe essere ceduto ai privati per un determinato periodo di tempo in cambio di pubblicit e di sostanziosi investimenti nel territorio agrigentino.

E' l'ultima idea del sindaco Marco Zambuto, che si detto intenzionato a portare avanti una serie di progetti finalizzati a valorizzare e sfruttare l'immagine della Valle, cos come avvenuto a Roma per il Colosseo, che il sindaco Gianni Alemanno ha affidato alle cure dell'imprenditore Diego Della Valle, e come sta avvenendo a Venezia dove la Maison Luis Vuitton ha finanziato il restauro di importanti monumenti e opere d'arte.

La Valle dei Templi un simbolo internazionale - spiega il primo cittadino di Agrigento - che potremmo affidare ai grandi marchi e alle multinazionali in cambio di finanziamenti al Comune e al territorio a fini commerciali: per esempio, mettendo all'asta presso una grande casa come Sotheby's la possibilit di gestire per eventi e iniziative i templi e i santuari della Valle, come il tempio della Concordia, quello di Ercole o quello di Castore e Polluce. Gli investitori potrebbero sponsorizzare la ristrutturazione e la manutenzione, oppure utilizzare il marchio della Valle dei Templi per firmare le linee dei loro prodotti d'eccellenza da lanciare sul mercato. A mio avviso si tratta di un'idea da perseguire per valorizzare il nostro prestigioso sito archeologico e per garantire al territorio agrigentino un importante ritorno economico. In questo modo sar finalmente possibile raccogliere le risorse necessarie da investire nel turismo, nella conservazione e valorizzazione della Valle. Penso ad aziende come Luis Vuitton o Versace - continua Zambuto - che potrebbero sostenere, per esempio, la riedificazione del tempio di Giove, il pi grande della Valle, utilizzato come cava per la costruzione del porto di Porto Empedocle e per il quale stiamo raccogliendo i fondi e attivato un programma di ricostruzione.

Zambuto ha rivelato questo innovativo progetto durante un suo intervento a KlausCondicio, il programma tv di Klaus Davi in onda su YouTube.

La Valle dei Templi - continua il sindaco - rappresenta per Agrigento e per tutta la Sicilia un brand da esportare. Ha una storia millenaria, una delle rarissime testimonianze storiche della Magna Grecia ed patrimonio mondiale dell'Unesco. Dobbiamo assolutamente valorizzare e sfruttare la sua immagine. A tal riguardo ben venga anche un investitore straniero. Oggi con la globalizzazione dei mercati e dell'informazione necessario superare qualunque tipo di confine e affidarci ad ogni possibile mezzo per valorizzare al meglio le nostre risorse che sono, per quanto riguarda la Valle dei Templi, di spessore internazionale.

Questa l'idea che tuttavia appare particolarmente complicata da realizzare dal punto di vista giuridico.
E' assolutamente vero - conclude Zambuto -: il Comune, la Regione e l'Ente Parco archeologico Valle dei Templi dovrebbero sedersi intorno a un tavolo e trovare una soluzione tecnico-giuridica che soddisfi tutti, ma soprattutto che tenga conto degli enormi benefici che un'operazione simile potrebbe portare al territorio agrigentino che in questo momento non figura certo tra i pi ricchi, pur disponendo di potenzialit monumentali, paesaggistiche e naturalistiche immense.


31/08/2011



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news