LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - "La statua di Melotti va portata allEur Da settantanni dimenticata a Carrara"
LAURA SERLONI
MARTED, 30 AGOSTO 2011 LA REPUBBLICA - Roma

Appello al sindaco per lAlma Mater scolpita per lEsposizione del 42


Fu commissionata da Piacentini. I comitati "Quella scultura deve essere collocata allArchivio di Stato"


Chiusa nello studio Nicoli di Carrara da settantanni. LAlma Mater di Fausto Melotti, uno dei massimi maestri della scultura italiana, era destinata ad abbellire il piazzale dellArchivio di Stato allEur. Non mai arrivata a destinazione. E da oltre mezzo secolo aspetta di ricongiungersi con il suo "compagno" ovvero "Luomo con il bastone" che giace nel palazzo degli Uffici del quartiere nato nel 1942 per lEsposizione universale. Ora i comitati dellEur hanno scritto una lettera al sindaco, Gianni Alemanno, e alla Soprintendenza per chiedere che le prestigiose opere siano allocate l dove erano state pensate negli anni 30.
Un appello, dunque, per arricchire il patrimonio del quartiere. E un altol alle installazioni di dubbia qualit come Il Risveglio che per due anni rimasto allobelisco dellEur o le chiocciole rosa al palazzo della Civilt del Lavoro che non valorizzano la storia dellEur, dicono dal movimento "Atuttaleur".
La storia della statua "Donna con bambino" perigliosa. Creata da Melotti, incaricato direttamente da Marcello Piacentini, uno dei padri dellE 42 alla fine degli anni 30, sarebbe stata destinata a far mostra di s precisamente nel piazzale dellArchivio di Stato. Alta 5,20 metri, 35 tonnellate di peso, perfettamente intonata con lo stile dellepoca: ricavata dai grandi blocchi bianchi delle Apuane per esaltare la magnificenza della "Nuova Roma" dellEur, tutta di marmo di Carrara. Lartista, tra i massimi scultori dItalia e uno dei padri dellastrattismo, impieg quattro anni per realizzare i classici figurativi. Uno dei quali, "Luomo con il bastone", spedito a Roma nel 43, si trova ancora nel giardino del Palazzo degli Uffici allEur, mentre "LAlma mater" ancora oggi a Carrara ad attendere che qualcuno la prelevi. Al momento della spedizione infatti la statua si trov bloccata a Livorno perch le bombe avevano rovinato i binari ferroviari e fu riportata a Carrara. A riprenderla fu il maestro Gino Nicoli che da allora lha custodita e fatta custodire nel suo studio situato nel cuore della capitale mondiale del marmo. Notizie di cronaca dellepoca riportano infatti dellintenzione di riallocare nella sede originaria questa statua ma senza alcun risultato - spiegano Matilde Spadaro e Vincenzo Vecchio, consiglieri del municipio XII - Per questo motivo crediamo che sia giunto il momento di riparare a questo torto e chiediamo in nome del patrimonio culturale dellEur di affrontare finalmente la questione e di riportare ci che era stato creato per il quartiere e che costituisce di sicuro un indiscusso patrimonio culturale della nostra grande citt.
I gessi originali e i modelli esecutivi sono custoditi nello studio Nicoli. Non va interpretato come un unico e classico statuone fascista - racconta storica dellarte Francesca Nicoli - La scultore dovrebbe essere ricollocata con gli altri gruppi che andrebbero distribuite nella scalea della piazza dellArchivio di Stato progettata per ospitare queste opere.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news