LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MESSINA - La "tomba" d Antonello ripulita dalla spazzatura grazie all'impegno di volontari e scout.
NATALIA LA ROSA
GAZZETTA DEL SUD 29 agosto 2011

Un progetto per valorizzare e rendere fruibile l'importante sito archeologico anche ai turisti Uno dei pochi resti architettonici ancora visibili fra vegetazione e spazzatura.

Il sito splendido la suggestione enorme. Peccato che occorra un convinto sforzo di fantasia per immaginare quello che, purtroppo, oggi celato da terriccio e fronde. L'area archeologica di Ritiro, di fianco alla palestra comunale, all'inizio di via S. Jachiddu, dove sorgeva l'antico monastero di S. Maria del Ges superiore con la presunta tomba di Antonello da Messina, langue ormai da anni, anzi da quasi due decenni. Precisamente da quando, nel 1992, gli scavi avviati dalla Soprintendenza nel 1989, alla scoperta dei resti durante lavori stradali furono bruscamente interrotti per mancanza di fondi. In pratica, tutto ci che era stato scoperto dopo pazienti opere di scavo fu semplicemente recintato, lasciando che poi le intemperie, la natura e mani non sempre oneste facessero il resto. Nel 2006 l'area fu nuovamente ripulita e dotata di illuminazione, per poi tornare una giungla protetta da ringhiere. Chi oggi passa vicino a quel derelitto angolo di un rione ancor pi derelitto fatica non poco a credere a cosa ci sia sotto fronde selvagge e distese di rifiuti: i resti di un complesso monastico fondato dai carmelitani nel 1200 (da qui il toponimo "Ritiro") e poi ricostruito dai francescani nel 1400, danneggiato da alluvioni e terremoti fino alla completa distruzione nel 1908. Di esso erano stati portati alla luce un locale di sepoltura con sedili perimetrali per le salme dei defunti e una adiacente chiesa a pianta rettangolare, oltre a resti umani, frammenti di abiti e opere d'arte, come la lastra istoriata con inciso un sole raggiato, il cui originale oggi si trova nella chiesa di S. Maria del Ges a Ritiro. Proprio la parrocchia proprietaria del sito, sul quale per esercitata la sorveglianza dalla Soprintendenza. Entrambe, ovviamente, prive dei fondi necessari per avviare una concreta valorizzazione del sito. In attesa che le istituzioni si muovano, per, le sorti dell'area archeologica sono state risollevate dal costante impegno di un gruppo di volontari, aderenti alla cooperativa sociale Trapper che fa riferimento al presidente del consiglio comunale Giuseppe Previti. E proprio il capo del civico consesso, con tanto di tuta e ramazza, pi volte si impegnato con i "trappisti" e con gruppi di scout per ripulire l'area, lanciando appuntamenti telematici via facebook o dal sito della coop. L'ultimo lo scorso 6agosto, quando una radicale opera di pulizia, come racconta lo stesso Previti, stata condotta con l'ausilio di scout sloveni, gemellati ai messinesi del "capo" storico Michele Salvo, presidente della Trapper. Ben venti sacchi di immondizie varie sono stati raccolti, mentre la scerbatura 6 stata condotta con gli attrezzi acquistati di tasca propria dai volontari. Intanto, si prepara un progetto da presentare alla Regione per ottenere fondi con i quali valorizzare il sito e inserirlo in un circuito di fruizione turistica che capti anche i croceristi, mentre si guarda con attenzione anche al cronoprogramma 2010-2012 nel quale l'ex assessore al Risanamento Pippo Rao aveva inserito proprio il progetto di riqualificazione dell'area conventuale per 650.000 euro. Non sapremo mai se davvero Antonello, nato nel 1430 a Messina e qui spentosi nel 1479, fu sepolto in quel sito (nel suo testamento lo chiese espressamente, ma secondo il Vasari riposa invece a Venezia). Di certo, ci possibile (lo senz'altro per lo storico messinese Nino Principato) e basta questo per andare fino in fondo nell'iter di recupero. Altrove, con molto meno, si costruiscono solide fortune turistico-culturali: a Messina ora di svegliarsi.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news