LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Stime errate e norme illegittime. I tecnici bocciano la manovra
L'UNIT 24 agosto 2011

Inizia l'iter della manovra in Senato. Schifani interviene in Commissione. I tecnici del Bilancio accusano: disposizioni vaghe e cifre troppo ottimistiche. Non convincono neanche le previsioni sul Pil. BIANCA DI GIOVANNI

La norma sul contributo di solidariet dar un gettito sensibilmente inferiore a quello stimato, cos come la cosiddetta Robin Tax sui petrolieri. La disposizione sul taglio ai ministeri di difficile applicazione, quella sul Tfr dei pubblici dipendenti potrebbe risultare discriminatoria, per non parlare del comma 6 dell'articolo 1 - cio la parte che riguarda il riordino delle agevolazioni fiscali e il decreto su un eventuale aumento delle tasse indirette e le accise - che addirittura a rischio costituzionalit. Infine, ultima pillola avvelenata: il governo dovrebbe chiarire gli effetti del decreto di Ferragosto sul Pil, tema su cui Giulio Tremonti si limitato a confermare le stime del Def di aprile. Il mondo cambiato, ma il Pil italiano resta uguale. Credibile? Molto poco, cos come sono sotto osservazione parecchi capitoli della manovra. I tecnici della commissione Bilancio la impallinano con una sfilza di obiezioni. La relazione tecnica confezionata dalla Ragioneria non convince: i numeri sono poco credibili, le disposizioni troppo generiche. Dietro le norme si legge l'affanno per la rincorsa dei mercati. ITER Intanto in Commissione inizia la discussione generale, con un primo piccolo braccio di ferro con la Lega, che chiede pi tempo, almeno fino a marted, per preparare gli emendamenti rispetto al termine di venerd chiesto dalle opposizioni. Finir con un compromesso: le modifiche dovranno pervenire entro luned alle 20. C' chi ha gi deciso di intervenire, anticipando tutti: il ministro Giancarlo Galan, che chiede la soppressione dell'abolizione degli enti sotto i 70 dipendenti, e l'esclusione del personale con funzioni di tutela dei beni culturali dai futuri tagli. Oggi la discussione continuer, mentre da domani prendono il via le audizioni con le parti sociali e gli enti locali. Marted sar la volta delle istituzioni: Bankitalia, Istat, Corte dei Conti, Cnel. E il ministro? Per ora non si scopre: venire in parlamento senza un'intesa politica sarebbe come presentarsi davanti a un plotone d'esecuzione. Ci vuole tempo perch si arrivi alla quadra sulle modifiche: per ora il passaggio strettissimo. Ci pensa Renato Schifani a inviare un messaggio inequivocabile al parlamento. Con un gesto irrituale, partecipa alla prima seduta in Commissione. Ho soltanto augurato buon lavoro - spiega all'uscita - esprimo un invito a giudicare con grande attenzione le proposte di modifica, e a dare il massimo della professionalit in un confronto che sia il pi ampio, costruttivo e sereno possibile per l'interesse del Paese. Parole pesate con il bilancino, che di fatto invitano i parlamentari a evitare incidenti di percorso. Come dire: la manovra va varata in fretta. Ma pi si studiano le misure presentate dal governo, pi i nodi si affastellano. I tecnici della Bilancio si chiedono come mai, per valutare il gettito atteso dal contributo di solidariet siano stati considerati i redditi relativi al 2008, essendo disponibili quelli dei 2009. Utilizzando tali dati - scrivono - il gettito risulterebbe pari a 2,14 miliardi, cifra sensibilmente inferiore a quella stimata dalla relazione tecnica. Su quella misura pende anche il rischio di elusione, perch a causa del prelievo per i dirigenti potrebbe determinarsi un utilizzo pi ingente di fringe benefits al fine di ridurre il reddito. Durissimo il richiamo sulla disposizione che prevede la riduzione delle agevolazioni, e in subordine un decreto che rimoduli le imposte indirette. Tutto per recuperare 4 miliardi nel 2012. Per i tecnici la misura non compatibile con l'articolo 23 della Costituzione, che per un'imposizione fiscale prevede comunque una disposizione di legge con indicazioni precise. In questo caso l'unico vincolo il gettito: rastrellare quei miliardi. Poco attendibili anche i tagli ai ministeri (6 miliardi), che richiederebbero per alcune voci disposizioni di legge. Cos come non sono chiari i risparmi dalla diminuzione del personale. Insomma, c' molto da riscrivere.



news

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

20-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

Archivio news