LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trovato il numero magico per salvare la cultura
domenica, 21 agosto 2011 CORRIERE ADRIATICO

Lettere e Commenti





In una vecchia barzelletta il protagonista si alzava al mattino, faceva colazione, usciva e prendeva l'autobus, sempre ripetendo ossessivamente lo stesso numero. Probabilmente la stessa cosa capitata nelle scorse settimane al ministro Tremonti. Chiss quanto ci avr pensato il povero Giulio, che fatica trovare un numero neutro, non evocativo: il 90? La paura. No, per carit. Il 47? il morto che parla. Spiritosi. Il 68? no, no. Insomma, da dove salti fuori questo benedetto 70 non dato di sapere!

Fatto sta che, secondo il decreto appena varato dal Consiglio dei Ministri, gli enti ed istituti culturali e di ricerca che hanno un numero di dipendenti inferiore a settanta dovranno chiudere, senza appello: il numero dei dipendenti, dunque, assurto a criterio principe nella misurazione dell'efficienza e, quindi, dell'utilit o meno di un organismo. Lultima frontiera delle scienze aziendali! E cos non solo l'Accademia della Crusca, ma anche la Scuola Archeologica di Atene e unaltra vagonata di gloriose istituzioni che hanno dato lustro al nostro Paese andranno a scomparire, contribuendo in questo modo a completare lopera di desertificazione culturale operata gi nei settori dell'Istruzione e dell'Universit. Tutto ci in nome di quei tagli lineari, ovvero indiscriminati ed ingiustificati, degni di un moderno Ponzio Pilato che non volendosi prendere la briga, o la responsabilit, di cercare le vere inefficienze del Sistema Italia, pesca dallurna un numero e lo eleva a criterio oggettivo di valutazione. In fondo la stessa cosa che stata fatta con le Provincie: invece di chiedersi a che cosa servono e come esse si inseriscono, pi o meno utilmente, nel sistema delle autonomie locali, si scelto un numero, 300.000, e tirato una riga. Chi dentro dentro, chi fuori fuori.

L'ennesimo risultato dellevoluzione, o, meglio, involuzione, della democrazia in Italia, ridotta ormai ad un misto di regime plebiscitario e incancrenito sistema basato sul consenso, nel quale si cerca, cerchiobottisticamente, di accontentare tutti, di racimolare di qua e di l voti, preferenze, e in che modo? Conservando, anzi consolidando, le situazioni di potere, i cosiddetti diritti acquisiti, dunque promettendo al popolo di cambiare le cose, ma, in realt, lasciando tutto com', ad uso e consumo delle innumerevoli lobby e caste. evidente, quindi, che in una situazione come l'attuale, di difficolt economica e finanziaria, che, inevitabilmente, impone di ridurre drasticamente la spesa pubblica, in Italia difficile, se non impossibile, fare scelte non dico strategiche, ma almeno guidate da un briciolo di buon senso, per salvare e valorizzare ci che di buono c' in questo Paese. E allora, come in questa occasione, si estrae un numero. Ci si affida al caso.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news