LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IMMOBILI PUBBLICI - Dismissioni allo studio
20 AGOSTO 2011, LA SICILIA


I ministri della Semplificazione, Roberto Calderoli (a sinistra), e dellEconomia, Giulio Tremonti
Roma. Caserme e uffici pubblici nel mirino: tra le ipotesi, nel "cantiere manovra" ci sarebbero anche possibili nuove dismissioni del patrimonio pubblico. La misura potrebbe essere giocata durante l'iter parlamentare come ultima carta se saranno necessarie nuove risorse. La necessit di venire incontro alle famiglie, anche dopo le parole pronunciate dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente dei vescovi italiani, potrebbe essere una delle esigenze. Ma resta anche tutta la questione degli enti locali, ancora sul piede di guerra. Sulle pensioni invece si tratterebbe, perch una nuova stretta porterebbe entrate strutturali e non solo "una tantum" come nel caso della vendita di immobili pubblici o nella riedizione, a questo punto assai improbabile, di uno scudo fiscale bis.
il capogruppo alla Camera del Pdl, Fabrizio Cicchitto, ad indicare alcuni temi sui quali avviare una seria riflessione. Tra questi, appunto, anche il quoziente familiare e la vendita di una quota di immobili statali.
La possibile vendita di caserme e uffici pubblici sarebbe gi allo studio, riferiscono fonti di maggioranza, e tecnicamente il veicolo per fare queste operazioni potrebbe essere Fintecna, alla quale potrebbe passare una quota di immobili in cambio di liquidit immediata. Sull'entit di una eventuale operazione di vendite non trapelano cifre, ma evidente che su un patrimonio di oltre 500 miliardi di euro, anche una piccola quota in questo momento darebbe fiato al governo per ammorbidire alcune delle misure della manovra che non piacciono. E poi c' da considerare che, a parte le caserme, tutti gli uffici della pubblica amministrazione vedranno un ridimensionamento e dunque sarebbe possibile valorizzare le sedi.
Tra le misure pi criticate resta il contributo solidariet per i redditi oltre i 90.000 euro, perch da pi voci si chiede un alleggerimento per i contribuenti che hanno famiglia a carico. Per il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, il quoziente familiare va bene, pu lenire la ferita, ma non basta. Invece la tassa di solidariet va cancellata perch massacra il ceto medio.
Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega per le Politiche della famiglia, Carlo Giovanardi, intanto ha gi annunciato un emendamento per inserire nella misura un'attenzione alla famiglia. Abbassare la soglia del prelievo del contributo di solidariet a 80.000 euro per chi non ha figli a carico, per esentare dal pagamento le famiglie numerose. Questa in sintesi la proposta di modifica per non colpire i contribuenti con tre o pi figli, esentandoli del tutto dal contributo per un reddito inferiore ai 150.000 euro, e applicando agli importi superiori a tale soglia soltanto un'aliquota del 5 per cento
Sulla previdenza arriva lo stop del ministro leghista Roberto Calderoli: Non c' alcuna apertura, le pensioni stanno bene come stanno, dice. Ma da ambienti di maggioranza trapela che sulle questioni anzianit ed et delle donne la partita sarebbe invece ancora aperta. Calderoli ha anche parlato degli enti locali sottolineando che qualunque proposta migliorativa sar portata avanti. La Lega resta poi legata all'idea dell'anticipo del trattamento di fine rapporto in busta paga perch, fa notare sempre Calderoli, c' la necessit di garantire un potere d'acquisto ai cittadini.
Sempre fortemente critico, Guido Crosetto del Pdl per il quale questa manovra un male, non un'opportunit. E sempre Crosetto sostiene che le Camere cambieranno la manovra con la scure, non con il bisturi. L'Idv, invece, con il proprio capogruppo al Senato, Felice Belisario, preannuncia un emendamento alla manovra per salvare le feste civili ed impedire al governo di sacrificarne il valore storico, sociale e culturale per tappare le falle di una politica economica disastrosa.
Intanto a Palazzo Madama l'ultimo weekend di riflessione. Da marted partir l'esame alla Commissione Bilancio del Senato. Relatore lo stesso presidente Antonio Azzollini del Pdl.
Manuela Tulli


20/08/2011 LA SICILIA



news

24-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news