LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Mostra senza sponsor, stangata al Ducale
Enrico Tantucci
La Nuova Venezia 20/8/2011

Rincaro di due euro a biglietto per coprire le spese dell'esposizione sull'Egitto

VENEZIA. Stangata in arrivo per i visitatori di Palazzo Ducale e del circuito museale marciano. Dal 30 settembre e fino alla met di gennaio il biglietto d'ingresso al palazzo dei Dogi non coster pi 14, ma ben 16 euro, con un aumento che segue quello scattato gi ad aprile, quando il biglietto d'ingresso era passato da 13 a 14 euro. Il motivo sta nella mostra Venezia e l'Egitto. Una mostra caldeggiata dall'Autorit Portuale di Venezia che ha rapporti consolidati con Alessandria d'Egitto. Ma anche una mostra che costa e per la quale non si sono trovati, visto il momento economico, sponsor adeguati. Di qui il rincaro a tempo del biglietto: una stangata pro tempore che graver soprattutto sui turisti che arriveranno a Venezia.

Lesposizione si aprir appunto dal 30 settembre e sino a met gennaio nella Sala dello Scrutinio di Palazzo Ducale, la prima in collaborazione col nuovo corso del Governo egiziano post-Mubarak. Sullo sfondo dell'iniziativa, anche i rapporti commerciali tra il Porto di Venezia e l'Autorit Portuale guidata da Paolo Costa con la controllata Apv con il Comune uno dei promotori dell'iniziativa e quello di Alessandria, con l'avvio della nuova linea Ro-Pax Venezia-Alessandria-Tartous (Siria) gestita dalla Visemarline. Una mostra che costa e per la quale non si sono trovati, visto il momento economico, sponsor adeguati. Il rischio per la Fondazione Musei Civici dunque quello di un rosso tendenziale consistente le stime parlano di una cifra compresa tra i 400 mila e il mezzo milione di euro e per ridurlo non si trovato di meglio che "caricare" sui visitatori del Ducale e del circuito marciano con Correr, Museo archeologico e Salone Sansoviniano della Biblioteca Marciana, (molti dei quali quella mostra non vedranno mai) il sovrapprezzo, appunto con i 2 euro in pi a biglietto per la durata dell'esposizione. Chi vorr visitare Palazzo Ducale dovr quindi pagare il costo-mostra. E' previsto infatti un biglietto a 10 euro per chi voglia visitare solo la mostra Venezia e l'Egitto, ma non c' invece la possibilit di vedere solo il Ducale e il circuito museale marciano ai prezzi attuali, evitando l'esposizione. E' una decisione in linea con quanto fanno anche altri grandi musei come gli Uffizi quando ospitano mostre importanti si giustifica il segretario organizzativo della Fondazione Musei Mattia Agnelli presa dal comitato organizzatore in cui siedono Comune e Autorit Portuale. Non pensiamo che l'aumento avr conseguenze negative sul numero dei visitatori del Ducale, virato che almeno sino al 2012 i flussi turistici sono segnalati in crescita. L'aumento non si applicher inoltre sui gruppi per gli accorti gi presi da tempo con i tour operators, e a fine mostra il prezzo del biglietto d'ingresso torner a 14 euro. C' da dire che vero che musei come gli Uffizi praticano il sovrapprezzo sul biglietto in occasione di mostre comunque legate alle collezioni del museo ma partendo da livelli decisamente pi bassi. L'ingresso al museo fiorentino costa infatti 6,50 euro, aumentati a 11 con la visita attuale alla mostra Vasari, gli Uffizi e il Duca e si avvicina ai livelli veneziani (con 15 euro) solo con i costi del servizio di prenotazione per entrare nella Galleria all'ora che si vuole, evitando code e attese. Tornando al Ducale, sono circa 300 mila i visitatori abituali del museo veneziano nel previsato per la mostra Venezia e l'Egitto. Anche scartando la quota dei gruppi, a 2 euro in pi al biglietto, la Fondazione Musei dovrebbe riuscire a recuperare buona parte dei costi scoperti dell'esposizione ""trasversale" sui rapporti tra Venezia e l'Egitto partendo dall'et antica e arrivando al XIX secolo, con l'apertura del Canale di Suez. Dall'influenza dell'Egitto sulle opere dei grandi artisti veneziani del passato, ai rapporti legati al collezionismo e alla diplomazia, all'et delle grandi scoperte archeologiche in Egitto con protagonisti veneti come Gianbattista Benzoni. Un'ottima promozione per il Porto, forse meno per Venezia, con i visitatori del suo museo pi importante che non gradiranno chiamati a pagare i costi di un'esposizione la cui importanza culturale per la citt ancora da valutare.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news