LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Opere d'arte rubate, il clan dei galleristi
Lavinia Di Gianvito
Corriere della Sera - cronaca Roma 16/12/2004

Sono imprenditori, antiquari e restauratori. Hanno gallerie e societ in Svizzera e negli Stati Uniti. Fra loro c' Robert Symes, uno dei principali mercanti d'arte del mondo, amico di Paul Getty: fu lui, nel 1998, a vendere al museo del petroliere la Venere di Malibu, la scultura greca del V secolo che, secondo il tribunale di Enna, era stata trafugata negli anni Settanta nella zona di Morgantina, in Sicilia.
Secondo il pm Piergiorgio Ferri il Paul Getty Museum di Malibu, in California, ha acquistato negli anni una trentina di reperti archeologici rubati o frutto di scavi clandestini in Italia. Ma i sospetti pesano su tutti i pezzi sequestrati a Ginevra nel '95, quattromila oggetti etruschi, puli e pompeiani e altri ottomila riprodotti in foto. Symes indagato nella seconda tranche dell'inchiesta e, insieme ad altri sette presunti trafficanti internazionali, accusato di associazione per delinquere, ricettazione e falso: sono i fratelli libanesi Ali e Hicham Aboutaam, titolari della societ Phoenix ancient arts con sede a Ginevra e succursale negli Usa; Gianfranco Becchina, siciliano di Castelvetrano, proprietario di una galleria a Basilea; Fritz e Harri Burki (il padre, Fritz, nel '79 vendette la Statua di Sabina, moglie dell'imperatore Adriano, al Museum of fine arts di Boston), Angela Fiorella Cottier,
esperta doganale per il governo svizzero, proprietaria di una casa ad Assisi dove stata sequestrata un'urna cineraria etrusca; Rodolfo Giovinazzo, restauratore, finito agli arresti domiciliari due anni fa nell'ambito di un'altra indagine e poi tornato in libert.
Gli stessi reati erano stati contestati nel primo filone dell'inchiesta, chiuso con quattro richieste di rinvio a giudizio. Nell'udienza preliminare il gup Guglielmo Muntoni ha condannato a dieci anni, con il rito abbreviato, l'antiquario Giacomo Medici, 67 anni, che ha posseduto una galleria in via del Babuino, L'antiquaria romana, e un'altra a Basilea, l'Idra gallery. Durante le indagini un testimone lo ha definito uno dei migliori consulenti internazionali. Secondo il pm, Medici avrebbe commercializzato almeno diecimila reperti clandestini, per un valore di trenta milioni di euro. Il giudice ha invece assolto per non aver commesso il fatto lo svizzero Albert Henry Jacques, 74 anni, titolare del magazzino nel porto franco di Ginevra dove erano conservati i pezzi sequestrati nel '95. Era l'unico a dover rispondere solo di associazione per delinquere. Finalmente - dice il suo avvocato, Pier Francesco Sica - siamo riusciti a dimostrare che Jacques era un amministratore fiduciario: si limitava a gestire le societ dei clienti. Purtroppo ci sono voluti nove anni. Per l'ex curatrice del Paul Getty Museum Marion True, 56 anni, e per Emanuel Robert Hecht, 85 anni, un altro dei pi noti mercanti d'arte del mondo, l'udienza preliminare prosegue.
I difensori di Medici, Fabrizio Lemme e Susanna Spafford, ricorreranno in appello: C' stata un'interpretazione normativa che non condividiamo - precisa la Spafford -. Dopo nove anni di indagini il processo rimasto assolutamente indiziario. L'antiquario assicura di essere sereno e si difende: Io, che non ho mai avuto a che fare con la giustizia, mi trovo in questa situazione incredibile. I reperti erano tutti di provenienza lecita, come provano le fatture che ho depositato. Le foto erano cos tante perch, essendo un esperto internazionale, mi venivano richiesti in continuazione pareri. Mi hanno condannato in base a un teorema. E mi hanno accollato, come risarcimento, anche il mezzo milione di euro che la procura ha speso per i consulenti. I miei, per lo stesso lavoro, di euro ne hanno voluti diecimila.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news