LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Palazzo del Cinema vicenda amministrativa gestita molto male
Ennio Fortuna*
Gazzettino - Venezia 21/7/2011

*Ennio Fortuna consigliere comunale

La seduta, affollatissima, delle commissioni consiliari riunite a Ca Farsetti per ascoltare la relazione del Commissario Straordinario per il Lido e per la Mostra del Cinema si chiusa nella delusione generale. Molti speravano, con o senza qualche fondamento, di sentire il Commissario annunciare il superamento dei problemi e la imminente costruzione del nuovo Palazzo. Invece si detto che la Sala Grande subir un restauro radicale, che verr rifatto e aggiornato il percorso tra l'Excelsior e il palazzo del cinema, e che saranno riviste, ampliate e migliorate le attuali strutture. In sostanza le spese per il restauro (quasi quattro milioni anticipati dalla Biennale) suonano come una triste campana a morto per il nuovo Palazzo. Di questo rester soltanto il buco (mai un buco costato tanto), ma la progettata nuova costruzione non si far pi, o almeno non si far per molto tempo (impossibile essere pi precisi). Del resto non si sa pi nemmeno chi sarebbe competente a prendere la decisione. Tanto pi che diventa assurdo restaurare il vecchio Palazzo e costruire il nuovo. Evidentemente se la logica formale ha ancora valore, decidere per il restauro radicale del vecchio (con spesa rilevante per non dire ingente) ha senso solo se contemporaneamente si rinuncia al nuovo, almeno per molto tempo. Altrimenti si gettano al vento risorse importanti senza alcun costrutto. Personalmente trovo che mai una vicenda amministrativa stata gestita tanto male. Si nominato un Commissario Straordinario con il compito principale di costruire il nuovo Palazzo, e invece tutto lascia ormai supporre che un nuovo Palazzo non si far, mentre si procede ad un improvvisato e incerto restauro del vecchio. Ma per un restyling, ancorch impegnativo, dell'esistente non era necessario espropriare il Comune dei suoi poteri, costruire una darsena per mille barche, sconvolgere tutta l'isola con progetti faraonici in cui si indovinano interessi piuttosto vasti, ma non perfettamente chiari. Credo che il Comune (il Sindaco in particolare) debba a questo punto puntare i piedi, insistere per riconquistare i poteri amministrativi sull'isola (il Lido parte di Venezia), impegnarsi per una scelta definitiva sulla sorte del Palazzo del Cinema, irrinunciabile, se si vuole salvare una Mostra ormai declinante. Non detto che il Comune riesca dove il Commissario ha fallito, ma almeno la Giunta risponde al Consiglio Comunale e questo ai veneziani che votano. Non tutto ma qualcosa. C' poi il capitolo delle responsabilit. Anche questo va aperto al pi presto. Come stato possibile che un palazzo in costruzione fosse cosparso di amianto e che nessuno lo abbia sospettato o comunque abbia fatto nulla per accertarlo? Di chi la colpa? Non facile rispondere. Probabilmente la colpa di tanti, ma il numero ha importanza relativa. Chi ha sbagliato deve risarcire. Il denaro pubblico non va sprecato, e qui il minimo che pu dirsi che tanti soldi (di tutti) sono stati utilizzati male. Intanto il Comune deve promuovere un'inchiesta accurata e completa. Non si dica che non rientra nelle sue competenze, trattandosi dell'unico ente nel cui territorio sono stati commessi gli errori denunciati e anche dell'unico ente che ne sopporter le conseguenze. Capire che cosa sia accaduto esattamente il primo passo per rimediare agli errori, per evitare che si ripetano e, in definitiva, per recuperare le risorse disperse o male utilizzate.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news