LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TUSCANIA - Petizione per la riapertura del museo archeologico
IL TEMPO 14/07/2011

Le sale del piano superiore sono chiuse da oltre un anno per problemi strutturali
Indirizzata al Presidente della Repubblica e alle istituzioni




Una raccolta firme da inviare al Presidente della Repubblica Napolitano e per conoscenza a tutte le istituzioni interessate per ottenere la riapertura in tempi brevi delle sale superiori del Museo Archeologico Nazionale di Tuscania, chiuse da oltre un anno per motivi di sicurezza legati a problemi strutturali del tetto. L'iniziativa stata presentata dall'associazione culturale ViviTuscania al termine di una conferenza sulla necropoli di Guado Cinto. Il numeroso pubblico presente nella sala conferenze dell'associazione a palazzo Maccabei ha accolto con entusiasmo l'iniziativa. I sottoscritti, in qualit di cittadini di Tuscania o di sostenitori del Patrimonio Culturale Italiano - si legge nella petizione popolare - chiedono di intervenire fattivamente mettendo in atto qualunque strumento ordinario o straordinario che consenta la riapertura in tempi brevi delle sale superiori del Museo Archeologico Nazionale di Tuscania. Il Museo, simbolo della ricchezza storica e archeologica non solo di Tuscania, stato inaugurato nel 1988 ma completato successivamente, con grandi sforzi da parte della Soprintendenza dei beni archeologici dell'Etruria Meridionale, nel 2007. Ora per problemi riguardanti la sicurezza dovuti al possibile cedimento strutturale del tetto, da oltre un anno le stanze superiori sono chiuse al pubblico, nonostante l'impegno della competente Soprintendenza per ovviare all'inconveniente. Nella petizione si sottolinea che l'attuale situazione ha gi danneggiato l'immagine e l'economia della citt nella corrente stagione estiva. possibile sottoscrivere la petizione nei bar, nei ristoranti e presso la biblioteca comunale. Non indispensabile invece essere residenti a Tuscania, il museo rappresenta infatti un bene della collettivit nazionale. Un patrimonio artistico, storico e culturale che non pu avere confini. Dal giorno della chiusura delle sale superiori, il paese ha vissuto nell'attesa dell'avvio dei lavori di messa in sicurezza del tetto. stato un continuo susseguirsi di speranze che fino ad oggi non si sono realizzate - affermano i promotori dell'iniziativa - C' chi sostiene che i fondi necessari per l'opera siano stati stanziati e che i lavori avranno inizio il prossimo anno. I cittadini, stanchi di promesse e lungaggini, tentano la "carta" della petizione popolare per dimostrare la sensibilit e la partecipazione attiva della societ nei problemi che la riguardano direttamente. Tra i firmatari, ad oggi, anche politici di ogni colore ed amministratori. Tuscania reagisce, in massa, per difendere il territorio e le speranze di uno sviluppo nel quale il turismo ha un ruolo di primo piano.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news