LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LA MARCIA DI ITALIA NOSTRA : Messina: un no al ponte lungo un chilometro
Alessio Gervasi
L'Unit, 08.12.2004




No al Ponte, nei nostri mari vogliamo cozze e calamari . Erano pi di diecimila mercoled a Messina a cantare (e a marciare) contro l'ormai famigerato Ponte sullo Stretto. Una manifestazione voluta da tutte le associazioni ambientaliste, dal Wwf a Legambiente a Italia Nostra, Lipu, Sinistra ecologista - impossibile elencarli tutti - e che ha richiamato gente a frotte da ogni parte d'Italia, ma c' chi giunto fin quaggi anche dalla Germania. D'altro canto il Ponte sullo Stretto ormai una questione europea - come ricorda Anna Giordano del Wwf: La Comunit europea non finanzia progetti che danneggiano le aree protette e il Ponte comprometterebbe seriamente importanti aree considerate sic (sito d'importanza comunitaria) e zps (zona protezione speciale). Fra le bandiere e gli slogan in un corteo lungo un chilomentro sfilano politici di primo piano, come il leader dei Verdi Pecoraro Scanio: Noi siamo contrari al Ponte tout court. Da sempre. E chiederemo a Prodi di farne un motivo d'orgoglio, una ragione di tutto lo schieramento del centrosinistra per non rischiare di seguire la demagogia della destra su queste follie irresponsabili; ch durante la campagna elettorale del 2001 Rutelli venne da queste parti e fece pericolose aperture al Ponte, parlando di posa della prima pietra nella primavera del 2006, ma poi le urne non premiarono queste promesse e in Sicilia ci fu il famoso cappotto elettorale, quel 61 a zero che brucia ancora. Oggi comunque mi pare che pi o meno tutto il centrosinistra abbia capito che il Ponte un'opera inutile e che se ne pu parlare magari nel 2100.

E sul Ponte inteso come strumento per riscuotere consensi si sofferma anche Ugo Boghetta, responsabile dei trasporti di Rifondazione, che dichiara: Chi pensava che il Ponte portasse consensi si sbagliava di grosso e la manifestazione di oggi il segnale che il Paese sta cambiando e la risposta viene proprio dal sud. Noi stiamo promuovendo una raccolta di firme a sostegno di una proposta di legge per cambiare la ragione sociale della societ Ponte sullo Stretto in luogo di una societ per il patrimonio e i trasporti di Messina e di Reggio Calabria, per poter cos utilizzare gli stessi fondi previsti per il Ponte migliorando sul serio la viabilit e i servizi che da queste parti purtroppo mancano. Ma a dirla tutta, da questa parte dello Stretto mancano soprattutto le Istituzioni e quella che la 13esima citt d'Italia ha pi commissari che sindaci e dirigenti. La poltrona di primo cittadino vacante da quando Peppino Buzzanca - uomo del senatore di An Nania, che da queste parti conta parecchio - stato sospeso dall'incarico per esser stato condannato per peculato quando era ancora presidente della Provincia di Messina, subito prima di venir eletto sindaco. E a Messina sono commissariati Comune, Ente Fiera, Azienda di Soggiorno, Istituto Autonomo Case Popolari, Ente Teatro, Ente Porto. Forse un record. Sicuramente un segnale inequivocabile che qualcosa qui non va per il verso giusto. Eppure il Governo preme sull'acceleratore per realizzare il Ponte, che gi costato pi di 200 miliardi di vecchie lire dal 1971 (anno di costituzione della Societ Stretto di Messina) ad oggi.

In questo bailamme c' una voce fuori dal coro e che non ha aderito alla marcia di ieri: l'ambientalista storico Folco Quilici, che ha dichiarato che con queste proteste si rischia di essere oscurantisti. Ma i diecimila di ieri mattina non ci hanno pensato su tanto e allegramente alla fine della marcia continuavano a canticchiare: Tutelate i vostri interessi, che Berlusconi vi ha fatto tutti fessi... .



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news