LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Progetto Cultura con cuore a Milano
Pierluigi Panza
Corriere della Sera 23/6/2011

Mecenati. Dopo quelli di Napoli e Vicenza, Intesa Sanpaolo aprir un altro museo, con una superficie doppia di Brera. Seguir Torino
Gallerie di Piazza Scala: una casa per l'arte, da Canova al Futurismo
Giovanni Bazoli: Ci sentiamo fortemente impegnati nel fare cultura per fare l'Italia

Limpegno dei banchieri nell'arte risale alla Firenze del Rinascimento: Medici e Strozzi erano committenti e collezionisti, stabilivano i prezzi delle tele e costruivano gloria o sfortuna di maestri e citt. L'iniziativa del gruppo bancario Intesa Sanpaolo di aprire nelle sue sedi storiche di Milano un grande museo - con spazio espositivo che risulta doppio rispetto a quello della Pinacoteca di Brera (8.300 metri quadrati espositivi) - nel solco di questa tradizione, che l'ipercapitalismo nichilista appariva aver cancellato. E parzialmente cancellato persino a Milano, dove sino all'et di Mattioli, Olivetti e Mattei la finanza e l'impresa avevano svolto un ruolo determinante nello sviluppo civile, accanto a quello del cattolicesimo ambrosiano. Cos, dopo il museo Diocesano aperto anni fa, e dopo l'inaugurazione del civico museo del Novecento l'autunno scorso, ora la prima banca italiana destina ampi spazi per esporre opere d'arte: inizialmente saranno 200, ma entro il 2012 circa mille tra quelle del suo patrimonio costituito da diecimila pezzi. Questa iniziativa fa parte di Progetto Cultura, un vasto impegno della banca nel campo dei Beni culturali. Un impegno che comprende la gi avvenuta apertura di palazzi storici diventati musei (Palazzo Zevallos a Napoli e Palazzo Leoni Montanari a Vicenza, pi una prossima apertura a Torino) e l'iniziativa Restituzioni, con la quale la banca ha finanziato il restauro di 600 opere indicate dalle sovrintendenze. Si tratta di un progetto - ha dichiarato il direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli introducendo ieri la presentazione dell'iniziativa - che un'offerta nazionale e federalista insieme, perch intende unire e non dividere. Il nuovo museo milanese si chiamer Gallerie di Piazza Scala e dar vita a un nuovo quadrilatero - cos non ci sar solo quello della moda. Coinvolge quattro palazzi storici riadattati dall'architetto Michele De Lucchi (il Comitato scientifico del progetto costituito da Gianfranco Brunelli, Aldo Grasso e Fernando Mazzocca). Si tratta di Palazzo Anguissola, un edificio commissionato dal conte Antonio Anguissola a Carlo Felice Soave nel 1775; l'ampliamento di questa dimora realizzato nel 1829 dal maestro del neoclassicismo Luigi Canonica; l'adiacente Palazzo Brentani-Greppi e l'ex sede della Banca Commerciale, costruita su piazza Scala da Luca Beltrami tra 1909 e 1911 in stile rinascimentale. Nelle oltre venti sale ricavate all'interno di questi spazi le opere saranno collocate con particolare attenzione al rapporto tra genere figurativo e contesto decorativo. A met settembre aprir la prima parte di questo intervento, quella di Palazzo Anguissola dedicata alle collezioni del XIX secolo. Qui saranno esposte 200 opere provenienti sia dalle collezioni della banca sia da quelle della Fondazione Cariplo (i 35 quadri sui 767 di propriet della nostra fondazione ha dichiarato il presidente della Cariplo Giuseppe Guzzetti) con particolare attenzione per la stagione romantica e risorgimentale. Ci saranno opere di Francesco Hayez, Gerolamo Indur, Angelo Inganni, ma anche di Mos Bianchi, Gaetano Previati e Aristide Sartorio. Un allestimento particolare sar qui riservato ai bassorilievi del Canova. Entro la fine del 2012 sar inaugurata anche la seconda parte, quella di Palazzo Beltrami su piazza Scala, dove saranno ospitate le collezioni del '900: si tratta di 2.700 opere a disposizione (probabilmente esposte a rotazione). Si partir dai Futuristi, Balla, Depero per passare a De Chirico e De Pisis, quindi al Movimento Arte Concreta, al Gruppo degli Otto, sino alla Poesia visiva, all'Arte Povera (Paolini, Boetti e Merz), Burri, il Concettuale, la Pop-art e la Nuova Figurazione. Ci dovrebbe essere spazio anche per il contemporaneo (Beecroft) e per qualche maestro extra-moenia: Picasso, Kandinsky e Warhol. Successivamente, Progetto Cultura coinvolger anche l'adiacente Casa del Manzoni. Il presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, ha sottolineato che questa iniziativa prende il via tra due date strategiche: quella dei 15o dell'Unit d'Italia e quella 2015 dell'Expo milanese. Noi ci sentiamo fortemente impegnati nel fare cultura per fare l'Italia in questo momento di crisi della coscienza civile, ha dichiarato Bazoli. Si ritiene che l'intervento delle banche oscilli tra filantropia e sponsorizzazione: noi cerchiamo di esprimere originalit e responsabilit come nel nostro modo di fare banca. Il ministro per i Beni e le Attivit culturali, Giancarlo Galan, ha invitato artisti e intellettuali a non dividersi sull'articolo g della Costituzione (protezione del patrimonio), a seguire il metodo di questa iniziativa e a non stare sempre all'opposizione, perch si perde un'occasione per riformare il Paese. Sul via al progetto Grande Brera, atteso da mezzo secolo, Galan ha onestamente dichiarato: Non ho cinque anni davanti; posso solo dire che, per me, una priorit. Rassicurati i vertici di decine (forse centinaia) di enti e fondazioni che si avvalgono dei fondi di Intesa e di Cariplo per le loro attivit (il museo si aggiunge in un coordinamento generale, ha assicurato Bazoli), resta difficile, per ora, valutare quale peso una galleria cos imponente potr avere su Milano in termini di marketing urbano. Soprattutto perch pur con materiale differente, come confida Mazzocca queste collezioni raddoppiano quelle del Museo dell'Ottocento di villa Belgiojoso (un secolo, all'oggi, ritenuto poco glamour dai circuiti chic) e del Museo del '900 all'Arengario. Per cui, quello di Intesa Sanpaolo un progetto per continuare a fare di Milano una capitale del sapere accessibile ai cittadini, come ha dichiarato il neosindaco Giuliano Pisapia (era presente anche Letizia Moratti), ma deve trovare forme di raccordo con gli spazi espositivi gi presenti e vicini. Il problema sar dunque cercare di spiegare ancora una volta che Milano non solo la citt del lavoro, del calcio e delle boutique, e nemmeno esclusivamente del Cenacolo e del Teatro alla Scala. Ma quando si fondano troppe leggende poi difficile decostruirle o aprirsi al futuro e all'altro.



news

23-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 23 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news