LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VII RAPPORTO FEDERCULTURE: NEGLI ULTIMI DICI ANNI IN CAMPANIA SONO CRESCIUTI I CONSUMI CULTURALI.
Notiziario Marketpress di Marted 21 Giugno 2011






Pozzuoli, 21 giugno 2011 - Il Rapporto Annuale Federculture il volume che ogni anno presenta con dati e indicatori un ampio quadro delle dinamiche in atto nel settore della cultura in Italia. La settima edizione dal titolo La cultura serve al presente. Creativit e conoscenza per il benessere sociale e il futuro del Paese, stata presentata a Pozzuoli allHotel Agave. La fotografia che emerge, nonostante un anno difficile su molti fronti - crisi economica, incertezza dei finanziamenti pubblici, provvedimenti normativi penalizzanti -, per molti aspetti positiva: la domanda di cultura mostra vitalit e dinamismo. La spesa delle famiglie italiane per ricreazione e cultura continua a rappresentare circa il 7% della loro spesa totale e tra il 1999 e il 2009 in termini assoluti aumentata del 24,3%. Anche i dati sulla fruizione culturale nel 2010 registrano un andamento positivo, a partire dal teatro con un incremento del 13,5% rispetto al 2009, seguito dai concerti di musica classica che vedono un aumento del 5,9%, da mostre e musei +3,8% e dai siti archeologici + 2,3%. Per quanto riguarda proprio i consumi e la fruizione culturale i dati relativi al territorio della regione Campania sono mediamente in linea con il trend nazionale. Le percentuali di residenti campani che dichiarano di fruire nel tempo libero di intrattenimenti culturali sono per, nel dettaglio dei diversi settori, al di sotto delle medie italiane in particolare per alcune attivit culturali come la frequentazione di musei e mostre 19,7% e del teatro 18,9% (rispettivamente 30,1% e 22,5% a livello nazionale). Levoluzione dei consumi culturali nella regione diviene per decisamente positiva se se si considerano le variazioni degli ultimi dieci anni. Complessivamente in Campania dal 2000 al 2010 i consumi culturali sono cresciuti in tutti i settori e in particolare nel teatro con un +17,4%, i concerti +8,7% e il cinema +20,8%. Sul fronte dello spettacolo dal vivo, con riferimento allanno 2009 ultimo consuntivo annuale disponibile -, il territorio campano evidenzia una tenuta della spesa del pubblico, +0,6%, e un buon incremento del volume daffari aumentato dell11,5%. Nel primo semestre 2010 landamento del settore decisamente positivo: la spesa del pubblico per le attivit di spettacolo dal vivo, in Campania supera gli 88 milioni di euro, crescendo del 13%. Nelle varie province, a parte quelle di Benevento e Salerno che registrano una flessione, il dato sempre in aumento con picchi molto alti come quello di Avellino e Napoli dove la spesa segna rispettivamente un +27% e +20%. I dati 2010 relativi ai visitatori di musei, monumenti, aree archeologiche statali a livello regionale mostrano che la Campania tra le regioni nelle quali gli ingressi aumentano di pi, ben il 7,7%, pari ad un totale di oltre 6,2 milioni di visitatori. Andamento dunque in linea con quello nazionale che, dopo un biennio di calo, presenta dati sui siti culturali statali che tornano ad essere positivi sia in termini di visitatori +6,42%, che di introiti +7,49%. Riprende quindi quel trend in salita che negli ultimi 15 anni ha visto crescere costantemente i visitatori degli istituti statali, aumentati nel periodo del 30,3%. Nella classifica nazionale dei siti statali naturalmente si segnalano le performance di quelli campani che compaiono nei primi posti: Pompei secondo sito pi visitato in Italia che, nonostante le complesse vicende dello scorso anno, registra un incremento dei visitatori dell11%, la Reggia di Caserta al settimo posto con un +7%, gli scavi di Ercolano al diciottesimo che segnano una crescita dei visitatori dell1,3%. Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli che si colloca al sedicesimo posto della classifica perde invece l8% degli ingressi. La presentazione del Vii Rapporto Federculture a Pozzuoli stata anche loccasione per presentare il progetto I Campi del Sapere, unagenzia turistico culturale promossa da docenti universitari ed imprenditori locali. Allevento hanno partecipato Agostino Magliulo (Sindaco di Pozzuoli), Mario Marotta (Presidente dellagenzia turistico culturale I Campi del Sapere), Claudio Bocci (Responsabile Ufficio Sviluppo e Rapporti Istituzionali Federculture), Riccardo Dalisi (Universit Federico Ii di Napoli), Patrizia Ranzo (Seconda Universit di Napoli), Gian Carlo Carrada (Universit Federico Ii di Napoli e Presidente del Comitato Scientifico de I Campi del Sapere), Antonio De Simone (Universit Suor Orsola Benincasa di Napoli), Giovanni Fulvio Russo (Universit Parthenope di Napoli), Ennio Maccari (Universit La Sapienza di Roma), Fabio Borghese (Universit di Salerno), Ernesto Schiano (amministratore delegato Logica scarl). Lincontro, moderato da Claudio Calveri si concluso con un intervento di Vito Amendolara, assessore allAgricoltura della Regione Campania.

http://www.marketpress.info/notiziario_det.php?art=173969


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news