LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VICENZA - E i restauri svelano poco noti gioielli del Rinascimento
Alessandra Agosti


MOSTRE. A palazzo Leoni Montanari, sede di Intesa Sanpaolo, ottanta opere recuperate

Il fregio della villa medicea di Poggio a Caiano e un prezioso quanto monumentale arazzo fra i pezzi pi belli dell'esposizione aperta fino all'11 settembre

21/06/2011



A Firenze, dove la prima edizione non solo vicentina della sua storia si chiusa nei giorni scorsi, ha richiamato oltre 170 mila visitatori: una cifra eccezionale per una mostra dedicata a opere restaurate. E ora, allestita nella sua sede naturale alle Gallerie di Palazzo Leoni Montanari a Vicenza, "Restituzioni. Tesori d'arte restaurati" pronta ad emozionare ancora, dando ai visitatori un'estate di tempo - fino all'11 settembre - per ammirare i risultati dell'ultima campagna di recupero, durata due anni e realizzata su un'ottantina di opere: piccole e grandi testimonianze del nostro passato artistico, salvate dal degrado grazie a questo progetto promosso e curato, dal 1989, da Intesa Sanpaolo, in collaborazione con numerose Sovrintendenze e con alcuni partner di notevole spessore. Un percorso lungo, impegnativo ed entusiasmante, che in questi ventidue anni ha coinvolto finora oltre 600 opere e reperti archeologici (restituiti a circa 150 siti in giro per la Penisola, chiamati a garantirne la difesa e la fruibilit al pubblico), con l'intervento di un centinaio di restauratori e altrettanti studiosi.
Le opere dell'esposizione vicentina - con il prof. Carlo Bertelli come curatore scientifico e il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali - sono dunque uno spaccato dell'arte italiana dall'VIII-VII secolo a.C. al neoclassicismo.
Tra i pezzi di maggior pregio, da citare il magnifico fregio in terracotta invetriata della villa medicea di Poggio a Caiano (Prato), considerato testamento culturale di Lorenzo il Magnifico. Affidato a Bertoldo di Giovanni ma realizzato da pi mani, come evidenziato proprio dagli studi compiuti durante questo restauro, nei suoi 14 metri di sviluppo racconta "La sorte dell'Anima", affidandola a una teoria di figure a rilievo che si stagliano bianche e lucenti su un fondo d'un azzurro intenso, con alcuni tratti d'un verde sfumato e tocchi dorati e violacei. Datato intorno al 1490, il fregio, ricchissimo di dettagli, colpisce per l'impatto e la forza espressiva.
Altro pezzo forte della mostra l'imponente arazzo in lana e seta "Il traviamento del figliol prodigo". Databile tra il 1515 e il 1520, fu realizzato dalle Manifatture di Bruxelles come elemento della cosiddetta "Serie Blu", donata dal duca di Milano Francesco II Sforza alla chiesa ducale di Vigevano. Grazie a 17.520 ore di lavoro di restauro da parte dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, fra il 2005 e il 2010, i suoi circa 27 metri quadri di superficie sono tornati a raccontare la parabola biblica, aprendo una finestra privilegiata sull'arte raffinatissima del '500, ricca di dettagli minuti. Per salvare l'arazzo sono scesi in campo Intesa Sanpaolo, Ministero, Museo del Tesoro del Duomo di Vigevano, altri istituti di credito e l'Arpai, l'Associazione per il Restauro del Patrimonio Artistico Italiano presieduta da Paolo Marzotto e diretta da Gian Antonio Golin, vicentini.
Dalla collaborazione con Arpai e Opificio delle Pietre Dure di Firenze per nato anche un altro grande intervento di questa edizione: il recupero del Tabernacolo dei Linaioli del Beato Angelico (datato 1433-1435) tra i massimi capolavori del Rinascimento. Troppo delicato per essere rimosso dal suo sito (il Museo di San Marco a Firenze) comunque presente alla mostra grazie ad alcune postazioni multimediali, che ne consentono un'attenta esplorazione.
Ma molti altri sono i gioielli recuperati da "Restituzioni". Da ricordare, tra gli altri, il San Michele Arcangelo, scintillante nel suo rivestimento argenteo e dorato, capolavoro della plastica barocca napoletana, dipinti di Dosso Dossi e Paolo Veronese, terrecotte di Gian Lorenzo Bernini e numerosi reperti archeologici, molti di area veneta.
La mostra aperta dal marted alla domenica dalle 10 alle 18.

http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Cultura_e_Spettacoli/263158__e_i_restauri_svelano_poco_noti_gioielli_del_rinascimento/


news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news