LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ANCONA - La rivoluzione silenziosa
corriere adriatico, 20-06-2011





Ancona Il Savoia un simbolo, perch in un luogo cruciale, perch lultimo istituto superiore a lasciare il centro per approdare nella citt che si trova oltre le gallerie. Ma solo uno degli immobili che viaggiano verso cambi duso che trasformeranno territorio e funzioni. Quasi lintero centro, un piano regolatore a s. In stand by da anni. Sia dove le destinazioni sono previste e le pratiche avviate - vedi lex Enel, lex Stracca, il PalaVeneto, il San Martino e lex Pie Venerini -, sia dove le varianti vanno ancora adottate. Una partita giocata con ritardo estremo, quasi fuori tempo massimo.

A chiusura delle scuole ormai avvenuta, il Comune non ha ancora fatto gli atti utili alla vendita o al riuso. Cos per lex Lancisi, vuoto dal trasloco a Torrette. Gli edifici della Regione di via Oberdan e via Cialdini sono gi residenziali. Ma lindecisione sul resto ha portato la citt dritta alla crisi, alla perdita di valore degli immobili. Ora il rischio di svendere. Ora, il mercato a decidere. Il Comune perde capacit di indirizzo e di gestione. Le regole si invertono: sempre pi il pubblico deve avvalersi del privato per raggiungere qualche obiettivo, monetizzando le trasformazioni (ex Enel, ex Pie Venerini) o col piano casa.

Una raffica di contenitori

Il Savoia sar libero terminati gli esami di maturit. Per la sua posizione, si d per scontata una destinazione terziaria, con parziale utilizzo residenziale forse degli ultimi piani. Banche, uffici. C chi dice la nuova biblioteca (ma con quali soldi?). E perch non invece alloggi universitari anche privati? Di sicuro una quota di parcheggi: un centinaio di posti funzionali alledificio stesso. La palestra verrebbe demolita per migliorare la viabilit. E gi libero lex Ipsia di via Curtatone, comunale. Lultima ipotesi prevede di trasformare le officine in un parcheggio da 200 posti e la zona aule ad uffici, per trasferire i servizi sociali e quelli scolastici dal viale della Vittoria e l dare in affitto gli appartamenti.

Un salto al Cardeto. E sempre pi urgente il recupero dellex caserma Stamura, che la Politecnica ha in convenzione dallo Stato. C lex Birarelli, statale, proprio allanfiteatro. A due passi: un parcheggio al vecchio carcere, dove Ralph Erskine ipotizzava la scalinata della rinascita del centro storico. Inizia a farsi largo unipotesi per lex convento San Francesco, del Comune: un ostello della giovent (prima ipotizzato allex Angelini, poi al Nautico), che potrebbe usufruire di finanziamenti dedicati: basta decidere. In stand by il riuso ad alloggi dellex caserma Fazio.

Nella spina dei corsi, adesso. Nulla si sa dellex cinema Astra: acquistato dal Comune per lauditorium del Pergolesi, chiuso. C chi ipotizza di chiederne la sistemazione a chi recuperer lex Metro, ma ancora non si sa come n quando. Mentre avrebbe bisogno di una variante lex sede del consiglio regionale, angolo via Astagno-corso Stamira.

Il dilemma Salesi

Rione Adriatico, ora. Giusto gioved la maggioranza si spaccata in commissione urbanistica sulla trasformazione del Poliambulatorio del Viale in residenze e uffici. Sul Salesi si gioca una partita doppia. La Regione attende la variante per vendere limmobile: un hotel a picco sul mare, residenze. Tutto fermo. Gi, perch in ballo c il nuovo presidio pediatrico a Torrette, ma il progetto? Il vecchio Dorico: un parcheggio da 700-800 posti, attrezzature sportive. Non pi residenze. E lultima occasione per il Comune di rimodulare uno spazio fondamentale. Ma si torna al punto di partenza: la sostenibilit economica.

Si cancellano con unaltra variante lo studentato e la Rsa (privata) dallex Umberto I. La residenza per gli anziani sfuma anche dallex Lancisi: per la Regione, meglio le residenze private. Il Comune pensa almeno di spuntare una quota di residenze in affitto per le giovani coppie, per qualche anno.

Ma quali sono le necessit del centro? Intanto posti auto, specie per i residenti, si dice. E poi i servizi: incredibile ma vero, ha aperto un generi alimentari in via Fanti. Si dice che il Guasco sar unaltra cosa quando arriver il Comune in piazza Stracca. Ma sembra comunque legato al mercato il riuso di molti spazi, anche a bar e ristoranti. Il centro storico si presta poco. Senza contare il fatto che prima delle brioche bisognerebbe provvedere alle cose di base: pulizia delle strade, manutenzione del verde, inquinamento delle navi, segnaletica. Sacrosanto. E recuperare identit. Magari pulendo le mura storiche, da via Cavorchie alla Cittadella.
alessandra camilletti,



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news