LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CLT - Spot con Bronzi di Riace: si accende la polemica
09-06-2011 il VELINO.it




Il Velino presenta, in esclusiva per gli abbonati, le notizie via via che vengono inserite.



Calabria, 9 giu (Il Velino) - Si infiamma la polemica sullo spot turistico della Regione Calabria che ha nei Bronzi di Riace i testimonial deccellenza. Lo spot pubblicitario sta girando su tutte le tv, sui giornali, sulle radio e nelle grandi citt dItalia per promuovere le bellezze calabresi in vista della stagione estiva, ma c chi storce il naso. C chi proprio non ha mandato gi una raffigurazione dei Bronzi di Riace che si animano, parlano, scelgono tra mare e montagna come se fossero turisti qualsiasi, sfogliando un album fotografico con alcuni scorci Calabresi. Tra questi c il Commissario di Confindustria di Reggio Calabria, Pippo Callipo, che ha parlato dello spot come un filmato demenziale, dicendo di sentirsi offeso e indignato come se avessero deriso la mia dignit di calabrese. Per Callipo, lo spot stata una visione grottesca perch pubblicit pi dissacrante e irriverente non potesse essere ideata. vergognosa, i Bronzi vengono ridicolizzati. Merocled sul Corriere della Sera, in prima pagina, Gian Antonio Stella ha scritto un articolo in cui dice che i Bronzi, nello spot, mostrano chiappe e pudenda come due bulli di un club nudista (come se nella realt fossero con mutandine, canottiera e blue-jeans...), citando poi larcheologo calabrese Salvatore Settis che ha criticato la scelta di calabresizzare i Bronzi. Settis aggiunge che lo spot che arrossendo di vergogna ci tocca vedere in tv esibisce i due venerandi Bronzi trasformati in giovanottoni volgarissimi e abbronzati, degni del seguito di Cetto La Qualunque, che fanno a pari e dispari esibendo chiappe e quantaltro.

Settis ha anche detto che questo uso irrispettoso e volgare dei Bronzi rischia di dar ragione a chi, come il ministro Galan, dice che la Calabria non li merita e si accoda a chi ha criticato, nelle ultime settimane, la spesa della Regione per questo spot: 2,5 milioni di (quasi la met rispetto alla campagna pubblicitaria di Oliviero Toscani realizzata nel 2007), che per non il prezzo o il costo dello stesso spot (nessuno sarebbe cos pazzo da poterlo solo pensare), ma bens, ovviamente, la somma dellinvestimento per veicolare lo stesso spot sui media nazionali. A prescindere da giudizi assolutamente soggettivi sullestetica, sulla simpatia e sullefficacia dello spot (che sar comunque verificabile alla fine della stagione estiva presso le sedi competenti degli operatori turistici Regionali), comunque non la prima volta che opere darte, statue e luoghi-simbolo vengono utilizzati per scopi pubblicitari, spesso e volentieri anche molto meno nobili rispetto alla promozione turistica.

il caso della Fontana del Nettuno di Bologna, utilizzata nello spot del Lisomucil che possibile osservare su Youtube anche con altre versioni e poi riprodotto in una veste aggiornata, qualche anno dopo, considerata la sua efficacia commerciale. Ma non solo... c anche la Statua della Libert depressa. S, stanca, spossata, fiacca e abbacchiata sempre l, dritta, in piedi al sole e al caldo dellOceano Atlantico. Nel 2001 lha utilizzata Polase con uno spot molto divertente a cui ha fatto seguito. Il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti,ha rilasciato la seguente dichiarazione: Sono francamente divertito da queste polemiche. I blog sono in queste ore intasati di commenti e, guarda caso, la stragrande maggioranza condivide loriginalit del progetto e lidea innovativa, la concezione di trasmettere un messaggio che riesce ad attrarre lattenzione. La creazione dello spot - dice Scopelliti - frutto del lavoro di giovani calabresi e vorrei sottolineare che il costo dello stesso spot di appena cinquanta mila euro, unautentica inezia rispetto ai costi esorbitanti del passato, con nessuna commissione pagata ad agenzie intermediarie. Oggi lo spot ha creato un dibattito e sicuramente tutto questo fa bene alla Calabria e questo stesso dibattito d anche pi forza alla nostra idea di lavorare per una Calabria positiva e nuova. Non voglio sfuggire alloggetto della polemica, cio lutilizzo dei Bronzi: tutti hanno sempre parlato della bellezza e dellunicit delle due statue. Oggi vogliamo far parlare della loro unicit e anche della loro vitalit, che ha acceso un dibattito, torno a ripetere, positivo per la nostra regione. Ma da qui a dire che i due Bronzi sono tamarri o che li abbiamo offesi o dissacrati credo ce ne corra.

(red/cal) 9 giu 2011 09:12




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news