LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Serino. Anfore, brocche e piatti del IV secolo a. C. erano state riposte nel portabagagli dell'auto
07/04/2011 IL MATTINO




Serino. Anfore, brocche e piatti del IV secolo a. C. erano state riposte nel portabagagli dell'auto, occultate in una scatola e protette con cuscini. I reparti archeologici, dall'inestimabile valore, viaggiavano insieme a un cittadino italo-svizzero di 43 anni, già pensionato, che risulta residente nella confederazione elvetica. L'uomo, che era diretto a casa dell'anziano genitore residente a Serino è stato fermato dall'alt dei militari dell'Arma diretti dal maresciallo Michele Liccardi. Quello che si prospettava come un normale controllo ad un posto di blocco si è rivelato subito un fermo dai risvolti clamorosi. All'apertura del cofano, infatti, la curiosità dei carabinieri è stata immediatamente attratta dallo stratagemma attuato per proteggere le cinque anfore in terracotta che, anche all'occhio profano dei militari, sono apparse di sicuro pregio artistico. Il sospetto che potesse trattarsi di materiale archeologico è cresciuto quando il quarantatreenne non ha saputo fornire spiegazioni. E' stato così che, condotto in caserma, è scattato il sequestro di tutta la merce: 5 anfore in terracotta, con pitture in smalto nero raffiguranti figure geometriche e soggetti umani, di altezze comprese tra 16 e 32 cm, un contenitore in terracotta a figure geometriche e umane, una brocca in terracotta a vernice nera, un manufatto in terracotta a forma di uovo, con rappresentazioni umane ed animali, un piatto in terracotta, con immagini di pesci e molluschi, del diametro pari a 37 cm e tre paia di orecchini, di diversa forma e dimensione, in oro grezzo e argento. Dalla perquisizione nell'auto dell'italo-svizzero sono spuntati successivamente dei fogli manoscritti sui quali erano impressi elenchi di nomi, oggetti e prezzi che ora sono al vaglio degli inquirenti. Dall'analisi di questi dati potrebbero venire fuori indicazioni utili per risalire alla provenienza e alla destinazione dei reperti. Prima di procedere alla denuncia, tuttavia, i militari dell'Arma si sono accertati dell'originalità della merce sequestrata chiedendo l'immediato intervento in caserma di alcuni tecnici della Soprintendenza ai beni culturali delle province di Avellino e Salerno. Gli esperti, dopo qualche ora, non hanno tardato ad emettere il loro verdetto catalogando il materiale sequestrato tra i «beni archeologici di rilevante valore storico-artistico-archeologico e verosimilmente risalente al IV secolo avanti Cristo». Poi, a casa del padre hanno rinvenuto un anello in bronzo e 57 monete in bronzo e argento, di diverse forme e dimensioni risalenti all'epoca romana. Tra anfore, brocche e monete, però, è poi spuntata fuori anche una pistola di fabbricazione spagnola, calibro 7,65 e completa di caricatore e 26 proiettili, detenuta dall'anziano padre che l'avrebbe acquistata all'estero ma mai denunciata in Italia. E' stato così che, dopo aver proceduto ai nuovi sequestri, i carabinieri di Serino hanno denunciato padre e figlio per il reato di ricettazione con riferimento al materiale archeologico. Per il genitore la posizione si è aggravata fino all'arresto con l'accusa di detenzione abusiva di armi. Malgrado ciò, alla luce delle sue precarie condizioni fisiche e dell'età avanzata, al pensionato è stato concesso il beneficio degli arresti domiciliari. m. i.



news

28-08-2021
Allarme Archivio Centrale dello Stato. La petizione disponibile su change.org

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

Archivio news