LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I soldi e l'orgoglio. Le idee del ministro Galan per far vincere la cultura
Nicoletta Tiliacos
Il Foglio 26/3/2011

Roma. Il nuovo ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan, ci dice di considerare con interesse le sollecitazioni indirizzategli ieri dalle colonne del Foglio. E di prendere "come un complimento involontario" il richiamo del responsabile Cultura del Pd, Matteo Orfini, alla cancellazione del condono sulle quote latte, che poteva essere l'alternativa alla nuova tassa sulla benzina come fonte di risorse per il Mibac, "visto che la battaglia che ho sostenuto contro quel condono ha contribuito al mio spostamento dall'Agricoltura alla Cultura. Partiamo da qui, dal fatto che la cultura italiana non vissuta come centrale dal paese, dal sistema politico e mediatico, mentre lo . La cultura deve ritrovare credibilit e chi ci lavora deve ritrovare l'orgoglio". Per questo, spiega Galan, "da ministro per i Beni e le attivit culturali desidero che il governo nella sua interezza, non il potente ministro dell'Economia, possa decidere quando, se e come tagliare le risorse della cultura. Se ne deve discutere nel governo e nel Parlamento. Accolgo volentieri quello che mi sembra un invito al dialogo da parte di Orfini e gli dico che non saprei quali potrebbero essere le cose sulle quali dividersi aspramente. Da presidente della Regione Veneto ho avuto spesso dalla sinistra - non dovrei dirlo - il sostegno che mancava da parte di altri". Nel merito, "Orfini parla dei problemi legati all'utilizzo del personale, e della necessit di riempire certi vuoti spaventosi che si sono creati negli ultimi anni. Ecco, la prima cosa che mi ha sorpreso, a quarantotto ore dal mio arrivo al ministero, di aver trovato trentotto incarichi ad interim nelle sovrintendenze". Gioved Galan ha incontrato brevemente, uno per uno, "tutti i direttori generali. Ho ascoltato problemi e idee e far presto la stessa cosa con i direttori regionali. Ma quei trentotto interim significano, per dirne una, che il sovrintendente di Parma anche sovrintendente delle gallerie dell'Accademia di Venezia. Non va. Si tratta di storici dell'arte, di architetti, di archeologi, di intellettuali e ricercatori che custodiscono un immenso patrimonio, da tutelare anche attraverso attivit di studio, e che a volte devono far fronte a tre incarichi". Galan parla poi degli enti lirici, "dove vanno combattuti certi sindacalismi assurdi di cui parlava ieri anche il Foglio, le famose indennit di frack [sic] e spada, e dove vorrei inaugurare un sistema di collaborazione. Da presidente del Veneto ho dato pi soldi all'Arena di Verona e alla Fenice di Venezia, a patto che collaborassero. Perch, allora, un grande spettacolo della Scala non pu andare al San Carlo e viceversa?". A proposito della politica dei commissariamenti e del ruolo dei privati, Galan ricorda l'esempio positivo "della Fenice, ricostruita in quattro anni grazie a un commissario straordinario. Nel campo della cultura, credo tuttavia iella funzione prioritaria dello stato. Credo che comuni, stato e privati debbano collaborare, e che l'utilizzo dei finanziamenti del privato debba avvenire nel rispetto della consapevolezza che certi patrimoni sono della nazione. Orfini stia tranquillo. Non voglio trasformare i Bronzi di Riace nella Coca-Cola. Ma potr pormi il problema di quanta gente va a visitarli, l dove sono?". Un'ultima battuta sulla querelle Roma-Venezia a proposito dei due festival del cinema. Galan parla di "contrapposizione grottesca e infondata. Lo dicemmo subito, con l'allora sindaco Cacciari: Parigi non fa un festival del cinema se c' gi Cannes. La Mostra veneziana, fondata nel 1932, il settore cinema della Biennale, verso la quale lo stato italiano ha un obbligo di sostegno fondamentale. Roma vuol fare il suo festival? Lo faccia, ma da ministro devo preoccuparmi della Mostra. Roma il cinema, perch negarlo? E' un posto che il cinema lo fa, che ha aiutato la rinascita della passione cinematografica in Italia con la straordinaria idea dell'estate a Massenzio. Ma la Biennale di Venezia e la sua Mostra - cos come gli Uffizi o Brera o Pompei o l'area archeologica di Roma o le biblioteche come la Casanatense e la Marciana - sono le priorit".



news

23-07-2017
La Rassegna Stampa aggiornata al giorno 23 luglio 2017

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

04-07-2017
A proposito della differenza fra povert e scelta. Intervento di Pier Giovanni Guzzo

03-07-2017
Libert di panorama anche in Italia: un ordine del giorno della Camera dei deputati

01-07-2017
SALVIAMO IL MUSEO NAZIONALE DARTE ORIENTALE DI PALAZZO BRANCACCIO DALLA CHIUSURA!

26-06-2017
Ricordo di Philip Gossett, di Vittorio Emiliani

21-06-2017
Lettera aperta a Franceschini sulle demolizioni nel centro storico di Cosenza

17-06-2017
Presa di posizione dei Comitati tecnico-scientifici Mibact su stadio Roma e abrogazione vincolo

14-06-2017
Emiliani ricorda Olivetti

07-06-2017
Avviso per la selezione di un'associazione di volontariato

31-05-2017
Musei negati ai pensionati poveri, perch?

30-05-2017
Ne lavoce online si parla di musei

27-05-2017
A Giuliano Volpe il Premio Troccoli Magna Grecia

22-05-2017
ARCHITETTURA E DEMOCRAZIA - Incontro con Settis al Salone del Libro

15-05-2017
Al voto la nuova legge sulle demolizioni. E scatta l'allarme: "Si rischia l'abusivismo legalizzato"

11-05-2017
Appello urgente: Stanno demolendo la via Alessandrina

05-05-2017
RADIO 24 su economia dei musei

27-04-2017
Question Time di Franceschini

26-04-2017
Circolare n.15/2017 SG: Decreto del Presidente della Repubblica 13 febbraio 2017, n. 31, recante: Individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura semplificata.

26-04-2017
L'esportazione del patrimonio artistico della nazione e le post verit del ministro Franceschini, di Tomaso Montanari

24-04-2017
ELENCO DEI TECNICI DEL RESTAURO

21-04-2017
Un musical non valorizza il patrimonio

18-04-2017
CUNSTA - Patrimonio e calamit: la parte degli storici dellarte

Archivio news