LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La lettera Bondi: la Costituzione, le parole di Calamandrei e il vero responsabile dei tagli ai Beni culturali
Bondi Sandro
(11 dicembre 2010) - Corriere della Sera



Caro Direttore, Beppe Severgnini ha ricordato nell editoriale pubblicato gioved, allo stesso modo del maestro Barenboim, l articolo 9 della Costituzione, come atto d accusa nei confronti del governo e del sottoscritto in particolare, a causa dei cosiddetti tagli alla cultura. A proposito di questo continuo ricorso - solo per quando fa comodo - alla nostra Carta costituzionale, mi sovvengono le parole di uno dei costituenti, Piero Calamandrei, il quale disse che la nostra Costituzione programmatica. Pi che principi immediatamente vincolanti, conteneva un proposito di riforme, in ossequio ad una rivoluzione che si posticipava. Questo vale anche per la cultura. La Repubblica - detta l articolo 9 - promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Non dice per come. Il tutto viene rinviato, per ogni altra questione, alle singole leggi ordinarie. Siccome mi sono stufato di ascoltare discorsi sui massimi sistemi e di ricevere critiche che ritengo per la maggior parte infondate e ingiuste, voglio solo rivolgere ai lettori de Il Corriere della Sera alcune domande, se mi permesso. Sapete chi ha inferto il colpo pi duro alla cultura e all operativit del ministero dei Beni culturali in questi ultimi anni, proprio nel compito che gli affidato di tutelare il patrimonio storico artistico della Nazione? Non il sottoscritto, non il tanto vituperato governo Berlusconi e neppure l ottimo ministro Tremonti, il quale peraltro a onore del vero non ha mai dichiarato che la cultura non si mangia. A molti probabilmente dispiacer apprenderlo, ma il massimo responsabile stato il governo Prodi, che, con la Legge finanziaria del 2008, ha introdotto il meccanismo per cui i proventi della bigliettazione, i fondi lotto e altre entrate del ministero dei Beni culturali non affluiscono pi direttamente al ministero stesso, ma sono riassegnati all Economia (per essere successivamente restituiti nei limiti per del 50%, poi gradualmente ancora ridotti). Questo provvedimento ha ridotto in un colpo solo di circa 150 milioni di euro il bilancio gi striminzito del ministero della Cultura. Che cosa hanno da dire i difensori della cultura? Perch allora il coro degli intellettuali di sinistra non ha speso una sola parola contro questo assurdo provvedimento, mentre oggi si sgola a chiedere le mie dimissioni? Sono stato perfino accusato di aver disertato la prima della Scala, che Severgnini considera addirittura imbarazzante. Anche qui valgono i fatti. Come ha ricordato anche il sovrintendente, ho il merito di aver approvato una riforma degli enti lirici e di aver proposto l autonomia della Scala. Credo che questi risultati del mio lavoro siano pi importanti della scelta di non prendere parte alla prima rappresentazione perch impegnato a votare al Senato la Legge finanziaria. E che dire della difesa del paesaggio? Chi ha difeso il Pincio e l Agro Romano? La giunta Veltroni o l attuale ministro della Cultura, che viene fatto passare, con il sistema della menzogna e della violenta denigrazione personale, come nemico della cultura? Rispondano, per favore! Io riconosco come uomini di cultura quelle persone che sanno riconoscere con obiettivit e spirito di verit i meriti come le responsabilit, che amano confrontarsi con la dura realt e cercano di trovare delle soluzioni possibili ai problemi. Io non riconosco come uomini di cultura coloro che comunemente abbracciano la faziosit, l intolleranza, le due verit. Verso questo mondo che vive di frustrazioni, di un malinteso senso di superiorit, di odio verso chi la pensa diversamente, avverto una totale estraneit. Sandro Bondi Ministro per i Beni e le attivit culturali P.S. Sul caso Pompei mi permetta solo di sottolineare che solo il tempo render giustizia al mio operato e riveler l inaudita campagna di stampa che stata ordita non solo contro di me ma soprattutto contro l immagine dell Italia, al solo scopo di colpire politicamente il governo.



news

29-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 29 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news