LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Archeologia e lavori a capo Malfatano: il pm ascolta Minoja
Mauro Lissia
La Nuova Sardegna, 14 novembre 2010

CAGLIARI. Entra nel vivo linchiesta della procura della Repubblica sul progetto immobiliare da 140mila metri cubi che la Sitas impegnata a realizzare a tempo di record alle spalle della spiaggia di Tuerredda e nellarea storica di Malfatano: il pm Daniele Caria ha sentito il sovrintendente ai beni archeologici Marco Minoja. Caria, che indaga contro ignoti, ha sentito Minoja come persona informata sui fatti. Il sovrintendente ha chiarito la posizione del suo ufficio sui ritrovamenti archeologici di cui ricco il sito al centro dellintervento di edilizia turistica. A pochi passi dalla spa il centro benessere in costruzione vicino alla spiaggia sono emersi circa un anno fa i resti di una fornace di epoca romana e altri manufatti in corso di classificazione. La sovrintendenza ha imposto alla Sitas la presenza di un archeologo per monitorare lo scavo e ha bloccato la realizzazione di un modulo di circa cinquanta stanze. La societ ha osservato le prescrizioni ma in seguito ha chiesto allufficio regionale tutela del paesaggio di poter recuperare la volumetria persa in unaltra area della propriet, circa 800 ettari suddivisi in cinque piani di lottizzazione. Listanza stata ritirata perch leventuale spostamento della volumetria avrebbe rimesso in discussione lintero progetto: una variante in corso dopera sarebbe stata valutata in base alle norme del piano paesaggistico regionale, che la Sitas ha potuto aggirare grazie al fatto che il comune di Teulada aveva il piano urbanistico approvato allentrata in vigore della legge salvacoste, a fine 2004. La Sitas ha dovuto rinunciare, almeno per ora, anche alle volumetrie previste nel progetto nel declivio verso il porticciolo di Malfatano: qui stato il Corpo forestale regionale a mettere il veto a causa del rischio idrogeologico. Il grosso dellintervento per va avanti spedito, con il nucleo investigativo del Corpo forestale impegnato da mesi in unattivit di vigilanza e di verifica degli atti autorizzatori ancora lontana dalla conclusione. I nullaosta ci sono e niente risulta oggi fuori dai vincoli della legge. Ma lipotesi che qualche passaggio della procedura possa contenere vizi o irregolarit resta al centro dellindagine coordinata dal pm Caria, che dopo unampia ricognizione dei luoghi ha disposto accertamenti in tutte le direzioni. Si parla di indagini patrimoniali e si parla di verifiche sulla rete di sportelli, quelli della Gabetti, cui la Sitas ha affidato la vendita delle unit immobiliari. Le associazioni ecologiste prima il Gruppo di intervento giuridico poi Italia Nostra hanno inoltrato alla Procura e alle varie autorit esposti e atti informativi al vaglio in questi giorni. La speranza diffusa che lavanzata del cemento destinata a devastare una zona di incomparabile bellezza sia arrestata. Titolare del progetto Sitas che viene definito eco-compatibile la Malfatano resort, una joint venture composta da Sansedoni spa (che fa capo a Gaetano Caltagirone, con la Fondazione Monte dei Paschi di Siena socio di minoranza al 40%), famiglia Benetton attraverso la Ricerca Finanziaria spa (25%), gruppo Toffano (24%) e Silvano Toti spa (11%). Sulloperazione c anche un forte interesse della Mita, gruppo Marcegaglia, che gi controlla Forte Village a Santa Margherita di Pula e lex arsenale alla Maddalena, che sar coinvolta nella gestione della parte ricettiva. Linvestimento dichiarato sarebbe di circa 50 milioni di euro per hotel, centro congressi e una quarantina di lussuose ville da proporre sul mercato internazionale.



news

18-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news