LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ADRIA - Il campanile attende ancora il restauro
La Voce di Rovigo

LA CHIESA FERITA Per ricostruire la torre distrutta si aspettano il progetto e gli ultimi pareri


Sono in partenza le operazioni di recupero del campanile della chiesa di SantAndrea, colpito da un fulmine il 3 agosto scorso alle 19, 30 e demolito dopo due giorni per evitare possibili danni a persone e ai luoghi circostanti.



Si starebbero tuttora attendendo invece i pareri degli organi competenti, ovvero la Curia di Rovigo, lufficio beni culturali della Diocesi e la Soprintendenza dei Beni culturali di Verona per la realizzazione ex-novo della torre campanaria. Per il momento stato presentato un progetto per la ricostruzione del campanile, colpito rovinosamente dal fulmine, che anche in quel caso innesc parecchie polemiche per il metodo di abbattimento usato e i tempi.
Per il momento sarebbe stata inviata la relazione completa sullammontare del danno, che per ora non ci dato sapere, a cui si starebbe attuando in parallelo la definizione del progetto di ricostruzione dello stesso, sulla base storica dei vecchi progetti dellarchitetto Giovan Battista Scarpai (1938-41), concordando le tecniche, i materiali, lesecuzione. Nel frattempo sono iniziati in questi giorni e in via durgenza i lavori di ripassatura del manto di copertura danneggiato, dato che pioverebbe dentro alla chiesetta, mediante la collaborazione tra casa di riposo e la parrocchia di Adria.
Per i lavori al campanile, si ricorda lapertura della sottoscrizione Ricostruiamo il campanile; sottoscrizioni aperte presso Bancadria Iban It 64 J 08982 63120 000001001370, presso tutte le filiali di Bancadria, ove possibile effettuare un versamento, senza spese. Il presidente Vianello, in occasione di un passato incontro con mons. Furini (arciprete della Cattedrale di Adria) ha esternato: "Abbiamo voluto, in tutta sollecitudine, appena conosciuta la situazione del danneggiamento, essere vicini alla citt interpretando il senso comune della gente da sempre affezionata alla chiesa di Sant'Andrea. Come primo segnale, il dono di euro 10.000 nel c/c aperto, vuole essere l'incentivo per continuare la raccolta destinata al recupero di parte del tetto e del campanile".
Il fulmine per fortuna non riuscito a scalfire le tre campane che fino a pochi anni fa costituivano il concerto della piccola torre abbattuta. Pazientemente recuperati dai vigili del fuoco, i bronzi hanno trovato provvisoria collocazione nei pressi della Grotta di Lourdes. C ancora chi ricorda quando, giunte ad Adria, le tre campane vennero portate alle officine Boccato per la predisposizione del supporto di sostegno necessario per poter ascoltare la loro voce. Si trattava di un dono fatto alla chiesa della pia casa di riposo da parte della facoltosa famiglia Chiea che ha voluto cos tramandare i nomi dei suoi componenti. Le campane datate 1941, sono state messe in sicurezza tuttavia attendono anchesse di ritornare alloriginario funzionamento, per scandire le ore come in origine. Pertanto la sottoscrizione servir altres per ridare lantico suono alle campane pi famose della citt, i cui rintocchi scandivano la vita adriese, concentrandosi a mezzod e alle cinque del pomeriggio, quale richiamo non solo degli ospiti della casa di riposo e dellintera comunit, ma anche per il mondo dei fedeli. Il canto era motivo di profonda fascinazione la cui musica dal carattere sacro si diffondeva tra le rive del canale.
La chiesa di SantAndrea dedicata allAdorazione perpetua ed la chiesa di un convento di padri seguaci di Girolamo da Fiesole costruito intorno al 1563, chiuso nel XVII secolo, passando poi in mano privata nel 1661 quale oratorio della famiglia Bocchi. Essa conserva reperti importanti, quali ad esempio il Cristo in piet della seconda met del XV secolo, che attualmente ubicato nella nicchia antistante il timpano, mentre in precedenza si trovava nella parte superiore della facciata. La controfacciata presenta una importante pala daltare di scuola ferrarese datata XVI secolo con Madonna col Bambino tra i santi Girolamo, Sebastiano, Andrea, con tutta probabilit dalla mano di un seguace di Nicol Rosselli.


Melania Ruggini

http://www.lavoce-nuova.it/Article_NOFOTO/1293119.html


news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news