LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Villa Napoli in bala dei vandali
LA SICILIA Sabato 20 Novembre 2010 Palermo, pagina 47


L'antica dimora di via Speciale andrebbe recuperata per evitare lo scempio del degrado
Il bene appartiene all'Ente Orchestra Sinfonica, che per non ha risorse per salvare la struttura




La settecentesca Villa Napoli di via Speciale nel quartiere Cuba-Calatafimi sempre pi nel ...
Vincenzo Prestigiacomo
Siamo stanchi di denunciare dimore in degrado, ma non ci fermeremo. Senza ombra di dubbio preferiremmo scrivere di edifici e monumenti in fase di recupero. Purtroppo, casi del genere sono una minoranza e sempre pi spesso nascono da iniziative private. Un bene che merita maggiore attenzione la settecentesca Villa Napoli di via Speciale, nel quartiere Cuba Calatafimi. E' sperabile che il nuovo sovrintendente ai Beni culturali di Palermo, Gaetano Gullo, possa dare una forte accelerazione al recupero della degradata villa e della sua dignit. Il bene oggi appartiene all'Ente Orchestra Sinfonica Siciliana, che per non ha risorse per salvare la struttura. La villa, non essendo vissuta, in balia di vandali e ladruncoli. Ultimamente sono state asportate mattonelle maiolicate e una preziosa acquasantiera che impreziosiva l'annessa cappella. Abbandonato anche il giardino; la fanno da padrone erbacce e rifiuti. E pensare che il verde e le fontane del Gagini che circondavano il parco erano l'orgoglio della famiglia di Napoli. Si salvata soltanto la "Cubala", il caratteristico chioschetto a forma cubica. La famiglia di Napoli entr in possesso della dimora nel 1758 con il giurista Carlo. La villa venne edificata intorno al 1730 con l'utilizzo dei resti della normanna Torre Alfaina o Cuba Soprana. Nella facciata orientale sono visibili testimonianze di archi ogivali.
Dice Gianfranco Zanna, responsabile per i Beni culturali di Legambiente: "Tutto questo una vergogna. Sembra che di questo stato di degrado e abbandono nessuno ne abbia una colpa, a partire dalla direzione della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana che doveva custodire il bene in questi ultimi anni. Abbiamo, dallo scorso 26 aprile, chiesto all'Assessorato regionale dei Beni culturali di intervenire con urgenza e tempestivit per porre fine a questo scempio, perch non si pu lasciare un gioiello cos prezioso in questo stato di rovina. Villa Napoli deve ritornare nelle disponibilit dell'Assessorato dei Beni culturali, innanzitutto per assicurarne nuovamente la tutela e la conservazione; poi per garantirne la fruizione pubblica".
Chiudiamo gli occhi e tuffiamoci nel Settecento. Addentrarsi nella dimora significa scoprire l'arte del vivere dei Gattopardi, che con la loro raffinatezza, la grazia dei modi, rivaleggiavano con le corti europee. L'epoca delle grandi feste oggi scomparsa. Un tempo si ostentava un lusso inaudito nei festeggiamenti. E nelle estati di quell'epoca la famiglia di Napoli riceveva amici e viaggiatori con solennit. Le feste duravano diverse ore e non doveva mancare nulla. A disposizione dell'ospite un esercito di servitori a soddisfare qualsiasi desiderio. Un'autentica follia che port molti dei grandi casati alla rovina. I menu della cena dovevano essere sfarzosi. Per fortuna i gustosi avanzi delle cene erano la felicit del povero che li mangiava con avidit. Qualcuno pi fortunato portava via anche una bottiglia con un fondo di champagne, toccasana contro le emozioni.
La tavola dei Gattopardi veniva apparecchiata con argenteria massiccia incisa con stemmi di famiglia, piatti di porcellana di Parigi e tovagliato finemente ricamato da donne dalle mani d'oro. Oggi quel mondo scomparso e rimangono alla storia relazioni, libri mastri con vertiginosi conti da pagare ai fornitori.
Nel salotto della nobilt si parlava di tutto, tranne che di lavoro, vocabolo pestilenziale per l'aristocrazia. La fatica era conosciuta da poche famiglie, impegnate in attivit produttive gli Alliata di villafranca, i Lanza di Trabia e poche altre.


20/11/2010



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news