LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Che cartoline venderemo nellItalia del futuro?
Fiorello Cortiana
Secolo dItalia 19/11/2010

Perch a rischiare l'estinzione ora il ministero dell'Ambiente (causa taglio fondi)
Il ministro dell'Ambiente ora rischia l'estinzione: tagliati i fondi di due terzi

Il Wwf ha lanciato un appello per chiamare le istituzioni a garantire una politica pubblica con regole e finanziamenti adeguati a garantire la conservazione della natura e la considerazione della biodiversit come un patrimonio della Nazione, un bene comune e un diritto da garantire al pari della sanit, dell'istruzione e dei Beni culturali. Sembra un paradosso ma l'appello cade in un momento importante al fine di garantire il garante, perch in realt il ministero dell'Ambiente a correre il rischio estinzione. Nella conclusione del 2010, anno internazionale della bio-diversit, l'Italia approver una legge di bilancio che non fa onore alla sua tradizione di custodia del patrimonio naturale e artistico, culla della cultura europea. La riduzione di circa 26 milioni di euro, il taglio di 40 milioni della disponibilit di spesa per la tutela e conservazione della fauna, salvaguardia della biodiversit e dell'ecosistema marino,sommati ai tagli dei trasferimenti a Regioni, Province, Comuni e Comunit Montane, comporter delle pesanti conseguenze nelle strutture, nei servizi e nell'economia di un turismo di qualit per la gestione dei Parchi nazionali, sia per tutte quelle attivit di relazione e valorizzazione di una responsabilizzazione da parte delle popolazioni dei territori dei parchi che di quelle legate alle scuole e alla cittadinanza pi in generale. Educatori ambientali, operatori nei servizi ambientali, personale degli ecomusei e di quelli scientifici, ricercatori universitari, nonch il personale delle aree protette, hanno costituito negli anni un presidio che ha contribuito a tessere una solida e preziosa rete con la sussidiariet e l'associazionismo. Oggi questo patrimonio sociale e culturale di custodia e valorizzazione riceve un colpo micidiale che pu pregiudicarne efficacia ed esistenza. Viene indebolita e messa in discussione la funzione di presidio del territorio insieme ad una cultura ispirata ad un'etica della responsabilit verso il vivente, le due garanzie necessarie affinch le nuove generazioni abbiano diritto ad un futuro sostenibile. Nell'Italia del Veneto allagato dalle intemperie e dalla malagestione del territorio, come ha richiamato il presidente regionale di Confindustria, nell'Italia della Campania sommersa dalla spazzatura, dei palazzi milanesi costruiti sulle discariche tossico-nocive quali saranno le nuove immagini per le cartoline? Quale funzione di vigilanza e di promozione virtuosa pu svolgere un ministero dell'Ambiente, che vede ridursi i finanziamenti di 2/3 in pochi anni, in settori come la difesa del suolo o l'assetto/dissesto idrogeologico? Nel 2011 i fondi destinati a questo scopo, si pensi al disastro di Messina del 2009 e alla richiesta di stato di emergenza da parte di 5 Regioni, ammontano a 32,7 milioni di euro con un taglio dell'81 per cento. Al ministero dell'Ambiente per il 2011 verr assegnata una cifra equivalente al costo di una Fregata multi-missione Frem (500 milioni). Il Wwf fa notare che anche i dicasteri che intervengono su terreni analoghi a quello del ministero dell'Ambiente quali ministero per i Beni e le Attivit culturali e quello delle Politiche agricole subiranno nel triennio 2011-2013 riduzioni di spesa (stabilite dai decreti governativi), che si aggirano per attorno, rispettivamente al 20 e 30 per cento. Un dossier Wwf denuncia che, in campi di intervento cruciali per lo sviluppo del paese, il governo non propone alcuna misura innovativa rischiando concretamente di perdere il treno dell'economia pulita. Si attende di capire se verr riconfermata la detrazione fiscale del 55 per cento per la riqualificazione energetica degli edifici e ci sono solo nel bilancio 2011 del ministero trenta milioni di euro per il risparmio energetico, mentre sono scomparsi cinquanta milioni di stanziamenti per l'efficienza energetica oltre che per gli incentivi finalizzati al risparmio energetico (tutte misure introdotte con la Legge Finanziaria dell'anno 2007) e, per adesso, non c' un solo euro sul Fondo rotativo per Kyoto, che era stato istituto proprio nel 2007 con una dotazione di 200 milioni di euro, e ce ne sono solo 31,7 nel 2011 nel bilancio del ministero dell'Ambiente per l'attuazione della Convenzione sui cambiamenti climatici. Il presidente Napolitano nei giorni scorsi aveva sottolineato che il mancato rispetto delle regole alla radice dei disastri ambientali. Dobbiamo essere consapevoli che o promuoviamo una cultura della cittadinanza condivisa o, al contrario, con una cultura dell'elusione, dell'abusivismo e della corruzione, che attraversa lo stivale come dimostrano gli arresti per rifiuti tossico-nocivi a Pavia, insieme alla nostra comunit si pregiudica l'ambiente nel quale viviamo. E in corso un dialogo intenso tra le voci pi autorevoli e competenti. Benedetto XVI sollecita a una revisione sostanziale del modello economico che ha venerato una crisi ed una recessione globali, a partire dall'agricoltura. In questo quadro, appare decisivo un rilancio strategico dell'agricoltura. Infatti, il processo di industrializzazione talvolta ha messo in ombra il settore agricolo, che, pur traendo a sua volta beneficio dalle conoscenze e dalle tecniche moderne, ha comunque perso di importanza, con notevoli conseguenze anche sul piano culturale. Mi pare il momento per un richiamo a rivalutare l'agricoltura non in senso nostalgico, ma come risorsa indispensabile per il futuro. Per un Paese che si appresta ad ospitare l'Expo 2015 incentrato su "Nutrire la terra, energia per la vita" si tratta di un forte richiamo perch esso sia un'occasione di svolta per le produzioni, la ricerca ed i consumi, non solo un'occasione di speculazione fondiaria ed immobiliare Benedetto XVI stato estremamente chiaro: La crisi in atto va presa in tutta la sua seriet: essa ha numerose cause e manda un forte richiamo a una revisione profonda del modello di sviluppo economico globale. E un sintomo acuto che si aggiunto ad altri ben pi gravi e gi ben conosciuti, quali il perdurare dello squilibrio tra ricchezza e povert, lo scandalo della fame, l'emergenza ecologica e, ormai anch'esso generale, il problema della disoccupazione e ha denunciato che la tentazione per le economie pi dinamiche quella di rincorrere alleanze vantaggiose che, tuttavia, possono risultare gravose per altri Stati pi poveri, prolungando situazioni di povert estrema di masse di uomini e donne e prosciugando le risorse naturali della Terra, affidata da Dio Creatore all'uomo affinch la coltivi e la custodisca. Una cultura e una pratica della custodia, in luogo di quella del dominio, che la Chiesa ha da diversi anni. Sul piano delle competenze, qualche mese fa, Carlo Petrini e Jeremy Rifkin, il fondatore di Slow Food e l'economista-innovatore Usa, hanno proposto la stretta connessione tra cibo, energia, natura, comunicazione, democrazia, un approccio olistico che consenta alla specie umana di avere la consapevolezza necessaria per sopravvivere. Sembrano linee guida per l'Expo di Milano, "La politica alimentare basata sull'energia primaria della vita: il cibo". La conseguenza di uno sfruttamento centralizzato dell'agricoltura, con mono-culture intensive, il perseguimento di una logica meccanicistica invece di una logica olistica produce un disastro di proporzioni bibliche. Tutti richiami che non possono trovare governo e parlamento sordi. A conclusione del 2010, Anno internazionale della biodiversit, l'Italia approver una legge di bilancio che non fa onore alla sua tradizione di custodia del patrimonio culturale.



news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news