LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vendere il Colosseo? Lo avrebbe fatto anche Sant'Agostino
Armando Plebe
10-OTT-2004 Libero Quotidiano


LA proposta del leghista Pagliarini, che lo Stato venda il Colosseo per rinsanguare le sue finanze stata accolta da un'ondata di sdegno.

L'unica eccezione stata, su Libero di ieri, l'articolo di Alberto Mingardi che riconduce la proposta alla sua effettiva realt: si tratterebbe di fare quello che negli Stati Uniti una prassi abituale, che cio la tutela dei musei venga affidata all'iniziativa imprenditoriale, che spesso in grado di garantirne una migliore gestione: molti tesori, se lasciati all'amministrazione dello Stato, resterebbero ad ammuffire nei sotterranei.

Ma questa giusta reazione di Libero si scontra con la retorica dell'orgoglio patrimoniale, secondo cui il Colosseo sarebbe un simbolo intoccabile. Veltroni, quasi fosse l'ottavo re di Roma, si affrettato a esclamare che si ai confini della decenza.
Dal canto suo Storace ha bollato l'iniziativa come una "goliardata stupida", mentre altri hanno chiesto a Pagliarmi perch non propone allora di vendere il duomo di Milano.

Vorrei aggiungere una considerazione sostanziale all'ineccepibile difesa tecnica compiuta da Libero.
Il Colosseo certamente una delle massime glorie artistiche italiane, ma quale simbolo architettonico non affatto il vessillo di ideali elevati. Chi conosce le Confessioni di sant'Agostino non ignora la sua appassionata requisitoria contro gli spettacoli di cui il Colosseo era teatro.
Altro che duomo di Milano! Quest'ultimo sempre stato un luogo di culto, mentre il Colosseo, mirabile opera d'arte, stato per l'ospite di alcune tra le consuetudini pi sanguinarie del mondo antico.
In realt occorre distinguere il piano concreto della difesa del patrimonio artistico da quello fumoso dell'orgoglio ideologico.
Ai fini della difesa delle opere d arte ha ragione Mingardi: esse possono trovare maggiori garanzie di tutela da parte di un privato che disponga di mezzi adeguati che non da parte dello Stato.
Quanto invece all'orgoglio ideologico, difendere il Colosseo come simbolo di civilt sarebbe come difendere la pittura di una scena di guerra come simbolo della pace.
Naturalmente non accadr mai che lo Stato venda davvero il Colosseo. Ci non toglie che la proposta, lungi dall'essere obbrobriosa, rientri nella logica della tutela dei musei quale ormai si va affermando nel resto del mondo.
Sant'Agostino racconta che un suo allievo, Alipio, fu trascinato da alcuni amici ad assistere a uno spettacolo del Colosseo. Ne usc "ebbro di sanguinaria volutt". L'indomani certamente il santo filosofo non si sarebbe scandalizzato di sottrarre all'insegna del potere di Roma quel palcoscenico dell'orrore.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news