LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Il gioiello barocco di piazza di Spagna apre il museo di Propaganda Fide
CARLO ALBERTO BUCCI
La Repubblica 20-10-10, pagina 11 sezione ROMA




DOPO sei anni di restauri, una valanga di polemiche per i milioni di finanziamento pubblico arrivati da Arcus a un palazzo del Vaticano, e con ancora in corso un' inchiesta della procura di Perugia per corruzione che vede coinvolti l' ex ministro Pietro Lunardi (salvato ieri dal no a procedere della Camera) e l' ex prefetto di Propaganda Fide, Crescenzio Pepe, il gioiello di piazza di Spagna apre finalmente al pubblico. Frutto dell' ingegno di Gianlorenzo Bernini e Francesco Borromini, il palazzo dal 9 dicembre sveler le collezione d' arte che, tra volute barocche e allestimenti moderni, costituiscono il Museo di Propaganda Fide. I 15 milioni e 742mila euro che abbiamo speso, cinque dei quali elargiti dalla societ interministeriale Arcus, sono serviti soprattutto per la messa in sicurezza dell' edificio, che presentava seri problemi di stabilit: molte sale avevano vistose crepe, ha spiegato ieri padre Massimo Cenci presentando la fine degli interventi che hanno riguardato tutto l' edificio seicentesco e, in particolare,i 1900 metri quadri del nuovo museo. A illustrare il percorso espositivo che sar aperto al pubblico il 9 dicembre (tutti i giorni fino a Natale, dalle 14 alle 18; ma dal 2011 solo luned, mercoled e venerd: 8 euro il costo del biglietto intero, compresa per l' audio guida) stato il presidente del comitato scientifico, Francesco Buranelli. Si entra da via di Propaganda Fide e, salito il monumentale scalone, si arriva al piano nobile - ha spiegato l' ex direttore dei Musei vaticani - dove abbiamo allestito la collezione secondo due indirizzi: valorizzare la realt romana del luogo, aprendo le borrominiane cappella dei Re Magi e biblioteca; e dare conto dell' opera di evangelizzazione portata avanti nei secoli dalla Congregazione. Ecco allora lo spazio compresso, inconfondibile, realizzato da Borromini nella cappellina dedicata ai primi uomini giunti da terre lontane a rendere omaggio al Bambino( L' adorazione dei Magi dipinta da Giacinto Gimignani) e quello pi ampio, solenne, intagliato nel legno e nelle librerie della biblioteca borrominiana. Del Bernini rimasta la facciata sulla piazza, rimodellata sull' impianto cinquecentesco. Mentre sono del Novecento gli ambienti interni che, posti all' inizio del percorso espositivo, sono stati trasformati per creare una sala multimediale con un gigantesco planisfero sul quale i visitatori vedranno scorrere le diecimila foto, molte d' epoca, sull' opera dei missionari nel mondo. La lunga quadreria propone tele del Sei e del Settecento in cui spiccano le opere di Alessandro Tiarini e di Corrado Giaquinto. Perla e curiosit della collezione il Ritratto ideale di Ezzelino Romano. Era attribuito a Gaspare Landi (1756-1830). Rimuovendo la cornice dorata spuntata per fuori la firma: "Antonio Canova sculptor pinxit, Roma 1793". Tecnica e iconografia - spiega Buranelli - mimano un' opera del Rinascimento. Ma la mano quella del maestro neoclassico che copr appositamente la sua firma. Una burla ben fatta per trarre in inganno i suoi colleghi. Ma anche per gabbare i posteri.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news