LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO Bondi diffida, con cortesia. Nuovo episodio di cultura militante o idee utili? Il ministro ci va.
IL FOGLIO 6 ottobre 2010

Il ministro per i Beni culturali dice che andr agli stati generali in programma a Milano. Forse si aspetta che la solita vetrina antiberlusconiana dei maestri del pensiero accreditati a sinistra ceda il passo a "idee italiane" da discutere e magari rilanciare? "La cultura italiana dovrebbe poter offrire indicazioni e proposte serie per il futuro del paese", dice Sandro Bondi al Foglio. "Se questa l'intenzione, bene. Ma per farlo dovrebbe prima liberarsi dal peso asfissiante dell'ideologia che impedisce di comprendere la realt e in genere spinge alla faziosit e persino all'intolleranza. Personalmente, temo ogni impegno culturale militante che non produca alcunch in termini di creativit personale, e ancora meno in termini di responsabilit pubbliche". Giudizio severo. Eppure i promotori degli stati generali fanno di tutto per essere o almeno apparire pragmatici: capire, quantificare, osservare, proporre sembrano le loro idee-guida. Cercano, nelle intenzioni, di contrastare il disinteresse di larga parte della societ italiana verso le idee, le innovazioni e in generale la cultura. "Oggi assistiamo - dice Bondi - a una specie di corto circuito tra cultura e politica; la cultura tracima di continuo nella militanza politica, rinunciando al dovere della conoscenza, alla riflessione, al ragionamento. E in questo trova un sostegno nei media che drammatizzano le notizie, soprattutto quelle negative. La politica, perci, non ha bisogno della cultura, non ottenendo da essa nulla di pi che mera merce ideologica. Di conseguenza spinta a staccarsi sempre di pi dalla cultura, nel senso di conoscenza e di valori utili a orientare l'azione del governo. Per tornare a stabilire un legame virtuoso, necessario che la cultura offra un contributo alla conoscenza e all'interpretazione della realt, e la politica si elevi rispetto alla mera gestione del potere". In questo senso, forse, un osservatorio permanente sullo stato della cultura italiana sarebbe d'aiuto. "E' una giusta preoccupazione, quella di passare in rassegna i dati della cultura. Potr servire a valutare l'apporto che la cultura offre allo sviluppo del nostro paese, e individuare nel contempo le soluzioni migliori non solo per conservare il nostro patrimonio storico, ma anche per sostenere innovazione e ricerca sia nelle scienze naturali che nelle scienze umane". Un tema pi che maturo quello degli incentivi fiscali al contributo dei privati per la conservazione e gestione dei beni culturali, e la promozione delle attivit di cultura. "Certo. Magari si scendesse nei particolari e ci si attrezzasse per questo. Potrebbe avvenire sia attraverso la defiscalizzazione, come succede in altri paesi, sia attraverso la partecipazione diretta alla gestione di istituzioni culturali, per il tramite delle Fondazioni", risponde il ministro. "Da tempo, del resto, sto lavorando in questo senso col direttore generale Mario Resca alla costituzione di fondazioni aperte all'adesione di privati, sia italiani sia stranieri, per la gestione dell'area archeologica di Pompei e la Pinacoteca di Brera. Riguardo, invece, alla rete dei musei statali, presto vareremo una riforma che separer il ruolo dei soprintendenti da quello dei professionisti della gestione e della valorizzazione, chiamati a operare secondo criteri manageriali. Per un ministero tecnico come il nostro, nato a met degli anni Settanta ma cresciuto su se stesso in modo esponenziale, si tratta di una riforma epocale, che separa il ruolo della tutela, affidato in esclusiva ai soprintendenti, da quello della gestione e della valorizzazione del patrimonio, affidandolo ai professionisti della gestione manageriale".



news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

21-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news