LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Comitato "Sarzana che botta!": "Dov' l'interesse pubblico nel Progetto Marinella?"
Redazione
04/09/2010 14:17:20


Val di Magra - Val di Vara. All'indomani dell'intervento del professor Settis al Festival della mente, il comitato "Sarzana che botta!" propone una ulteriore riflessione sul Progetto Marinella, per bocca del presidente Carlo Ruocco.

"Ci sono due concetti su cui il professor Settis si soffermato al Festival della Mente: il richiamo alla cultura dellassoluto prevalere dellinteresse pubblico nel governo del territorio e lappello ai cittadini affinch si associno per fare scudo contro un saccheggio che vede la Liguria al primo posto nel dilagare del cemento e dei porticcioli turistici".

"Sono due elementi - afferma Ruocco - a nostro avviso assolutamente assenti nella replica dellamministratore delegato di Marinella spa Giuseppe Reverberi al soprintendente Piero Donati. Dal suo punto di vista coerente. Lui deve fare linteresse (economico) della sua azienda e della banca che la controlla. Stupiscono alcune sue affermazioni. La prima: Reverberi chiede a Settis di documentarsi sul Progetto Marinella. Il direttore della Normale di Pisa ha gi visto i dati del Progetto pubblicati sul sito www.sarzanachebotta.it. Tra questi spiccano i cinquantaquattromila metri quadrati di superficie utile per nuove residenze. Ventiduemila a Marinella, trentaduemila ad Ameglia".

"Per Ameglia - prosegue Ruocco - significa una previsione dincremento demografico prossima al 28 per cento. Per Marinella forse il raddoppio. I giovani amegliesi hanno intenzione di proliferare come coniglietti e i ragazzi di Marinella di moltiplicarsi come cavallette? Oppure stiamo parlando di seconde case? Dov linteresse pubblico nel sacrificare territorio per chi verr al mare alcuni week end lanno? Come si vede non discuto i quarantaduemila mq di alberghi e agriturismi, anche se alcune megastrutture andrebbero valutate nel loro impatto ambientale".

"Reverberi - sositene Ruocco - dice anche che dal 1999 stato attivato un percorso di concertazione con tutti i soggetti pubblici e privati interessati. Chi ha selezionato i soggetti privati e secondo quale criterio? I cittadini della Val di Magra e della Lunigiana, che fruiscono del bene comune chiamato litorale sanno dei 7.200 metri quadrati di nuovi stabilimenti, che privatizzeranno le spiagge? Un capitolo a parte meriterebbe luso disinvolto di suggestioni ecologiste. Una del Reverberi ci ha fatto trasalire: per migliorare lambiente della piana di Luni prevedono un nuovo sistema infrastrutturale (nuove stradae, asfalto, bitume) . che, con schermature vegetazionali, ridurr le emissioni di gas. Lo dica a Marchionne di non investire in auto elettriche: impieghi gli operai Fiat in esubero a piantare alberi lungo le strade!"


http://www.cittadellaspezia.com/Val-di-Magra-Val-di-Vara/Cronaca/Comitato-Sarzana-che-botta-Dov-e-l-67496.aspx


news

16-03-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 marzo 2019

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

Archivio news