LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Eredit Zeri, a Bologna i tesori d'arte di Mentana
Paolo Brogi
Corriere della Sera – cronaca Roma 14/2/2003

La villa ancora lass, in via Trentani 78, a Casali di Mentana. Chiusa, sprangata, spogliata. Un guscio vuoto, silenzioso, triste. Federico Zeri, il grande critico d'arte scomparso nel '98, non pi l tra i suoi tesori. E non ci sono neanche pi molti dei suoi pezzi unici, destinati dallo stesso Zeri a varie istituzioni: il Vaticano, per le sculture di Palmira e un dipinto ligneo romano, l'Accademia di Francia per quel paio di magnifici arazzi e la testa romana che accoglievano i visitatori a Mentana, l'Accademia Carrara di Bergamo per le tante sculture disseminate dentro la villa.
Ma soprattutto non c' pi la sua fototeca, quella sterminata raccolta di immagini d'opere d'arte messe insieme da Zeri, 290.100 foto spesso uniche che costituiscono la pi grande raccolta esistente al mondo. Restano solo i suoi libri d'arte, 75 mila, compresa una raccolta strepitosa di cataloghi d'arte che parte dai primi del '900. In pi ci sono altri 25 mila volumi di vario genere. Ma restano, a quanto pare, ancora 'per poco.
La festa altrove. Oggi a Bologna, infatti, l'universit si appresta a presentare la nuova casa Zeri, nell'ex convento di Santa Cristina in via Fondazza. E' l che l'ateneo retto dall'ingegner Ugo Calzolari ha deciso di concentrare le foto e i libri del celebre studioso, nonch il Dipartimento di Arti Visive. Le foto sono gi a Bologna e l'ateneo le sta per mettere on line (40 mila consultabili entro l'anno). A Mentana, invece, l'ateneo ha intenzione di destinare la villa a sede di seminari e corsi per dottorandi. Ma cos che doveva finire questa tormentata storia della Fondazione Federico Zeri con sede in Mentana, cos come recita l'intestazione dell'istituzione fondata due anni fa?
No che non doveva finire cos, s'infervora il professar Fabio Roversi Monaco, il rettore di Bologna a cui Zeri aveva allora affidato il lascito delle sue cose prima di morire. Oggi il professore dirige l'Enciclopedia Italiana ed su carta della Treccani che un anno fa stil le sue dimissioni dalla Fondazione Zeri, di cui come rettore era stato presidente fino alla nomina del suo successore Calzolari. Roversi Monaco diceva in quella lettera: Federico Zeri aveva fiducia nell'Universit di Bologna e in me e sia l'istituzione che io demmo ufficialmente al Maestro tutte le garanzie che in Mentana sarebbe nato, nel ricordo di Zeri, un centro di studi e di cultura di alto livello. Quasi due anni fa ho consegnato all'Ateneo una Fondazione faticosamente realizzata. In quasi due anni non stato fatto niente per Federico Zeri e niente per la citt di Mentana. Eppure questo era l'impegno prioritario. L'Istituzione, tenuta in primo luogo a esprimere e a garantire la propria continuit, viene meno alla parola data e agli impegni assunti. L'ex rettore aggiunge ora: Al suo funerale, dentro il ministero, di fronte all'allora vicepremier Veltroni e al diret tore centrale Mario Serio, io avevo con fermato che la Fondazione Zeri sarebbe cresciuta a Mentana. Nel settembre del 2000 la Fondazione fu approvata dal ministero, in ottobre io lasciai la carica di rettore e da quel momento la rotta stata indirizzata altrove. Le foto erano state gi trasportate a Bologna per l'operazione di digitalizzazione. A quel punto non restava, per chi voleva chiudere con Mentana, che trovare uno spazio a Bologna. Ed ci che stato fatto contro la volont di Zeri. E' stato uno scippo, ho appena inviato una nuova lettera di protesta al rettore di Bologna - aggiunge ora l'assessore regionale alla cultura, Luigi Ciaramelletti - Per tre anni consecutivi abbiamo stanziato soldi per la fondazione, che non sono stati utilizzati. Noi vogliamo che la biblioteca resti l. Ma non abbiamo la possibilit di porre vincoli. Ce l'ha il ministero dei beni culturali, ma finora rimasto in silenzio. La citt e la regione stanno perdendo qualcosa d'importante.



FEDERIGO ZERI

II grande critico d'arte morto il 5 ottobre del 1998. La cerimonia funebre fu celebrata solennemente nella sala del Consiglio Superiore dei Beni Culturali, dentro l'Istituto San Michele a Roma. L'allora rettore di Bologna, Fabio Roversi Monaco, parlando di fronte alle autorit guidate dal vicepremier Walter Veltroni, annunci che il lascito umano di Zeri sarebbe restato a Mentana.

IL LASCITO

Nel suo testamento stilato poco prima di morire Zeri aveva lasciato all'universit di Bologna edifici, terreni, fototeca e biblioteca d'arte. Altre opere d'arte erano state invece destinate all'Accademia Carrara di Bergamo, al Vaticano e all'Accademia di Francia a Roma, al Poldi Pezzoli di Milano. L'accordo tra Zeri e l'universit di Bologna prevedeva l'uso e il rafforzamento del centro di Mentana.

LA FONDAZIONE

Nei mesi successivi il rettore di Bologna Roversi Monaco decide di costituire una fondazione che viene approvata definitivamente dal ministero dei beni culturali nel settembre 2000. Prende il
nome di Fondazione Federicp Zeri con sede in Mentana. Il modello la Fondazione Berenson, a Settignano, gestita dall'universit di Harvard.

• CAMBIO DELLA GUARDIA

II 31 ottobre del 2000 Roversi Monaco lascia la carica di rettore e gli subentra l'ingegner Ugo Calzolari. Nel frattempo a Bologna son state gi trasportate le foto della grande raccolta di oltre 290 mila immagini; devono essere digitalizzate per poter essere poi immesse in rete. Ben presto questa misura, nata come temporanea e considerata reversibile, si trasforma in un orientamento globale teso a portare tutto a Bologna.


LE DIMISSIONI-

Fabio Roversi Monaco si dimette dal consiglio della fondazione nell'estate del 2002. Scrive che l'Ateneo non ha tenuto fede alle promesse fatte a Zeri. Altri studiosi come Salvatore Settis e Antonio Giuliano si dimettono dal comitato scientifico. La Fondazione guidata da Calzolari trova intanto una struttura in via Fondazza destinata ad accogliere l'eredit Zeri. Oggi questa sede verr ufficializzata a Bologna





news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news