LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tor Bella Monaca il primo passo per la citt umana
Gennario Malgieri
Libero - Roma 27/8/2010

Non un sogno (o per qualcuno un incubo) di fine estate. N tantomeno una boutade propagandistica. Tor Bella Monaca potrebbe avere gli anni contati Vale a dire il tempo necessario per abbatterla e ricostruirla Con criteri e modalit accettabili, in grado di assicurare agli abitanti una qualit della vita decisamente migliore di quella alla quale per decenni si sono dovuti adattare, prigionieri delle logiche urbanistiche degli anni Settanta che, peraltro, hanno contribuito non poco al degrado civile e sociale di numerose grandi citt. Roma con alcuni suoi quartieri periferici, e il paradigma della devastazione culturale che ha prodotto scempi come quello di Tor Bella Monaca, ma anche di Corviale, senza dimenticare quasi tutto lhinterland a ridosso del raccordo anulare, quartieri ghetto dove vige la legge del pi forte, nei quali impossibile costruire un minimo di vita comunitaria perch concepiti come orrendi dormitori o, nella migliore delle ipotesi, come arcipelaghi di provvisoriet nei quali addensare i meno abbienti lasciandoli il pi delle volte senza servizi adeguati e privi di qualsiasi struttura culturale ed aggregativa. Una cisti urbana ha definito il termitaio di Tor Bella Monaca il sindaco Gianni Alemanno, convinto che sulle sue rovine possa venir fuori non un satellite di Roma, ma un sito pienamente integrato nella citt che, secondo le concezioni urbanistiche pi moderne, non deve necessariamente essere costituita da un centro attorno al quale gravitano aree periferiche per lo pi desolate, dimenticate, ricettacoli di delinquenza, non luoghi dove si rifugiano gli esclusi. La proposta di Alemanno ha lasciato il segno. E la speranza e che essa costituisca 1avvio di una riflessione globale sulla risistemazione di Roma come metropoli che vorrebbe sfuggire al desti no di diventare una megalopoli (...) ingovernabile, insicura, incivile alla stregua di altre conurbazioni gigantesche ed indefinibili, nel senso che non hanno una loro identit, dove vive il cinquanta per cento della popolazione mondiale. Insomma, le grandi citt, che a fatica definiamo ancora tali, sono informi agglomerati cresciuti nell'impossibilit di arginare l'urbanizzazione da un lato e dall'altro di creare le condizioni di vita umane dignitose da parte di autorit cittadine e governative, in ogni angolo del mondo, le quali hanno badato pi alla produttivit del soggetto che alle sue condizioni vitali, con il risultato che la prima ovviamente decresciuta perch la seconda non stata considerata il suo necessario presupposto. Non credo che la vita che si vive a Tor Bella Monaca come a Corviale sia soddisfacente. E' palese piuttosto, anche ad uno sguardo superficiale, che tali quartieri sono eccentrici rispetto alla citt stessa. Si tratta perci di offrire a quelli che risentono della lontananza dal centro il beneficio che pu sembrare utopistico di non essere pi periferici . Infatti le periferie, evocanti la marginalit e l'inessenzialit di chi le abita, dovrebbero costituire le risorse nuove per uno sviluppo armonico di disegni urbani afferenti ad una dimensione ecologica dell'esistenza nella quale la persona dovrebbe penetrare come un cuneo nelle strutture civili ed abitative sentendosene parte integrante. Invertendo cos la concezione secondo la quale la metropoli dovrebbe essere semplicemente un informe agglomerato, un insieme di unit abitative senz'anima. E', com' facile capire, una prospettiva quantitativa quella che ha guidato la mano di urbanisti ed amministratori dal dopoguerra ad oggi. Che poi a Tor Bella Monaca, per restare al tema, ci si abiti ma non ci si viva, non un sottile sofisma. L'augurio che si trovino le connessioni opportune e le risorse necessarie per risanare non solo questo quartiere, ma anche per mettere mano ad una rivisitazione della Capitale immaginandola dotata di pi centri e dalla dimensione autenticamente comunitaria. E' un progetto imponente. Ma Roma, come si sa, ha avuto tante vite e tante storie da potersene permettere anche una pi.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news