LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Uffizi aperti di notte. Firenze rilancia
Marco Gasperetti
Corriere della sera 19/8/2010

Il sindaco Matteo Renzi incontrer il ministro Sandro Bondi per proporre una diversa gestione delle collezioni statali

Bandera (Brera): Iniziativa da seguire. Perplesso Paolucci dei Musei Vaticani

Lui si diverte a chiamarla la battaglia di David contro Golia. Frase dalle molteplici interpretazioni. David non in questo caso solo il capolavoro di Michelangelo, bens l'icona di Firenze e dunque la sua rappresentazione nell'immaginario culturale, e Golia non il gigante biblico ma lo Stato burocratico e accentratore. Dopo la querelle con il ministero per l'attribuzione della statua fiorentinissima come da atti giuridici, assicura Matteo Renzi, il sindaco rilancia. E in vista di un prossimo incontro con il ministro Sandro Bondi, propone un modello fiorentino della fruizione dei beni culturali con l'apertura notturna (fino a mezzanotte, si vocifera) dei musei statali Uffizi e Accademia compresi e una gestione condivisa. La notizia, anticipata ieri dal Corriere Fiorentino, confermata da Renzi. Un'idea assolutamente realizzabile. E gi lo abbiamo dimostrato. Un esempio? L'apertura notturna di Palazzo Vecchio. Un successo: dopo le spese iniziali sono arrivati i guadagni, spiega il sindaco. Secondo esempio: abbiamo la Biblioteca Nazionale che non ha denari per le aperture pomeridiane mentre la biblioteca comunale alle Oblate resta aperta sino a mezzanotte con grande soddisfazione dei cittadini. Vogliamo ripensare a tutto il sistema dei beni culturali?. In realt i dati di Palazzo Vecchio sono sorprendenti: nei primi 17 giorni di agosto, per un'apertura dalle 19 alle 24, sono stati registrati 28.896 euro di spese (luce, sorveglianza, pulizie straordinarie) contro un incasso di 38.058 euro per la vendita dei biglietti. Attenzione, per, non solo un problema economico quello di musei e biblioteche. Si pu fare cultura anche con le aperture in notturna, continua Renzi, perch tutti, residenti e non, lavoratori e studenti, possono usufruirne nel modo migliore. I beni culturali non devono essere l'ultima ruota del carro della politica. E per arrivare alla massima fruibilit dei musei fiorentini, Uffizi e Galleria compresa, la strada maestra per Renzi una sola: meno burocrazia, meno potere centrale e gestione condivisa Stato-Comune dei servizi e dell'organizzazione degli eventi. Una notte al museo, dunque. Che per la prima volta non sembra un film comico, ma un'esperienza praticabile. Eppure un'idea che divide gli esperti e fa nascere due fazioni. L'apertura serale, sino alle 22, non una novit assoluta per Firenze. Uffizi e Galleria dell'Accademia gi lo fanno durante l'estate, una volta alla settimana. E per un'apertura decisa solo durante mostre ed eventi. Che noi effettuiamo da quattro anni dice il Direttore degli Uffizi, Antonio Natali e sulla quale sono favorevole anche senza la presenza di mostre e altre iniziative. Non mi convince invece l'apertura generalizzata. Sarebbe antieconomica e rischierebbe di essere un flop, soprattutto in autunno e in inverno. Contrario ad aperture extra si dichiara pure il direttore dei Musei Vaticani, Antonio Paolucci: Stiamo tirando il collo ai musei come gli Uffizi, gi sotto grande pressione turistica. Fermiamoci, riposiamo un po'. Eppure Sandrina Bandera, sovrintendente dei Beni artistici a Milano e direttore della Pinacoteca di Brera, pi che al riposo pensa a un museo vivo. Non un monumento statico e polveroso, bens un luogo dove la cultura si fa ludiforme (una miscela di gioco, studio e lavoro), accoglie il visitatore, lo coccola sempre. Anche di notte? Certamente s. Un bravo al sindaco di Firenze e pure al ministero che sta pensando a iniziative simili. I musei vanno ripensati come servizio e investimento culturale. E poi guardiamo ai giovani, creiamo eventi nei musei, mostre, concerti. A Napoli Eduardo Cicelyn, direttore del Madre, ha addirittura trasformato il suo museo in una discoteca. Non senza difficolt e rischiando di aprire solo la mattina a partire da settembre, perch la Regione, ripete il direttore dopo la denuncia delle settimane scorse, ha tagliato i fondi gi finanziati dalla giunta precedente. D'estate il museo sempre aperto sino alle 23 e un paio di volte chiude alle 2 del mattino. La notte importante, soprattutto per i giovani, per chi lavora - dice Cicelyn - e dunque sono d'accordo con il sindaco di Firenze. Certo gli Uffizi hanno un grande pubblico, bisognerebbe puntare a strutture meno blasonate, comunque un segnale importante. Una svolta culturale, un ripensamento della funzione fin troppo ingessata dei musei.



news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news