LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sigilli al Palazzo delle Esposizioni
LUCA LIPPERA
Messaggero, 16 settembre 2004

II peso sulla terrazza, certo. Ma forse non solo quello. I vigili del fuoco non escludono che qualche problema di tipo strutturale sia tra le concause del crollo avvenuto marted al Palazzo delle Esposizioni in via Nazionale. Secondo questa ipotesi, il presunto sovraccarico del tetto, dove una gru ha poggiato alcune "balle" di cartongesso nell'ambito dei lavori di ristrutturazione decisi dal Comune, potrebbe essere solo il fattore scatenante del cedimento. Bisogna essere certi - dicono i pompieri - che la terrazza del Palaexp non avesse gi di per s un punto debole. Un dubbio che imporr, giocoforza, il controllo minuzioso di tutto l'edificio, con una dilatazione dei tempi di riapertura del museo.
I cinque operai rimasti feriti sotto le macerie stanno meglio. Devono l vita a qualcosa che somiglia molto a un miracolo. Il tetto precipitando, ha travolto il primo piano, dove c'erano quattro imbianchini, e li ha trascinati fino al pianterreno (insieme a un muratore caduto dalla terrazza) tra tonnellate di detriti. Quindici metri di caduta "libera", nessun morto.Devono accendere un cero, dicevano ieri i colleghi.
Ufficialmente, nell'inchiesta della Procura, affidata a Gianfranco Amendola, non ci sono ancora persone indagate. Ma molto probabile che il manovratore della gru e i responsabili del cantiere al momento del crollo, un ingegnere e un geometra, vengano iscritti quanto prima nel registro delle persone sottoposte a indagini. Sar come si dice un atto dovuto, che non comporter assolutamente una attribuzione di responsabilit ai singoli. Ma l'iscrizione ci sar.
Per ora, tuttavia, non affatto chiaro cosa sia accaduto. Il gruista, un operaio di Latina, ha ammesso di aver issato le "balle", ma di averle disposte sul tetto in modo che non appesantissero la struttura. Non si sa chi gli abbia dato l'ordine di tirarle su n se l'ordine sia stato veramente impartito. Soltanto voci, per ora. Secondo una di queste, il camion
che ha portato in via Nazionale i pannelli di cartongesso, sarebbe arrivato al Palaexp all'improvviso e i responsabili del cantiere avrebbero deciso di far entrare subito in azione la gru per liberare al pi presto la strada. Secondo un altra voce, uno dei blocchi di cartongesso, proprio mentre penzolava sul tetto, agganciato al braccio meccanico, sarebbe caduto di botto innescando il cedimento.
Il Palazzo delle Esposizioni, ieri, stato formalmente messo sotto sequestro. Tutto l'edificio, non solo l'ala dove c' stato il crollo. Il provvedimento stato adottato su richiesta dei funzionari della Asl di zona, la RmA, i quali vogliono essere sicuri che nell'immobile (solitamente aperto al pubblico, ndr) non ci siano altre parti pericolanti. I tecnici dell'azienda sanitaria, evidentemente, hanno lo stesso timore dei vigili del fuoco. O, perlomeno, vogliono fugare ogni dubbio. Non solo bisogner controllare palmo a palmo il Palaexp - aggiungono i pompieri - ma bisogner essere certi che il crollo di marted non abbia compromesso i muri portanti interessati dal cedimento. Amendola, il sostituto procuratore, avr da questa mattina a disposizione le relazioni dei vigili e quelle di Italo Casciati, l'ispettore inviato dalla Procura sul luogo del disastro.
L'inchiesta, i controlli, le perizie rischiano di fra procrastinare a chiss quando la riapertura del museo. Il Palazzo delle Esposizioni, uno dei simboli della citt e della politica culturale del Comune, doveva riaprire nella prossima primavera. I lavori di ristrutturazione miravano a farlo risplendere ancora di pi, facendone una specie di Beaubourg romano sul modello parigino. Ma, al momento, impossibile dire quando potremo inaugurarlo dice Giancarlo D'Alessandro, assessore ai Lavori Pubblici del Campidoglio - Potremo fare una previsione solo quando la magistratura dissequestrer il cantiere rimettendolo a nostra disposizione. Tre mesi? Sei? Di pi? Mettersi a discutere sui tempi ora non ha alcun senso.
(Ha collaborato Mario Sarzanini)



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news