LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - CEMENTO - Capalbio, una tregua armata
Antonio Valentini
MARTED, 17 AGOSTO 2010 IL TIRRENO - Toscana



Bellumori: non voglio cementificare. Ma gli intellettuali diffidano


CAPALBIO. Tutto potrebbe dipendere dallinvariante strutturale che, spiega lurbanista Valentino Podest, costituisce lo statuto urbanistico del territorio. Ma anche dalla volont politica, che il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, ha ribadito: il piano strutturale non sar modificato. Vale a dire: se nulla previsto, neppure un metro cubo di cemento in pi andr a deturpare la fascia compresa tra il mare e la ferrovia, dove la natura rimasta intatta.
Lincontro tra il sindaco e gli ospiti illustri - intellettuali pensatori, cos definiti dallo stesso Bellumori - che popolano destate e dinverno la piccola Atene maremmana, non ha sciolto tutti i nodi. Alcuni aspetti dellipotesi di riassetto della costa, che coinvolge direttamente Sacra Spa, proprietaria dei 1070 ettari della fascia costiera, sono stati chiariti. Ma certo che sul porto da costruire lungo il fosso Chiarone, che dovrebbe garantire lormeggio a 25 barche di 5-6 metri, i pareri sono difformi. Una prospettiva che il sindaco ha contestualizzato nel piano di riassetto idrogeologico dellarea, sottoposta nei mesi invernali a continue esondazioni, con conseguenti danni allagricoltura. Ma che gli esponenti delle associazioni ambientaliste - numerose fino a tarda sera nella sala consiliare del Comune - hanno continuato a guardare con evidente ostilit.

Lex ministro Gianni Mattioli ha detto che sbagliato legare un porticciolo al piano di riassetto idrogeologico, mentre Vittorio Emiliani, ex direttore del Messaggero e gi presidente della Rai, ha sottolineato un aspetto contraddittorio: il numero dei posti previsti nellapprodo, in alcun modo risolverebbe il problema dei natanti sulla spiaggia di Macchiatonda, alcuni chilometri pi a nord, dove pure previsto un piano di riorganizzazione costiera.

Bellumori stato un fiume in piena. Ha parlato quasi unora e mezzo, concedendo solo una parentesi al vicepresidente della Provincia di Grosseto, Marco Sabatini. Se l presa con chi ha smosso i giornali, che mhanno fatto passare da cementificatore; ha puntualizzato il suo metodo, perch prima di tutto rispondo alla mia gente; ha ribadito la priorit, la sistemazione idraulica e idrogeologica del Chiarone. E ha sottolineato che la sua amministrazione, bench di colore diverso dalla precedente, vuol lavorare nella continuit.

Certo che dal punto di vista degli ambientalisti, nella fattispecie definiti anzitempo intellettuali pensatori, i punti di contrasto non sono pochi. Tuttaltro. A partire dal nuovo stabilimento balneare di Macchiatonda, di cui proprio non si sentirebbe la necessit vista la crescente richiesta di spiagge libere, bench sui tredici chilometri di litorale, uno a malapena sia occupato da stabilimenti e arenili attrezzati. Senza tralasciare la rettifica per raddrizzare la pur dritta litoranea, che costeggia lOasi di Burano. Per giungere allarretramento del campeggio che occupa le dune non lontano dallUltima Spiaggia, trasformandolo in un villaggio turistico ecocompatibile. Per finire con la rete dei parcheggi lungo la costa, ambientalmente rischiosa.
Il sindaco Bellumori, con la sua voce tonante, pi volte si chiesto perch proprio lui, che si limiter ad applicare un piano strutturale concepito da altri sindaci, sia finito nel vortice mediatico.
Valentino Podest, coordinatore della rete dei comitati ambientalisti, glielha chiarito: Se in piena estate ci siamo messi al lavoro per valutare lintesa tra Comune e Provincia, vuol dire che i motivi ci sono.



news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news