LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Battaglia sul David tra lo Stato e Firenze
di Ste. Mi.
L'Unit - 14 agosto 2010



Lo Stato e il Comune litigano per la propriet del giovane eroe scolpito da Michelangelo. custodito all'Accademia, che un museo statale, ma Firenze da tempo rivendica la propriet o almeno di incassare quanto la statua porta con il suo richiamo turistico e artistico. Due legali (scelti peraltro dal ministero dei beni culturali) hanno stabilito che appartiene allo Stato. Il sindaco Matteo Renzi replica: nient'affatto, della citt e tanto pi in nome del federalismo. Baruffe d'estate? Valgono milioni di euro. Se il David passer alla citt, che da tempo lo rivendica (lo aveva gi fatto la precedente amministrazione guidata da Domenici e poi la Regione Toscana) potrebbe aprirsi un fronte sui frutti dell'arte in tutta Italia: a chi vanno i soldi: allo Stato o al Comune?

Il primo cittadino si fonda su un fatto: Michelangelo Buonarroti scolp il David per la Repubblica fiorentina che lo volle in piazza Signoria davanti a Palazzo Vecchio, sede storica e fiera del potere cittadino. Nel 1871 il giovane eroe, nudo e muscoloso che atterra Golia, venne spostato con gran clamore dall'arengario di Palazzo Vecchio (e sostituito con una copia) alla Galleria modellata proprio per il suo arrivo. E qui si innesta la contesa. Corre l'obbligo di ricordare un parere autorevole espresso a suo tempo, quello di Antonio Paolucci, gi soprintendente dei muei fiorentini e ora direttore dei Musei vaticani: a suo parere l'arte dello Stato di tutto lo Stato italiano e cos vale per il David.

Oggi Qn, il Quotidiano nazionale, racconta che gli avvocati Maurizio Raugei e Luigi Andronio nominati dal ministero dei Beni culturali (cio dallo Stato) hanno studiato le carte e stabilito che la statua statale. Pertanto lo sono anche gli 8 milioni di euro sborsati dai turisti ogni anno per vedere da vicino la statua. Per gli avvocati il Comune, nato in epoca granducale, tra il 1771 e il 1783, non l'erede diretto della Repubblica fiorentina che nel 1504 pag i 400 fiorini per saldare il debito contratto con Michelangelo dagli operai dell'opera del Duomo e dai Consoli dell'Arte della Lana che lo avevano commissionato per la cattedrale. L'erede sarebbe il granducato e quindi si tratterebbe di un passaggio ereditario tra Stati fino alla riunificazione nel Regno d'Italia che - scrivono i legali - non lascia spazio alla sopravvivenza di alcuna autonomia locale. Inoltre, affermano, quando il David fu trasferito nel 1872 all'Accademia, il Comune non avrebbe rivendicato alcuna propriet. Anche se in realt nessun documento citerebbe il David, in un modo o nell'altro.

Con buona pace degli avvocati romani, i documenti inoppugnabili in possesso dell'amministrazione comunale e dello Stato sono chiari: il David della citt di Firenze - replica Renzi. Per sostenere il contrario non basta arrampicarsi sugli specchi e credo che un Ministero tutto potr fare tranne che ignorare una disposizione di legge, aggrappandosi alle dichiarazioni di un delegato comunale. Certo, questo Governo capace di sorprenderci su tutto, ma spero non varcheranno almeno questo limitei.

Le istituzioni - conclude il sindaco - non bisticciano come bambini, ma trovano le soluzioni pi opportune. Chieder al ministro Bondi un incontro su tutte le questioni ancora aperte nei rapporti tra Firenze e il Governo centrale: dal David ai Grandi Uffizi, dal Maggio alla Pergola fino alla legge speciale, che, se torniamo a votare, sicuramente ci riprometteranno come in tutte le passate campagne elettorali.



news

20-02-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2020

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

Archivio news