LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA - Territorio e ambiente. Nuove polemiche sul piano paesistico
LA SICILIA Giovedì 05 Agosto 2010 RG Provincia, pagina 38

Territorio e ambiente. Nuove polemiche sul piano paesistico dopo
la convocazione decisa dall'ente di viale del Fante per il 10 agosto



Ragusa. Piano paesistico, è l'ora delle polemiche. A fomentarle, rendendo il quadro complessivo alquanto problematico, è Italia dei valori. Ieri mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi a palazzo della Provincia, il coordinatore provinciale di Idv, Gianni Iacono, assieme al consigliere comunale del capoluogo, Salvatore Martorana, e al consigliere circoscrizionale di Marina, Giuseppe Rosetta, ha stigmatizzato l'intervento dell'assessore provinciale al Territorio e ambiente, Salvo Mallia. Per quale motivo? "Abbiamo attuato questa risoluzione - ha detto Iacono - perché l'assessore si sostituisce impropriamente alla soprintendenza, portando avanti non una concertazione, così come dice la legge, ma una sorta di co-pianificazione con soggetti che non sono titolati dalla legge stessa a farlo". Il riferimento è alla convocazione per martedì prossimo, nella sede della Camera di commercio, fatta dallo stesso assessore provinciale alle varie associazioni datoriali di categoria e ai vari soggetti a vario titolo interessati dal piano, affinchè, tutti assieme, si possa decidere sul da farsi rispetto alla strutturazione del suddetto percorso. Una circostanza che, però, a Italia dei valori non va giù. "Il 20 luglio - aggiunge Iacono - ho scritto anche al prefetto di Ragusa, nonché al presidente della Regione e all'assessore regionale Territorio e ambiente. Nella lettera ho proprio denunciato, messo in evidenza, questo comportamento anomalo rispetto alle procedure, alle norme, in fase di adozione da parte della Provincia regionale di Ragusa. Per cui, allo stato attuale, siccome l'assessore sta reiterando questo comportamento, e lo dimostra la convocazione alla Camera di commercio per il 10 agosto, tra un poco aspettiamo che faccia un raduno allo stadio, invitando tutti, anche chi non ha i titoli, ci siamo voluti interrogare su quello che sta accadendo. La legge parla chiaro quando si fa riferimento all'adozione di un piano paesaggistico. Stiamo parlando di un piano che non aggiunge o crea paesaggio, ma riconosce, tutela e valorizza il paesaggio esistente. La legge dice che si adotta il piano e poi si fanno le osservazioni. Osservazioni che poi possono essere fatte da chiunque. Ma non si può fare un'operazione nella quale vengono invitati tutti i soggetti, anche quanti non sono coinvolti. Addirittura tra gli invitati risulta la titolare del procedimento che è la sovrintendente, al 44esimo posto".
E Iacono ha aggiunto: "Al prefetto ho chiesto che se a questo punto può fare ciò che vuole, soprattutto a livello istituzionale, io farò in modo che la prossima volta, e lo dico in maniera provocatoria, mi sostituisco al prefetto e convoco il comitato per l'ordine pubblico oppure al presidente della Regione e convocherò la Giunta regionale".
Giorgio Liuzzo


05/08/2010 LA SICILIA



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news