LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'architettura delle forme mutanti
Sergio Dall'Omo
Il Gazzettino 10/9/2004

Venezia. Il nostro cuore era rimasto con la mitica Biennale Architettura di Francesco Dal Co, quando l'ente Biennale aveva sposato la filosofia di diventare esso stesso motore di progettualit, terreno di una sperimentazione globale, ad un tempo concretamente ideologica ed etica.
Ad ogni altra edizione - e pur ve ne sono state di bellissime -si sfiorato il rischio di cadere nella "repertologia" storiografica, in cui il critico dietrologo attingeva banalmente negli episodi architettonici in fieri collimandoli a seconda della sua personale propensione. E solo per l'intelligenza delle grandi personalit chiamate a dirigere questo difficile settore si riusciti a non cadere nell'ovvio dell'architettura rappresentata.
Questa nona Biennale Architettura affidata ad un troppo titolato personaggio come lo storico svizzero Kurt Forster, di cui si ricordano straordinarie lezioni sul Rinascimento italiano al Politecnico di Zurigo, suscitava diffidenza. Complice l'etichetta "Metamorfosi",
icona semantica dagli infiniti significati e dalle ambigue implicazioni (come altre: specchi, labirinti, atmosfere...), che si prestava a far da contenitore per qualsiasi cosa. Metamorfosi, e cio un mutamento che contiene una persistenza, un qualcosa che cambia mantenendo echi dell'essenza originaria: non mutazione, non rivolgimento. Ma un adattarsi lento a mutati contesti.
La diffidenza ieri evaporata. una bella Biennale Architettura, forse una grande Biennale Architettura. Non facile, probabilmente un po' concettuale, ma certamente innovativa. I temi sul tappeto non sono delineati in maniera analitica, ma sono solo colti e presentati come capisaldi di nuove tendenze. Pi testimonianze che messaggi, pi suggerimenti per la discussione che dimostrazioni teoretiche compiute.
Tutto nasce dalla visione di Forster che prende atto della morte dell'angolo retto e del "modulo", e dell'invenzione (tutta informatica) delle polilinee e delle "mesh", le superfici a curvature continue e differenziate consentite dai programmi Cad pi recenti. E guarda alle nuove forme neo-naturalistiche - sassi oblunghi, bolle asferiche, contorte conchiglie -, post-tecnologiche - superfici accartocciate, volumi spiegazzati -, e neo-paesaggistiche e post-ecologiste - un diverso rapporto tra lo spazio antropicamente organizzato con quello naturale e pre-urbano -con spirito positivo, senza giudicarle ma indicandole come "la nuova possibile via".
Ieri, dopo una affollatissima conferenza stampa in Arsenale alle 13 con Davide Croff e Kurt Forster, rispettivamente presidente della Fondazione Biennale e curatore della rassegna, alle 17 il vernissage con il ministro ai Beni Culturali Urbani, il presidente della Regione Galan, il presidente della Provincia Zoggia, il sindaco di Venezia Costa e le altre massime autorit veneziane.
Grande l'entusiasmo di Croff: Una mostra che lascer il segno nella storia della Biennale; e che ha annunciato che obiettivo della Biennale sbarcare in Cina (Pechino e forse anche Shangai) con una parte dell'esposizione di architettura. Emozionato ma soddisfatto Forster, che ha spiegato la filosofia dell'esposizione, che tra i Giardini e le Corderie dell'Arsenale presenta - fino al 7 novembre - i lavori ai pi di 170 studi di architettura, oltre 200 progetti, pi di 150 fotografie, modelli, video, filmati. Non sono i vecchi temi, le solite categorie: abbiamo voluto avvicinarci all'architettura di oggi con lo spinto di costruire una visione d'insieme, tentando di cogliere la logica del cambiamento che in atto, aldil delle interpretazioni ideologiche o metodologiche.
Nella parole del ministro Urbani il compiacimento per una Biennale che in qualche modo rinasce dalla sue stesse ceneri con "prodotti" di qualit che vogliono riaffermare un primato culturale dell'Italia nel mondo. stato un atto voluto per testimoniare l'universalit di questa forma espressiva e far conoscere i nostri architetti senza per chiudersi in provincialismi. Urbani ha accennato alle polemiche dell'anno scorso ribadendo l'utilit di un confronto vivace e combattuto, essenziale per un avanzamento culturale positivo.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news