LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Attualit: Per i beni culturali Sgarbi e Urbani separati in casa
Le associazioni ambientaliste: Ciampi non firmi il decreto taglia-deficit

Si risolta in una quasi separazione la difficile convivenza tra il sottosegretario Vittorio Sgarbi e il ministro per i Beni culturali Giuliano Urbani, dopo un anno di dichiarazioni sopra le righe, dispetti, ripicche, smentite. Vittorio Sgarbi non lascia il suo posto da sottosegretario ma ha rimesso le deleghe che gli erano state assegnate dal ministro Urbani il 7 ottobre scorso, ovvero le competenze (seppure senza potere di firma) sul patrimonio paesaggistico, sulla Biennale di Venezia, sulla Triennale di Milano, sulla Quadriennale d'arte di Roma, sull'Istituto centrale per il restauro, sull'Istituto centrale per il catalogo e la documentazione e la presidenza del Consiglio per i Beni culturali e ambientali. E' veramente prossima la fine di una coabitazione complicata fin dall'inizio della attuale legislatura? Forse no. Ma i presupposti per il divorzio ci sono tutti. Il casus belli il decreto legge Tremonti 63/2002 per "disposizioni finanziarie e fiscali urgenti in materia di riscossione, razionalizzazione del sistema di formazione del costo dei prodotti farmaceutici, adempimenti ed adeguamenti comunitari, cartolarizzazioni, valorizzazione del patrimonio e finanziamento delle infrastrutture" (il testo integrale pubblicato sotto la voce "Normativa", "decreti legge" sul sito www.beniculturali.it), che dovrebbe essere convertito in legge dal Senato entro il 15 giugno. L'articolo 7 del decreto istituisce la "Patrimonio dello Stato s.p.a", una societ di diritto privato che avrebbe il compito di garantire una migliore gestione del patrimonio dello Stato. Le azioni spettano al Ministero dell'economia e delle finanze, che ha la facolt di trasferirle gratuitamente ad altre societ di cui detiene interamente il capitale sociale, come per esempio la "Infrastrutture s.p.a", una societ finanziaria per azioni (istituita dall'articolo 8 dello stesso decreto) che ha il compito di trovare fondi per le grandi opere pubbliche e che quindi pu disporre - a tale scopo - del patrimonio in dotazione. Tra cui - con l'accordo del Ministero per i beni culturali (ma non verrebbero interpellati n il ministero dell'Ambiente n gli enti locali) - anche dei beni artistici. Il testo, presentato l'11 giugno, ha suscitato perplessit e sconcerto da parte degli esponenti di associazioni come Italia Nostra o il Fai, che hanno visto in concreto pericolo l'integrit del patrimonio artistico e paesaggistico italiano. Certo nessuno oserebbe mai vendere il Colosseo o gli Uffizi, ma le ville, i quadri, i parchi, le collezioni di provincia, il patrimonio non redditizio - per usare un termine ormai consueto per beni che dovrebbero essere da tutelare comunque perch pubblici, senza necessariamente supporre una redditivit -? Del resto, come ha ammesso lo stesso ministro Urbani, che pure ha tentato di rassicurare tutti sull'evenienza di vendite di gioielli artistici, un elenco dei beni alienabili in via di compilazione. Bene, marted in Senato Sgarbi ha presentato un emendamento al decreto che specifica cosa non si potr mai vendere, ovvero tutti i beni di valore artistico, storico, paesaggistico; per le aree protette ci sar bisogno dell'approvazione del ministero per l'Ambiente. L'emendamento non stato accolto in quanto tale, ma stato trasformato in un ordine del giorno dalla maggioranza. Sgarbi ha ricevuto il plauso della sinistra e le critiche di Urbani e Tremonti, e ieri pomeriggio ha reso nota la breve lettera con cui rimette a Urbani le deleghe ricevute, "non potendo condividere i metodi e il destino" del ministero. Ma di certo non passa all'opposizione, rimane al suo posto di sottosegretario "a presidiare". Urbani prospetta per lui un nuovo incarico da parte del ministero, ma all'estero. Sgarbi propende per la direzione della Biennale (se Bernab dovesse andare alla Fiat) o di RaiSat Art. E apetta le dimissioni di Urbani.

http://www.artonline.it/news.asp?IDNews=871


news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news