LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Buttiglione difende il prelato: Esempio dintegrit
Monica Guerzoni
21 giu 2010 Corriere Della Sera



Non credo che sia coinvolto. Bisogna che questa vicenda non distrugga la sua immagine nel cuore della gente
Nel 2005, da ministro dei Beni culturali, diede con Lunardi il via libera al restauro della sede di Propaganda Fide
Il presidente Udc: certo dellonest di Sepe, se avessi saputo di tangenti non avrei firmato

ROMA No, non ci credo assolutamente.
Filosofo Rocco Buttiglione, presidente dellUdc ed ex ministro dei Beni culturali

Presidente Buttiglione, il cardinale Crescenzio Sepe indagato per corruzione.

Non credo che sia coinvolto in questa vicenda e non capisco chi voglia tirarlo in ballo e perch.

Nel luglio del 2005 il presidente dellUdc e vicepresidente della Camera, Rocco Buttiglione, era ministro dei Beni culturali. E fu lui a firmare, in tandem con Pietro Lunardi, che allora era responsabile delle Infrastrutture, il via libera al finanziamento di 2,5 milioni per il restauro della sede di Propaganda Fide.

Perch pensa che qualcuno voglia tirare in ballo il cardinale?

Qualcuno avr fornito dei sospetti ai giudici.

Non ha fiducia nei pubblici ministeri di Perugia?

Fiducia assoluta. Non ho motivo di dubitare del loro lavoro, ma sono convinto dellintegrit di Sepe. un sacerdote esemplare che sta facendo un lavoro magnifico a Napoli, un punto di riferimento per la citt, la sua unica speranza.

Ha parlato con lui nelle ultime ore?

No, ma credo di conoscerlo abbastanza per immaginare come si sente. Bisogna che questa vicenda non distrugga la sua immagine nel cuore della gente.

Lei che idea si fatto dellinchiesta?

Che lo Stato intervenga per mettere in ordine un bene di grande valore architettonico mi sembra una cosa normale, non vedo cosa ci sia che non va.

Gli investigatori ipotizzano uno scambio tra il restauro di Propaganda Fide e il palazzo che Lunardi avrebbe comprato, a un quarto del valore, in via dei Prefetti a Roma.

Che il cardinal Sepe paghi tangenti a Lunardi per farsi mettere a posto la sede mi pare poco credibile, anche perch il valore della presunta tangente sarebbe superiore al costo del restauro. I sacerdoti sono uomini come gli altri, anche nella Chiesa ci saranno dei malfattori. Ma non credo proprio che questo possa riguardare Sepe.

La metterebbe ancora, oggi, quella firma?

Quellatto fu perfettamente legale, corrispondeva a una normativa che andrebbe per semplificata. Non c nessuna operazione anomala, sono anomale le norme che regolano gli interventi della Arcus.

La societ pubblica attraverso la quale passato il finanziamento a Propaganda Fide...

Le regole andrebbero semplificate, lo Stato dovrebbe versare gli stanziamenti direttamente ai Beni culturali per il fondo ordinario.

Lei sicuro che dietro la sua firma, e quella di Lunardi, non ci sia stata alcuna contropartita?

Non saprei. Di certo, se avessi saputo di tangenti non avrei firmato latto. Ma non credo ci sia stato niente del genere. Sia io, che Lunardi, che Sepe, abbiamo agito dentro quella normativa. un mondo complicato, pieno di trabocchetti, in cui non escluso che qualcuno possa aver fatto cose non lecite. Non il cardinale, per. Dellonest di Sepe sono moralmente certo.

Non le sembra che il Vaticano lo abbia scaricato?

Linterpretazione delle cose vaticane difficile quasi quanto la sovietologia.

Presidente, ha mai avuto a che fare con Anemone e Balducci, i boss della cricca?

Non voglio dire di non averli mai visti n conosciuti. probabile che li abbia incrociati, ma non ricordo. Non sono personaggi rilevanti nel mondo dei miei contatti.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news