LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ok del Consiglio dei Ministri al Regolamento del Codice Appalti
di Rossella Calabrese


Stralciato lAllegato A1 sulle opere specialistiche. Novit per la validazione dei progetti e laffidamento dei servizi di progettazione

Letto 1116 volte vota Risultato 1 voti



Per la prima volta nel nostro Paese - ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli -, le disposizioni normative nel settore vengono racchiuse in un unico testo. Abbiamo operato - ha aggiunto il Ministro - in modo da fornire alle stazioni appaltanti ed agli operatori economici del settore dei contratti pubblici un valido strumento di guida e di supporto completo ed organico, articolato secondo il susseguirsi delle diverse fasi dalla programmazione al collaudo. uno strumento - ha concluso Matteoli - di agevole consultazione per tutti i soggetti interessati che auspico semplificher i vari passaggi dal progetto allopera finita.

stato confermato lo stralcio dellAllegato A1, che fissava regole pi severe per la qualificazione delle imprese nelle categorie di opere specializzate.

Veniva infatti disposto che, per mantenere la qualificazione in alcune categorie specialistiche, le imprese dovessero dimostrare di possedere una specifica attrezzatura per ogni singolo lavoro, in misura fissa dal 2% all8% del fatturato (leggi tutto).

Nel testo approvato oggi, resta invariata la disciplina che consente alle imprese generali di realizzare le opere speciali subappaltando i lavori alle imprese specialistiche. Deluse, dunque, le aspettative delle imprese specializzate, che vedevano nella nuova norma il riconoscimento delle proprie specificit.

LE ALTRE NOVIT
Il Regolamento introduce una nuova validazione del progetto, che sar obbligatoria su ogni livello di progettazione e dovr svolgersi in parallelo e in contemporanea con la progettazione, e non dopo la sua conclusione. La validazione potr essere eseguita da societ specializzate, che dovranno accreditarsi presso il Servizio tecnico centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

Le stazioni appaltanti avranno lobbligo di affidare i servizi di ingegneria e architettura per la progettazione delle opere pubbliche solo con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa e non pi con quello del massimo ribasso. Agli elementi qualitativi dellofferta sar attribuito quindi un peso maggiore rispetto al prezzo e, al fine di disincentivare ribassi eccessivi, lattribuzione del punteggio allelemento prezzo avverr attraverso formule che penalizzino i ribassi molto elevati. Nellappalto-concorso e nellappalto integrato, saranno consentite variazioni quali-quantitative non superiori al 10% per gli interventi di ristrutturazione, recupero e manutenzione, e del 5% negli altri casi.

Diventer obbligatoria, per le imprese che vorranno partecipare alle gare per laffidamento di appalti integrati e concessioni di lavori pubblici, la qualificazione SOA per progettazione e costruzione, nonch il possesso dei requisiti progettuali richiesti dal bando. Se limpresa non possiede tali requisiti potr avvalersi di un progettista.

Saranno inasprite le sanzioni relative alle attestazioni Soa: per le imprese, luso di certificati falsi sar punito con una multa fino a 51 mila euro e con la sospensione dellattivit per un anno, mentre la mancata risposta alle richieste dellAuthority o delle Soa comporter una multa fino a 25 mila euro. Anche le Soa rischieranno sanzioni pecuniarie, sospensione dellattivit di attestazione e, in caso di gravi irregolarit, la decadenza dellautorizzazione. Queste norme entreranno in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione del Regolamento in Gazzetta Ufficiale.

I COMMENTI
Il Regolamento rappresenta un importante passo in avanti nel segno della semplificazione delle norme, della qualit delle opere, della responsabilit della pubblica amministrazione e delle imprese, principi sui quali lAnce, lAgi e tutta la Federcostruzioni di Confindustria insistono da tempo. Questo il commento del Presidente dellAnce, Paolo Buzzetti.

Mi complimento per il lavoro svolto dal Ministro Matteoli e da tutto il suo staff che per mesi insieme alle imprese ha studiato soluzioni per migliorare lattuale sistema in unottica di efficienza, di trasparenza e di tutela del mercato - ha aggiunto il Presidente Ance, secondo il quale: lapprovazione delle nuove norme favorir il lavoro delle imprese sane con un occhio di riguardo per le medio piccole che soffrono di pi in questo particolare periodo di crisi. Inoltre secondo Buzzetti, il varo del regolamento pu costituire un buon viatico per la riforma complessiva delle regole degli appalti alla quale lAnce, sotto legida del Ministero, insieme a tutti i principali attori pubblici e privati del settore sta lavorando in questi mesi e che mi auguro possa venire alla luce al pi presto.

Viva soddisfazione per lapprovazione del nuovo regolamento del Codice degli Appalti stata espressa dal Presidente dellOICE, Braccio Oddi Baglioni. Sono state introdotte - ha sottolineato Oddi Baglioni - le misure, fortemente richieste dai progettisti, tese a limitare gli eccessivi ribassi che hanno messo in ginocchio il settore dopo labrogazione dei minimi tariffari. Siamo daccordo, inoltre - ha aggiunto Oddi Baglioni - sullo stralcio da parte del ministro Matteoli dellallegato A1 che riguardava gli appalti specialistici perch questa norma, approvata cos comera, avrebbe avuto leffetto - come affermato dallAutorit dei Lavori Pubblici e dal Consiglio di Stato - di restringere la concorrenza a scapito del mercato. Soddisfazione anche per larticolata disciplina sulla verifica dei progetti, che dovrebbe consentire la nascita di un vero mercato per queste attivit attualmente svolte da poche societ accreditate.

http://www.edilportale.com/news/2010/06/lavori-pubblici/ok-del-consiglio-dei-ministri-al-regolamento-del-codice-appalti_19237_11.html


news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news