LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - PORTOFERRAIO. C'è il sovrintendente, sparisce l'erba alta
Antonella Danesi
19-06-10, IL TIRRENO Piombino




Questa mattina ad attendere i visitatori di Villa dei Mulini una, ormai insperata, potatura della siepe. E a San Martino giardini puliti e in ordine. Una tirata a lucido attesa da tempo e che oggi si potrebbe imputare sì, alla inaugurazione della mostra su Charlotte Bonaparte, ma in buona parte al nuovo sovrintendente Agostino Bureca che, arrivato da poco più di tre mesi ha preso atto delle carenze che affliggono da anni le ville. Musei nazionali che ogni anno ricevono 180 mila visitatori, e che pur ammettendo che «in cassa ci sono zero euro per la manutenzione» ha cercato di trovare soluzioni alle emergenze più evidenti. Ora servono almeno 7 milioni di euro per un progetto complessivo di restauro e valorizzazione di villa dei Mulini e della residenza di San Martino. O almeno è questa la cifra annunciata dal sovrintendente che ha l’arduo compito di riportare all’antico splendore i due musei, in vista dei festeggiamenti del bicentenario dell’arrivo di Napoleone all’Elba, nel 2014. Ai Mulini, oggi, filtra acqua dal tetto con conseguenze deleterie per gli affreschi e gli arredi della villa. Dovrà essere rifatto il tetto e sistemate le superfici esterne, mentre a San Martino sarà consolidata la struttura. Lavori che Bureca ha annunciato in tempi brevi, essendo già disponibile un finanziamento di due milioni di euro (uno dal Lotto e uno dai Ministero dei Beni Ambientali e Infrastrutture). Il progetto esecutivo è in fase finale e sarà presentato alla direzione generale di Firenze per l’approvazione. Se tutto procede secondo i tempi stabiliti ad ottobre potranno iniziare i lavori. «Questi interventi non saranno immediatamente percepiti dal visitatore - ha fatto presente Bureca - ma sono quelli prioritari per poi procedere con la sistemazione anche degli interni». Diventano quindi fondamentali i sette milioni necessari al restauro complessivo. A questo aspetto la Sovrintendenza sta lavorando insieme alla Regione Toscana, la Provincia di Livorno e il comune di Portoferraio attraverso un tavolo tecnico che, oltre a valutare il progetto verificherà anche le future possibilità gestionali dei musei, inseriti in un percorso storico archeologico della città di Portoferraio. A settembre sarà pronto un accordo di programma a cui parteciperà anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno, uno dei partner principali del progetto. Nello stesso tempo la direttrice delle residenze, Roberta Martinelli, sta conducendo delle ricerche approfondite per riportarvi gli antichi arredi, partendo dall’inventario napoleonico. Il 10% dei due milioni di euro iniziali saranno destinati agli interni delle ville «per far vivere al visitatore la stessa atmosfera che circondava l’imperatore e la sua corte». Le mostre che negli anni la direttrice ha portato all’Elba sono solo l’inizio di questo percorso. Dopo i “Fasti imperiali”, quest’anno è la volta della nipote dell’imperatore corso. Dal 15 giugno è aperta al pubblico, proveniente dai Musei Napoleonici di Roma “Charlotte Bonaparte: la romantica vita di una principessa artista”, che vede in esposizione abiti, oggetti, libri, ma soprattutto quadri che ritraggono la discendente di Napoleone, la prima ad essere venuta all’Elba sulle tracce del famoso zio. La mostra resterà all’Elba fino al 30 settembre. Dal 15 poi si trasferirà alla malmaison di Parigi. Il Comune di Portoferraio durante l’estate organizzerà eventi collaterali, con serate a tema sulla figura di Chalotte e sulla moda delle donne Bonaparte.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news